Come conservare il formaggio

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In natura esistono tutta una serie di alimenti che, con il passare del tempo, tendono a deteriorarsi in maniera eccessiva. Altri cibi invece, come ad esempio il formaggio, stagionano nel tempo assumendo una conformazione sempre più dura e saporita. Per mantenerli freschi il più a lungo possibile senza correre il rischio di vederli marcire, ingiallire, o cambiare di sapore, devono esserci dei presupposti. Per risolvere tali perplessità viene in vostro aiuto questa guida, in cui vi sarà spiegato come conservare il formaggio in maniera efficace.

26

Occorrente

  • Pellicola trasparente
  • Contenitore a chiusura ermetica
36

Effettuare una distinzione delle categorie di formaggio

Anzitutto, per capire qual è il modo migliore per conservare il formaggio, la prima operazione da compiere consiste nell'effettuare una chiara distinzione delle categorie del formaggio. Esistono, infatti, formaggi cremosi come la certosa, lo stracchino e la ricotta. Ci sono poi quelli semi duri e stagionati che, ovviamente, possiedono determinate esigenze di conservazione, in modo tale da durare il più a lungo possibile e mantenere un certo grado di freschezza.

46

Verificare che il coperchio sia perfettamente applicato

Successivamente, per quanto riguarda i formaggi spalmabili, soprattutto se confezionati, dovrete mantenerli sempre nella stessa vaschetta fino al loro completo consumo. Se usufruirete del formaggio a più riprese, prima di inserirlo in frigorifero, dovrete accertarvi che il coperchio sia perfettamente applicato. In questo modo, il formaggio potrà conservare la sua freschezza per un tempo maggiore, ma dovrà essere comunque consumato dopo tre o quattro giorni al massimo. Inoltre, dovrete evitare di aprirlo e di dimenticarlo in un angolo del frigorifero, poiché rischierete di trovarlo completamente ammuffito.

Continua la lettura
56

Avvolgere il formaggio con della pellicola trasparente

Per quanto concerne i formaggi semiduri e quelli stagionati, se acquisterete il formaggio al taglio, prima di inserirlo in frigorifero dovrete necessariamente avvolgerlo con della pellicola trasparente, mantenendolo all'interno della carta oleata in cui è stata avvolto dal salumiere. In questo modo, il formaggio si conserverà per più tempo. La carta dovrà essere sistemata in modo da aderire perfettamente alla superficie del formaggio. Per maggiore sicurezza, potrete sistemare il formaggio all'interno di un contenitore a chiusura ermetica. Ad ogni modo, dovrete evitare assolutamente di lasciare il formaggio in frigorifero semplicemente su un piatto, altrimenti assorbirà tutti gli odori ed i sapori degli alimenti presenti all'interno del frigorifero e saprà di tutto fuorché di formaggio.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare il formaggio e i latticini

Il parere scientifico in tema di formaggi e latticini è contrastante. C'è chi bandisce l'uso del latte subito dopo lo svezzamento e chi, invece, consiglia l'assunzione di due o tre porzioni al giorno anche sotto forma di yogurt e di formaggio fresco....
Economia Domestica

Come conservare la scamorza fresca

La scamorza è un formaggio a breve stagionatura, originario delle regioni meridionali, ottenuto da un misto di latte vaccino e ovino oppure solo vaccino. Si distingue per la classica forma a "pera" con una "testa" più piccola seguita da una strozzatura...
Economia Domestica

Come conservare i formaggi in frigo

Il formaggio è uno degli alimenti piú amati in tutto il mondo e ne esistono centinaia di differenti gusti e qualitá: da quelli freschi a quelli stagionati, da quelli commerciali a quelli "gourmet" dai prezzi esorbitanti. Tutti siamo in grado di apprezzare...
Economia Domestica

Come conservare il fiordilatte

Uno dei formaggi freschi più conosciuto al mondo è il fiordilatte. È un formaggio grasso dalla consistenza molle, preparato con latte vaccino ed ha una forma tipicamente sferica. Tipico del sud Italia questa delizia della cucina italiana ha origini...
Economia Domestica

5 modi per conservare i cibi

Ci sono diversi metodi di conservazione dei principali prodotti alimentari che è possibile attuare a casa e che aiutano a conservare in modo più efficace il cibo a lungo termine. Questi includono l'inscatolamento, il congelamento, l'essiccazione, il...
Economia Domestica

Come conservare e riutilizzare gli avanzi di cibo

Può capitare di preparare un pasto abbondante o di avere meno fame del previsto. Ci ritroviamo così con degli avanzi di cibo che non sappiamo come conservare e riutilizzare. È necessario pensare a cosa farne. Ma è importante anche sapere come conservarli....
Economia Domestica

Come conservare al meglio il parmigiano

Il Parmigiano è uno dei formaggi più adatti alla lunga conservazione per merito della sua struttura e per il basso contenuto di acqua. Considerato il "re dei formaggi”, è un prodotto caseario ottenuto attraverso de lunghissimi processi di stagionatura...
Economia Domestica

Come conservare i cosmetici in estate

Nonostante possa sembrare banale, conservare i trucchi in estate nel modo giusto è fondamentale, soprattutto se si desidera mantenere nel tempo l'efficacia e la capacità coprente di determinati prodotti cosmetici (ad esempio di fondotinta, rossetti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.