Come conservare i kiwi

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Novembre è la stagione in cui si raccolgono i kiwi. Questi ottimi frutti dal sapore particolare sono estremamente ricchi di vitamine e altre sostanze benefiche. Un vero toccasana per la vostra dieta! Perfetti da mangiare con un cucchiaio a merenda o da aggiungere allo yogurt a colazione. Il problema dei kiwi però è che non sono sempre facili da conservare. Ma bastano alcune accortezze per un avere problemi di questo tipo. Siete dei grandi amanti di questi gustosi frutti? Avete una cassetta di kiwi e non volete sprecarli? Vediamo insieme come fare per conservare i kiwi a lungo.

27

Occorrente

  • Frigo
  • Freezer
  • Barattoli
37

In frigorifero

Il metodo classico per conservare i kiwi a breve termine è in frigorifero. Ci sono però alcune accortezze per farli durare più a lungo. Se i kiwi sono maturi, fate attenzione a non farli entrare a contatto con altra frutta. In particolare banane e mele favoriscono la maturazione del kiwi. Possono quindi essere la causa che farà durare pochissimo i vostri amati kiwi. Meglio quindi conservarli in scatole separate nell'apposito reparto del vostro frigorifero. Se dovete portarvi dei kiwi fuori casa è sempre meglio portarli interi. Tagliateli solo il momento del consumo, in modo da conservarli al meglio.

47

In freezer

Un altro merodo per conservare i kiwi è congelarli. Sbucciate i kiwi con cura e togliete la parte più dura centrale. Tagliate i vostri kiwi a rondelle o a cubetti. Procedete poi a congelarli separatamente. Trascorsa circa una giornata potete quindi trasferire in un unico sacchetto. I pezzettini infatti saranno congelati e non si attaccheranno l'uno all'altro. Amato usare i kiwi per preparare ottimi smoothies? Allora prima di congelarli potete ridurre i frutti in purea. In questo caso potrete congelarli poi dentro apposite scatole plastiche. Sbizzarritevi mescolando più tipi di frutta per creare smoothies ancora più golosi! Un esempio? Kiwi, ananas e latte di cocco: esotico e freschissimo!

Continua la lettura
57

In marmellata

Se avete una grande quantità di kiwi e volete conservarli a lungo tempo, potete fare delle confetture. Ci sono diverse ricette che potete seguire. A seconda dell' acidità dei kiwi potete regolare con lo zucchero o con del limone. Una volta effettuate le marmellate potrete conservarle a lungo sottovuoto. Potete usarle per una crostata, per un dolce particolare o semplicemente spalmata su una fetta biscottata. Avete visto quante possibilità ci sono per conservare i kiwi? Speriamo che almeno uno di questi metodi vada bene per le vostre necessità. Ora siamo sicuri che i vostri kiwi non andranno mai più sprecati!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fate attenzione ai cibi con cui vengono a contatto i vostri kiwi!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Frutta e verdura di stagione: la spesa di Febbraio

Il rigido mese di Febbraio, dal Latino"februare", nel lontano calendario romano rappresentava il periodo dedicato ai riti di purificazione. Oggi queste antiche usanze sono ormai andate perdute e quasi dimenticata, eppure Febbraio potrebbe essere il mese...
Economia Domestica

Come conservare frutta e verdura

Frutta e verdura sono alimenti che non devono mai mancare nella nostra alimentazione. Esse sono fonte primaria di vitamine e sali minerali e contengono proteine e fibre, nutrienti vitali ed essenziali per il nostro organismo. Per capire come conservare...
Economia Domestica

Guida alla spesa di stagione: inverno

Nell'ultimo secolo, grazie al progresso tecnologico, è possibile reperire sui banchi del supermercato o del fruttivendolo, frutta e verdura fuori stagione proveniente da chissà dove o più semplicemente prodotta nelle serre. Probabilmente ognuno di...
Esterni

Come coltivare verdura sul balcone

Sembra incredibile ma l'uso di coltivare verdura sui balconi viene dalle metropoli, dove spesso i prezzi della materia prima diventano proibitivi mentre abbondano gli spazi sui tetti piani dei grattacieli che prima rimanevano inutilizzati. In questa guida...
Economia Domestica

10 regali di Natale da mangiare

Ogni Natale i generi alimentari sono tra i regali più gettonati degli italiani, graditi in modo particolare se preparati con le proprie mani. Questa scelta consente di risparmiare sulla spesa, di creare qualcosa di proprio con divertimento, di fare un...
Esterni

Come realizzare un giardino segreto

Il lavoro, lo studio, gli impegni familiari e le attività extra che eseguiamo quotidianamente ci fanno vivere una vita abbastanza movimentata. Ormai è quasi impossibile trovare un po' di tempo da dedicare a se stessi per pensare in libertà ed in completo...
Economia Domestica

Come conservare i limoni

Se abbiamo un giardino o un ampio terrazzo, possiamo coltivare i limoni e raccoglierli quando sono maturi, ma il problema tuttavia è legato alla produzione che se è particolarmente abbondante, ci costringe a conservarli. In questa guida ci sono quindi...
Economia Domestica

Come conservare gli gnocchi fatti in casa

Se amate realizzare in casa della pasta fresca come ad esempio gli gnocchi, ed intendete poi conservarne un buon quantitativo senza cuocerli, potete adottare alcuni semplici e funzionali accorgimenti. Si tratta infatti, di seguire delle linee guida ben...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.