Come conservare i pennelli usati

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Vi è mai capitato di dover riutilizzare dei pennelli e di accorgervi che sono inutilizzabili? La pittura rappresa si è seccata e hanno perso la morbidezza iniziale. La resa risulta quindi essere limitata rispetto a prima. Con qualche accorgimento è possibile ridare vita ad un pennello fuori uso. In questa guida vi darò dei consigli utili su come conservare dei pennelli usati e aumentarne la durata di utilizzo.

27

Occorrente

  • pennello
  • acqua
  • bacinella (possibilmente secchiello lava pennelli)
  • solvente
  • panno e/o carta assorbente
  • sapone
37

Pulire i pennelli

I pennelli non vanno mai lasciati per lungo tempo senza essere lavati o perderanno le setole e la loro morbidezza. La pulizia dei pennelli, per quanto può sembrare una semplice operazione, richiede tempo e costanza. Essa si articola nelle seguenti fasi:
1. Pulire con uno straccio o della carta assorbente le setole e il manico in modo preliminare.
2. Immergere il pennello in un recipiente contenente dell'acqua fredda o calda e del solvente. Il tipo di solvente varia in base al tipo di pittura che avete utilizzato.- Se la pittura usata è a base di calce usate dell'acqua calda e del sapone.- Se è stata usata della vernice comune, quella necessaria per pitturare una parete o un muro (allo smalto o olio), allora usate l' acquaragia o un diluente. Ricordate poi di lavare i pennelli con acqua corrente dopo l'operazione, questo toglierà ogni residuo di diluente.- Per togliere la pittura acrilica sarà necessario mischiare dell'acqua tiepida con alcol etilico - Se invece avrete utilizzato della pittura all'acqua vi basterà lasciare a bagno i pennelli in un recipiente contenente dell'acqua senza solvente.
3. A fine operazione asciugare i pennelli con un panno pulito o carta assorbente.
4. Porre i pennelli possibilmente in posizione orizzontale o appesi per il manico, questo eviterà che le setole si comprimano e che perdano lo loro forma originale.

47

Eeseguire una corretta manutenzione

Se il pennello non viene utilizzato per lungo tempo è buona norma effettuare delle operazioni periodiche per evitare la caduta e il logoramento delle setole. Specialmente per i pennelli sintetici, è bene immergerli periodicamente in una bacinella contenente dell'albume d'uovo, dando alle setole una conformazione a punta o a fiamma. Immergetelo poi in dell'acqua calda per eliminare ogni residuo di quest'ultimo.
Per un pennello con setole naturali (animali) è consigliabile bagnarlo periodicamente con qualche goccia di olio minerale. Questa operazione lo lascerà morbido e pronto all'uso.

Continua la lettura
57

Ristabilire un pennello indurito

È possibile riportare alla vita un pennello indurito immergendo il suddetto in una pentola contenente dell'acqua portata in ebollizione e un bicchiere di aceto. Lasciate in bagno il pennello per una decina di minuti, sciacquatelo e asciugatelo bene, a fine operazione sarà tornato al suo stato naturale.
Per i pennelli naturali è anche possibile usare del comune balsamo per i capelli. Applicate il balsamo sul pennello e massaggiate per qualche minuto, lasciatelo poi a riposo per circa venti minuti. A operazione terminata risciacquate il tutto con acqua tiepida e asciugate con un panno.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se possibile procuratevi un "secchiello lava pennelli", questo eviterà che i pennelli assumano una forma non conforme durante il lavaggio.
  • Un buon modo per conservare i pennelli è avvolgerli con della carta stagnola durante il periodo di inutilizzo.
  • Se non disponete di acqua ragia potete servirvi anche del più comune acetone, richiederà un tempo di bagno maggiore ma il risultato sarà comunque soddisfacente.
  • Per migliorare la conformazione delle setole sintetiche a volte basta immergerli in acqua calda per circa un minuto prima dell'utilizzo.
  • Ricorda inoltre di utilizzare il giusto pennello per la giusta tecnica di pittura e superficie, questo ne aumenterà l'efficienza e la durata.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

5 modi per conservare i cibi

Ci sono diversi metodi di conservazione dei principali prodotti alimentari che è possibile attuare a casa e che aiutano a conservare in modo più efficace il cibo a lungo termine. Questi includono l'inscatolamento, il congelamento, l'essiccazione, il...
Economia Domestica

Come conservare i cosmetici in estate

Nonostante possa sembrare banale, conservare i trucchi in estate nel modo giusto è fondamentale, soprattutto se si desidera mantenere nel tempo l'efficacia e la capacità coprente di determinati prodotti cosmetici (ad esempio di fondotinta, rossetti...
Economia Domestica

Come conservare e riutilizzare gli avanzi di cibo

Può capitare di preparare un pasto abbondante o di avere meno fame del previsto. Ci ritroviamo così con degli avanzi di cibo che non sappiamo come conservare e riutilizzare. È necessario pensare a cosa farne. Ma è importante anche sapere come conservarli....
Economia Domestica

Come conservare le olive

Le olive sono delle bacche tipicamente mediterranee, e vengono coltivate nella maggior parte delle regioni italiane ma anche in Grecia e Spagna per produrre dell'ottimo olio apprezzato in tutto il mondo. La loro maturazione avviene in tardo autunno o...
Economia Domestica

Come conservare i semi di lino macinati

I semi di lino sono ideali per curare alcune patologie; infatti, producono un olio che si rivela particolarmente adatto per preparare delle tisane. Per ottimizzare il risultato, è però necessario prima essiccarli e poi macinarli in modo che si possano...
Economia Domestica

Come conservare il pesce

In Italia, una delle attività più praticate è sicuramente la pesca. Essendo un paese, al centro del Mediterraneo, le specie di pesce che vengono pescate sono davvero molteplici, quindi è molto facile avere sempre del pesce fresco a tavola. C'è...
Economia Domestica

Come conservare il basilico appena raccolto

In questa guida ti spiegherò in tre semplici passi come conservare il basilico appena raccolto. Infatti, spesso si hanno problemi con la conservazione del basilico, proprio per i seguenti motivi. Il basilico è una pianta dalle foglioline piccole e delicate....
Economia Domestica

Come conservare le foglie di menta

Per ottenere dei piatti saporiti in cucina, molto spesso è richiesto l'utilizzo delle spezie e delle erbe aromatiche. Le spezie e gli aromi di cucina, donano sicuramente un sapore diverso ad ogni piatto, regalando profumi e sensazioni davvero gradevoli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.