Come conservare i carciofi

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il carciofo è un alimento molto utilizzato in in cucina perché, oltre ad essere molto gustoso e ricco di proprietà benefiche per il nostro organismo, può essere impiegato per la preparazione di moltissime ricette diverse tra loro, dando così un sapore particolare ai nostri piatti. Nella seguente guida scopriremo alcuni utili suggerimenti su come conservare al meglio questi ortaggi, in modo da poterli gustare ogni volta che desideriamo durante tutto l'arco dell'anno.

25

Conservare i carciofi sott'olio

Il modo migliore per conservare i carciofi, che permette allo stesso tempo di renderli anche più saporiti, è quello di metterli sott'olio. Dovrete innanzitutto pulirli accuratamente, rimuovendo le punte, i gambi e le parti esterne più dure, conservandone soltanto i cuori. Prendete poi una pentola abbastanza capiente e mettete a bollire un litro di aceto bianco con un bicchiere di vino bianco; per rendere il tutto più saporito, aggiungete anche un pizzico di sale e pepe, una foglia di alloro e dei chiodi di garofano. Lasciate cuocere i vostri carciofi nella pentola con gli altri ingredienti e, dopo qualche minuto, scolateli, asciugateli bene e lasciateli raffreddare fino al giorno successivo. Dopodiché metteteli all'interno di vasetti in vetro adeguatamente sterilizzati ed asciutti.

35

Congelare i carciofi

Un altro metodo altrettanto efficace per conservare i carciofi è quello di congelarli: per effettuare al meglio questa operazione, occorre prepararli in maniera adeguata per non perdere il loro gusto e la loro freschezza. Dopo averli puliti ed aver prelevato il cuore, mettete i carciofi in una soluzione composta da acqua e limone per circa 30 minuti, facendo attenzione che siano completamente immersi. Successivamente, cuocerli per qualche minuto sempre in acqua e limone e poi scolateli e fateli raffreddare. A questo punto, potete finalmente congelarli conservati sacchetti per alimenti da tenere nel freezer.

Continua la lettura
45

Conservare i carciofi sotto aceto

Un ultimo metodo semplice e molto indicato per conservare i carciofi per qualche mese, consiste nel metterli sotto aceto. Fate bollire in una pentola l'acqua salata e del succo di limone e mettete poi a cuocere per qualche minuto i cuori dei vostri carciofi, dopo averli adeguatamente puliti. Successivamente, scolateli e fateli asciugare per diverse ore, poi disponeteli all'interno dei vasetti di vetro puliti, aggiungendo sale e, a seconda dei vostri gusti, anche delle spezie e delle erbe aromatiche come i chiodi di garofano, il pepe, la menta e il cumino.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come pulire i carciofi

I carciofi sono una verdura originaria del Nord Africa; essi sono stati coltivati in Italia fin dall'epoca romana. Quando si comprano i carciofi freschi bisogna prestare attenzione; essi infatti devono essere: stretti, con le foglie compatte, senza rughe...
Economia Domestica

Frutta e verdura di stagione: la spesa di Dicembre

Per vivere bene e per mangiare sano, è indispensabile sempre mangiare i frutti e le verdure di stagione che ogni mese dell'anno è in grado di offrirvi. In ogni mese dell'anno infatti, sono disponibili diversi tipi di frutta e verdura, adatti per la...
Economia Domestica

Mese di marzo: guida agli ortaggi da comprare

Il terzo mese dell'anno è quello che ci conduce verso lo sbocciare della primavera. A marzo, gli inconfondibili colori e sapori di questa stagione, entrano nelle nostre case con tutto il loro carico di naturale bontà. Nel mese di marzo la tavola risulta...
Economia Domestica

Guida alla spesa di stagione: inverno

Nell'ultimo secolo, grazie al progresso tecnologico, è possibile reperire sui banchi del supermercato o del fruttivendolo, frutta e verdura fuori stagione proveniente da chissà dove o più semplicemente prodotta nelle serre. Probabilmente ognuno di...
Economia Domestica

Come conservare gli alimenti in salamoia

Molti hanno la passione di preservare gli alimenti in salamoia, che possono essere olive, oppure peperoni, o ancora dei buonissimi funghi e così via dicendo. Ma prima di tutto, bisogna sapere cos'è la salamoia e sopratutto come la si può creare. La...
Economia Domestica

Come conservare frutta e verdura fresca in frigo

Se diamo una rapida occhiata ai tempi trascorsi, considerando quanto fosse complicato conservare gli alimenti in mancanza della moderna tecnologia, ci rendiamo conto di vivere attualmente in un periodo sicuramente vantaggioso per l'uomo, scevro da molte...
Economia Domestica

Come scegliere la centrifuga per frutta e verdura

La centrifuga è un elettrodomestico indispensabile in cucina. Grazie ad essa è possibile realizzare succhi e centrifugati di frutta e verdura ottimi e salutari, senza particolare sforzo e velocemente. In commercio ne esistono svariati modelli. Ecco...
Arredamento

Come scegliere un tavolo da giardino provenzale

In generale, i giardini francesi celebrano i piaceri e le bellezze della natura, spaziando liberamente in volumi, forme, colori e fragranze. Tessono bellezza ed utilità e non esitano a mischiarsi di frutta, fiori ed ortaggi; questi, infatti, possono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.