Come conservare il fiordilatte

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Uno dei formaggi freschi più conosciuto al mondo è il fiordilatte. È un formaggio grasso dalla consistenza molle, preparato con latte vaccino ed ha una forma tipicamente sferica. Tipico del sud Italia questa delizia della cucina italiana ha origini campane. Il fiordilatte ha ottenuto il prestigioso riconoscimento di "mozzarella STG" ossia specialità tradizionale garantita. Questo formaggio fresco si consuma prevalentemente al naturale ed è l'accompagnamento preferito delle insalate estive. Molto conosciuta la ricetta "caprese" che vede il fiordilatte abbinato a pomodori, basilico ed olio d'oliva. Ma scopriamo meglio come consumare e come conservare il fiordilatte.

24

Consumare il fiordilatte

Il fiordilatte, come tutti i formaggi freschi, è meglio consumarlo appena acquistato in quanto una sua eccessiva conservazione fa perdere gran parte delle caratteristiche di sapore. Il consumo perfetto di questo formaggio fresco sarebbe addirittura appena preparato ma ovviamente questo è possibile a poche persone. Il consiglio dato dagli esperti è quello di consumare il fiordilatte non oltre il periodo di tre giorni dalla sua produzione. Potendolo fare, il modo migliore per gustare un buon fiordilatte è acquistarlo in un caseificio che lo produca ancora in maniera tradizionale e che sia a chilometri zero.

34

Conservare il fiordilatte

Abbiamo detto che il fiordilatte va consumato freschissimo ma siccome i ritmi della vita moderna non sempre lo permettono si può conservarlo un paio di giorni, o secondo quanto riportato sull'etichetta, in frigorifero. Dopo essere stato in frigo, prima della sua consumazione, il prodotto va posto a temperatura ambiente per circa trenta minuti e poi ravvivato ponendolo per non oltre cinque minuti in una scodella con acqua calda ad una temperatura di 35-40 °C. Se si è proprio certi della freschezza del prodotto, in alternativa si può anche conservarlo, a temperatura adeguata di 10-15 °C, fuori dal frigo immerso nel suo liquido.

Continua la lettura
44

Conoscere il fiordilatte

Uno dei fiordilatte più famosi è quello prodotto ad Agerola (NA). In questa località la lavorazione del latte ha origini e tradizioni molto antiche. Molto famoso è anche il fiordilatte prodotto nella zona di Sorrento e dei Monti Lattari, sempre in Campania, realizzato con una razza di mucche caratteristiche del luogo. Ma il fiordilatte è diventato patrimonio dell'Italia intera e viene prodotto in quasi tutte le regioni e la sua fama si è diffusa a livello internazionale come è giusto che sia per un cibo così buono e particolare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare frutta e verdura in estate

In estate, si sa, a causa delle alte temperature che ci fanno sudare molto e, di conseguenza, perdere sali minerali, è importante consumare frutta e verdura a volontà. Il problema sorge quando dobbiamo mantenerla a lungo e in buono stato: non è così...
Economia Domestica

I migliori posti dove conservare il tavolo da pic nic

Ogni estate tutte le famiglie amano spesso recarsi in luoghi in cui è possibile fare dei divertenti picnic o dei campeggi insieme a tutta la famiglia. Con le belle giornate infatti, la voglia di mangiare all'aperto su un un prato, in un parco o in riva...
Economia Domestica

Come conservare il prezzemolo sotto sale

Il prezzemolo è uno dei tanti aromi che vengono utilizzati di frequente in cucina. Serve per completare il gusto di certe pietanze, come per esempio, carne e pesce, ma anche per alcune verdure come i pomodori ripieni e così via. Il prezzemolo può essere...
Economia Domestica

Come conservare il prezzemolo per l'inverno

Il prezzemolo è una pianta spontanea tipica delle zone mediterranee. È un ingrediente molto usato in cucina, il suo sapore delicato da il giusto gusto al cibo, senza coprirne quello degli altri ingredienti. La pianta del prezzemolo non regge il freddo,...
Economia Domestica

Come conservare le decorazioni di isomalto

Quando passiamo davanti a delle pasticcerie rinomate e osserviamo dei dolci che somigliano a dei veri e propri capolavori artistici, talvolta non sappiamo che quei dolci sono stati realizzati con una tecnica molto particolare che dona loro lucentezza...
Economia Domestica

Come conservare il tartufo sottovuoto

Il tartufo è un alimento davvero pregiato, che si trova nel nostro territorio. Si tratta di un grosso tubero che spesso viene estratto dal terreno grazie all'aiuto di cani dal fiuto impeccabile. Sulle nostre tavole il tartufo è il protagonista assoluto...
Economia Domestica

Come conservare lo zenzero sott'olio

Probabilmente avete acquistato un grande pezzo di radice di zenzero fresco. Ma sapete bene che non lo userete tutto, ma solo un pizzico per ogni ricetta. Proprio per questo un pezzo di radice di zenzero potrebbe consumarsi tutto dopo diverse settimane....
Economia Domestica

Come conservare le foglie di dragoncello

In cucina spesso è necessario utilizzare parecchie spezie per dare molto più sapore ai piatti. Le spezie sono fondamentali per insaporire ogni pietanza e per dare la giusta piccantezza e la giusta particolarità sia a un ottimo primo piatto, che a un...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.