Come conservare il lievito

Tramite: O2O 24/03/2016
Difficoltà: media
17

Introduzione

La durata di conservazione del lievito dipende dalla data di scadenza e dalle modalità con le quali viene effettuata. Il lievito altro non è che un agglomerato di funghi. Contiene, inoltre, degli enzimi attivi che creano anidride carbonica una volta entrati in contatto con l'acqua. In cucina è l'ingrediente di partenza in quasi tutte le ricette riguardanti il pane ed i prodotti da forno in genere. Il lievito attivo dura mediamente dai 2 ai 4 mesi. Quello per dolci, una volta aperto, si mantiene da 1 a 3 mesi indipendentemente dalla data di scadenza riportata sulla confezione. Il modo migliore per capire se il lievito è andato a male, è quello di eseguire un test di freschezza. Scopriamo insieme, nei passi a seguire, alcuni consigli utili su come conservare il lievito.

27

Occorrente

  • lievito di birra fresco
  • lievito di birra disidratato
  • lievito per dolci
  • contenitori ermetici
37

Eseguire il test di freschezza

Innanzitutto, eseguite il test di freschezza. Sciogliete un cucchiaino di zucchero semolato in 1/2 tazza di acqua ben calda. Prestate attenzione alla temperatura di quest'ultima: se dovesse essere troppo fredda il lievito non si attiverà. Mescolate 2 cucchiaini di lievito secco nel liquido fino a farlo sciogliere completamente. Attendete qualche minuto perché inizi il processo di lievitazione. Se il prodotto è ben conservato, salirà in superficie. In questo caso, potete utilizzarlo tranquillamente per le vostre ricette.

47

Conservare le confezioni sigillate in un luogo fresco e asciutto

Ricordate che il lievito è un organismo vivente che diventa meno attivo nel corso del tempo e che come la maggior parte degli alimenti, rischia di marcire se esposto all'aria, all'umidità ed al calore.
Le confezioni sigillate, le dovete conservare in un armadietto od in un luogo fresco e asciutto. Quando il pacchetto è aperto, potete refrigerarlo o congelarlo in un contenitore ermetico. Se cercate una soluzione a lungo termine, potete conservate il lievito secco in freezer per circa 6 mesi dopo l'apertura. Nel momento in cui ne avrete necessità, fate trascorrere circa 30-40 minuti prima dell'uso.

Continua la lettura
57

Conservare il lievito in frigo

Il lievito per dolci richiede una refrigerazione costante sotto i 45 °C per mantenere la sua freschezza e attività. Vi consigliamo di conservare il lievito ermeticamente in un contenitore nel frigorifero e di non congelare mai il lievito per dolci. Il lievito di birra dura circa due settimane se viene refrigerato. Quello fresco deve essere reso impermeabile in acqua tiepida e senza nessun tipo di contatto con sale o zucchero. Se congelate quest'ultimo, avvolgetelo molto bene, in quanto l'umidità e l'aria sono i suoi nemici. Se acquistate il lievito in blocchi grandi, apritelo e dividetelo in 3 o 4 porzioni più piccole, quindi ponete ciascuna in un contenitore ermeticamente chiuso.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Vi consigliamo di conservare il lievito ermeticamente in un contenitore nel frigorifero e di non congelare mai il lievito per dolci
  • Potete conservate il lievito secco in freezer per circa 6 mesi dopo l'apertura. Nel momento in cui ne avrete necessità, fate trascorrere circa 30-40 minuti prima dell'uso.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

5 modi per conservare i cibi

Ci sono diversi metodi di conservazione dei principali prodotti alimentari che è possibile attuare a casa e che aiutano a conservare in modo più efficace il cibo a lungo termine. Questi includono l'inscatolamento, il congelamento, l'essiccazione, il...
Economia Domestica

Come conservare i cosmetici in estate

Nonostante possa sembrare banale, conservare i trucchi in estate nel modo giusto è fondamentale, soprattutto se si desidera mantenere nel tempo l'efficacia e la capacità coprente di determinati prodotti cosmetici (ad esempio di fondotinta, rossetti...
Economia Domestica

Come conservare e riutilizzare gli avanzi di cibo

Può capitare di preparare un pasto abbondante o di avere meno fame del previsto. Ci ritroviamo così con degli avanzi di cibo che non sappiamo come conservare e riutilizzare. È necessario pensare a cosa farne. Ma è importante anche sapere come conservarli....
Economia Domestica

Come conservare le olive

Le olive sono delle bacche tipicamente mediterranee, e vengono coltivate nella maggior parte delle regioni italiane ma anche in Grecia e Spagna per produrre dell'ottimo olio apprezzato in tutto il mondo. La loro maturazione avviene in tardo autunno o...
Economia Domestica

Come conservare i semi di lino macinati

I semi di lino sono ideali per curare alcune patologie; infatti, producono un olio che si rivela particolarmente adatto per preparare delle tisane. Per ottimizzare il risultato, è però necessario prima essiccarli e poi macinarli in modo che si possano...
Economia Domestica

Come conservare il pesce

In Italia, una delle attività più praticate è sicuramente la pesca. Essendo un paese, al centro del Mediterraneo, le specie di pesce che vengono pescate sono davvero molteplici, quindi è molto facile avere sempre del pesce fresco a tavola. C'è...
Economia Domestica

Come conservare il basilico appena raccolto

In questa guida ti spiegherò in tre semplici passi come conservare il basilico appena raccolto. Infatti, spesso si hanno problemi con la conservazione del basilico, proprio per i seguenti motivi. Il basilico è una pianta dalle foglioline piccole e delicate....
Economia Domestica

Come conservare le foglie di menta

Per ottenere dei piatti saporiti in cucina, molto spesso è richiesto l'utilizzo delle spezie e delle erbe aromatiche. Le spezie e gli aromi di cucina, donano sicuramente un sapore diverso ad ogni piatto, regalando profumi e sensazioni davvero gradevoli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.