Come conservare i kiwi appena raccolti

Tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

I kiwi sono frutti estremamente ricchi di vitamina C, vitamina E, minerali e carotene, ma la cosa più interessante sta nel fatto che tali frutti sono davvero poveri di calorie, proprio per questo motivo possono essere inseriti nell'alimentazione di chiunque dal momento che generano solamente dei benefici. La raccolta e la conservazione dei kiwi non risulta essere un'operazione eccessivamente complessa, infatti potrete cimentarvi voi stessi ad eseguire tali operazioni. Così facendo, oltre ad avere la possibilità di apprendere delle tecniche particolarmente utili ed interessanti, potrete anche risparmiare il vostro denaro dal momento che non avrete la necessità di rivolgervi ad un professionista. A questo punto, non vi rimane che continuare a leggere con attenzione le semplici e dettagliate indicazioni riportate nei successivi passi di questa guida, per imparare utilmente come conservare i kiwi appena raccolti.

24

Periodo di raccolta

I kiwi generalmente vengono raccolti durante le prime due settimane del mese di novembre, ma risulta essere possibile raccoglierli anche successivamente, l'importante è che questa operazione venga effettuata prima dell'arrivo di piogge abbondanti e gelide. Dopo la raccolta, solitamente tali frutti vengono sistemati in alcune cassette di legna in luoghi aventi una temperatura non superiore ai dieci gradi, in modo tale da poter durare per diversi mesi. Però, se la quantità di frutti da conservare risulta essere piuttosto abbondante e per periodi più lunghi, questi vengono sistemati all'interno di apposite celle frigorifere.

34

Maturazione dopo la raccolta

Come molti altri frutti, i kiwi hanno la capacità di continuare la loro maturazione anche dopo essere stati raccolti, proprio per questo motivo possono essere raccolti anche quando sono ancora acerbi e lasciati maturare in appositi luoghi per poi proseguire con la loro conservazione. È importante ricordare che i kiwi non devono essere assolutamente strappati durante la raccolta, ma è necessario tagliare il peduncolo che permette al kiwi di rimane attaccato alla pianta.

Continua la lettura
44

Completare la maturazione

Non appena deciderete di consumare i frutti precedentemente conservati, dovrete semplicemente riporre i kiwi in luoghi aventi temperature più alte rispetto a quelle utilizzate per poterli conservare perfettamente. In questo modo, i frutti riprenderanno la loro maturazione, la quale si completerà dopo circa due settimane, dopodiché potrete gustare i vostri deliziosi e gustosi frutti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare i capperi appena raccolti

L'alimentazione rappresenta un aspetto molto importante per garantire il benessere dell'organismo umano. Di conseguenza bisogna seguire un regime alimentare corretto anche quando non ci si trova in sovrappeso. Per assicurare una vita salutare, diventa...
Economia Domestica

Come conservare i semi di lino macinati

I semi di lino sono ideali per curare alcune patologie; infatti, producono un olio che si rivela particolarmente adatto per preparare delle tisane. Per ottimizzare il risultato, è però necessario prima essiccarli e poi macinarli in modo che si possano...
Economia Domestica

5 modi per conservare i cibi

Ci sono diversi metodi di conservazione dei principali prodotti alimentari che è possibile attuare a casa e che aiutano a conservare in modo più efficace il cibo a lungo termine. Questi includono l'inscatolamento, il congelamento, l'essiccazione, il...
Economia Domestica

Come conservare i cosmetici in estate

Nonostante possa sembrare banale, conservare i trucchi in estate nel modo giusto è fondamentale, soprattutto se si desidera mantenere nel tempo l'efficacia e la capacità coprente di determinati prodotti cosmetici (ad esempio di fondotinta, rossetti...
Economia Domestica

Come conservare e riutilizzare gli avanzi di cibo

Può capitare di preparare un pasto abbondante o di avere meno fame del previsto. Ci ritroviamo così con degli avanzi di cibo che non sappiamo come conservare e riutilizzare. È necessario pensare a cosa farne. Ma è importante anche sapere come conservarli....
Economia Domestica

Come conservare il basilico appena raccolto

In questa guida ti spiegherò in tre semplici passi come conservare il basilico appena raccolto. Infatti, spesso si hanno problemi con la conservazione del basilico, proprio per i seguenti motivi. Il basilico è una pianta dalle foglioline piccole e delicate....
Economia Domestica

Come conservare il pesce

In Italia, una delle attività più praticate è sicuramente la pesca. Essendo un paese, al centro del Mediterraneo, le specie di pesce che vengono pescate sono davvero molteplici, quindi è molto facile avere sempre del pesce fresco a tavola. C'è...
Economia Domestica

Come conservare le foglie di menta

Per ottenere dei piatti saporiti in cucina, molto spesso è richiesto l'utilizzo delle spezie e delle erbe aromatiche. Le spezie e gli aromi di cucina, donano sicuramente un sapore diverso ad ogni piatto, regalando profumi e sensazioni davvero gradevoli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.