Come conservare i cibi in frigorifero con i contenitori

Tramite: O2O 01/03/2016
Difficoltà: media
17

Introduzione

Siete stanchi di gettare alimenti andati a male in frigorifero? Sapevate che le modalità di conservazione nei moderni frigoriferi influenzano (e di molto) i tempi di mantenimento?
I refrigeratori no-frost (come la quasi totalità dei dispositivi moderni) hanno introdotto un sistema di deumidificazione dell'aria che permette di evitare la formazione di ghiaccio all'interno dell'elettrodomestico, che, tuttavia, tende a far seccare gli alimenti umidi non inseriti in contenitori.
Proprio per tale ragione, nella presente guida, seguendo qualche semplice accorgimento, vi illustrerò come conservare i vostri cibi più a lungo in frigorifero con i contenitori. Vediamo quindi come procedere.

27

Occorrente

  • frigorifero
  • alimenti
  • contenitori
  • carta assorbente o fazzoletto di stoffa
37

Innanzitutto, ogni frigorifero che si rispetti, è dotato di un vano per frutta e verdura, e proprio questo va utilizzato per un importante motivo. Generalmente, chiusi alle correnti interne del frigorifero, questi scompartimenti, prevengono la formazione di condensa e l'eccessiva essiccazione. Da evitare assolutamente sono gli involucri in plastica e derivati, che garantiscono solo una colonia di muffe nell'arco di pochi giorni. Per quanto riguarda salumi ed affettati, anche questo tipo di alimenti è altamente suscettibile alle variazioni di umidità e temperatura, in un ambiente ideale possono essere conservati per una settimana e più.

47

Successivamente, sempre a causa delle gioie e dolori del "no-frost" è importante cercare di sigillare alimenti precotti una volta aperti o parzialmente consumati. Questa pratica aiuterà a non disperdere aromi e a non far asciugare gli umidi. I formaggi (a pasta molle o dura che siano) vanno conservati nei ripiani centrale e, dove presente, nell'apposito scompartimento. Prima di riporli in frigorifero, è consigliato avvolgerli in carta assorbente o in un fazzoletto di stoffa per evitare che l'umidità liberata favorisca la formazione di muffe e batteri.

Continua la lettura
57

Anche il pesce può essere conservato in frigorifero per massimo un giorno e assolutamente chiuso in sacchetti di plastica per fermare la formazione di cattivi odori. In ogni caso, è assolutamente sconsigliato inserire in frigorifero alimenti caldi. Controllate periodicamente l'assenza di alimenti andati a male, le muffe si propagano rapidamente anche al cibo "sano". Inoltre, nel caso si formi del ghiaccio sul fondo del frigorifero, è consigliabile sbrinarlo al più presto, consumando tutti gli alimenti e lasciandolo staccato o spento per qualche ora.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

10 consigli per conservare gli alimenti nel frigorifero

Una volta acquistato un prodotto, è fondamentale il modo in cui esso va conservato. Regole precise e buone norme igieniche rivestono davvero un'importanza notevole. In questa guida vogliamo illustrarvi 10 consigli per conservare gli alimenti nel frigorifero....
Economia Domestica

Come conservare i cibi cotti

Conservare i cibi cotti senza che vadano a male è una problematica piuttosto diffusa e comune nel corso della vita di ognuno di noi. Naturalmente per consumarli senza recar danno alla nostra salute bisognerà seguire determinate regole che, seguite attentamente...
Economia Domestica

10 cibi da non conservare in frigo

Quante volte capita di storcere il naso prendendo qualcosa dal frigo, perché è andato a male? La conservazione dei cibi in frigo deve essere un'abitudine consapevole, e non spropositata. Svariati alimenti non necessitano di essere riposti proprio lì,...
Economia Domestica

5 modi per conservare i cibi

Ci sono diversi metodi di conservazione dei principali prodotti alimentari che è possibile attuare a casa e che aiutano a conservare in modo più efficace il cibo a lungo termine. Questi includono l'inscatolamento, il congelamento, l'essiccazione, il...
Economia Domestica

Come regolare la temperatura del frigorifero

A volte le azioni domestiche più semplici appaiono come degli ostacoli insormontabili. In prevalenza tutte le case dispongono di elettrodomestici, piccoli o grandi. Fra di essi, il frigorifero risponde a delle importanti esigenze quotidiane. La sua funzione...
Economia Domestica

Contenitori da non mettere nel microonde

Il forno a microonde si colloca in cima alla classifica degli elettrodomestici per la sua comodità e la sua versatilità. Il microonde, infatti, scongela, riscalda e cuoce. Queste funzioni lo rendono un elettrodomestico indispensabile in qualsiasi casa,...
Economia Domestica

Come regolare la temperatura di un frigorifero Samsung

Se abbiamo da poco acquistato un frigorifero Samsung, ed intendiamo regolare la temperatura per conservare al meglio (specie in estate) cibi freschi e facilmente deperibili, è importante agire seguendo le istruzioni allegate all'elettrodomestico che...
Economia Domestica

Come conservare la frittura di pesce

Esistono ricette di cucina salutari (come l'insalata mista, il petto di pollo non panato o le verdure di stagione) e preparazioni culinarie non adeguate per il benessere fisico (quali la pasta alla carbonara, il supplì o le varie fritture). Consumare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.