Come conservare i materassi in lattice

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Se avete uno o più materassi in lattice e non intendete usarli per un determinato periodo, è importante pulirli in modo efficace e poi conservarli con imballaggi adeguati. Per ottimizzare il risultato, è tuttavia fondamentale igienizzarli accuratamente prima di scegliere la soluzione migliore per imballarli. In riferimento a ciò, ecco una guida con istruzioni e consigli su come conservare correttamente i materassi in lattice.

27

Occorrente

  • Vaporizzatore
  • Bicarbonato di sodio
  • Spugna non abrasiva
  • Cellophane
  • Scatolo di cartone
  • Custodia rigida per materassi
  • Naftalina
  • Olio essenziale di lavanda
  • Apparecchio per il sottovuoto
37

Usare detergenti appropriati

I materassi in lattice come quelli più comuni ovvero realizzati con lana o spugna, tendono ad essere attaccati dagli acari specie se molto sporchi. Prima di conservarli è dunque opportuno eseguire un lavaggio accurato sopra e sotto la loro superficie (anche su laterali), usando dei detergenti appropriati come ad esempio il bicarbonato di sodio che è un ottimo battericida nonchè mangiaodori. L'operazione la potete eseguire a mano con una spugna oppure usando un vaporizzatore, e seguendo le linee guida descritte nel video allegato.

47

Utilizzare della cellophane a doppio strato

Una volta che i materassi in lattice sono perfettamente puliti e sterilizzati, potete conservarli nell'armadio così come in cantina, applicando sulla loro superficie delle coperture atte a scongiurare l'attacco di afidi e tarme presenti nel legno, e di muffa generata in ambienti umidi come può appunto essere una cantina o anche un garage. Premesso ciò, una prima ottima soluzione è quella di rivestire i materassi con della cellophane a doppio strato. Lo scopo di questo utilizzo è di interporre tra i due della naftalina in polvere che funge da barriera protettiva contro afidi e soprattutto tarme. Se poi in casa avete a disposizione un apparecchio per il sottovuoto, allora dopo aver sigillato con cura ogni lato della cellophane che avvolge il materasso, aspirate l'aria interna rendendolo a prova di deterioramento e quindi lo potete conservare per moltissimo tempo.

Continua la lettura
57

Usare una custodia

Un altro ottimo modo per conservare a lungo termine i materassi in lattice, consiste nel creare una custodia con uno scatolo di cartone opportunamente sagomato in base alle loro dimensioni, oppure potete usare delle scatole specifiche vendibili nei centri specializzati che essendo rigide e a chiusura ermetica, vi consentono di riporre nel loro interno e per lungo termine i materassi senza perderne forma e qualità. Per ottimizzare il risultato le classiche palline di naftalina possono ritornare utili, e se non gradite il loro odore, in alternativa inserite anche dei batuffoli di ovatta imbevuti in olio essenziale di lavanda che viene estratto dall'omonimo fiore e vanta innumerevoli proprietà antisettiche.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare i libri in cantina

Se in casa possedete un certo quantitativo di libri (tra cui molti testi scolastici) ed intendete liberare la vostra libreria, potrete custodirli in cantina cercando, però, delle valide soluzioni che vi consentano di preservarli per evitare che possano...
Economia Domestica

5 modi per conservare i cibi

Ci sono diversi metodi di conservazione dei principali prodotti alimentari che è possibile attuare a casa e che aiutano a conservare in modo più efficace il cibo a lungo termine. Questi includono l'inscatolamento, il congelamento, l'essiccazione, il...
Economia Domestica

Come conservare i cosmetici in estate

Nonostante possa sembrare banale, conservare i trucchi in estate nel modo giusto è fondamentale, soprattutto se si desidera mantenere nel tempo l'efficacia e la capacità coprente di determinati prodotti cosmetici (ad esempio di fondotinta, rossetti...
Economia Domestica

Come conservare e riutilizzare gli avanzi di cibo

Può capitare di preparare un pasto abbondante o di avere meno fame del previsto. Ci ritroviamo così con degli avanzi di cibo che non sappiamo come conservare e riutilizzare. È necessario pensare a cosa farne. Ma è importante anche sapere come conservarli....
Economia Domestica

Come conservare le olive

Le olive sono delle bacche tipicamente mediterranee, e vengono coltivate nella maggior parte delle regioni italiane ma anche in Grecia e Spagna per produrre dell'ottimo olio apprezzato in tutto il mondo. La loro maturazione avviene in tardo autunno o...
Economia Domestica

Come conservare i semi di lino macinati

I semi di lino sono ideali per curare alcune patologie; infatti, producono un olio che si rivela particolarmente adatto per preparare delle tisane. Per ottimizzare il risultato, è però necessario prima essiccarli e poi macinarli in modo che si possano...
Economia Domestica

Come conservare il pesce

In Italia, una delle attività più praticate è sicuramente la pesca. Essendo un paese, al centro del Mediterraneo, le specie di pesce che vengono pescate sono davvero molteplici, quindi è molto facile avere sempre del pesce fresco a tavola. C'è...
Economia Domestica

Come conservare il basilico appena raccolto

In questa guida ti spiegherò in tre semplici passi come conservare il basilico appena raccolto. Infatti, spesso si hanno problemi con la conservazione del basilico, proprio per i seguenti motivi. Il basilico è una pianta dalle foglioline piccole e delicate....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.