Come conservare i cappotti e i giubbotti

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

È arrivato l'autunno e la temperatura inizia a calare. Iniziamo a tirare fuori i cappotti e i giubbotti ma ci rendiamo conto che c'è un problema. Infatti hanno un brutto odore o appaiono rovinati. Magari sono ancora utilizzabili ma l'inverno scorso erano come nuovi. Se vogliamo evitare di rovinare i nostri capi dobbiamo conservarli nel modo più corretto possibile. In questo modo quando andremo a tirarli fuori saranno esattamente nelle condizioni in cui li abbiamo lasciati la stagione precedente. In questa guida vedremo alcuni trucchi per conservare nel miglior modo possibile i nostri cappotti e giubbotti dopo la stagione invernale.

26

Occorrente

  • deodorante antitarme
  • sacchetti per abiti o pellicola per indumenti
36

Prima di conservare i nostri cappotti e i nostri giubbotti dobbiamo assicurarci di averli puliti. Infatti, se li conserviamo sporchi, anche solo di polvere, l'odore penetrerà nelle fibre del tessuto e sarà molto più difficile da togliere. Possiamo portare i nostri capi in una lavanderia, così saremo sicuri che verranno puliti a dovere. Oppure possiamo optare per il fai da te, stando molto attenti a rispettare le indicazioni delle etichette. Se sbagliamo con il lavaggio, infatti, invece di risparmiare rischiamo di dover buttare direttamente il capo. Se non li abbiamo lavati a secco lasciamoli asciugare per bene, possibilmente al sole, per scongiurare la formazione della muffa.

46

Come seconda cosa controlliamo che i nostri cappotti e giubbotti siano completamente a posto. Controlliamo che abbiano tutti i bottoni e che le cerniere siano funzionanti. Nel caso effettuiamo tutte le riparazioni necessarie così da ritrovare il nostro capo pronto per l'uso. Un buon modo per proteggere i nostri giubbotti e cappotti è quello di deodorarli con uno spray antitarme profumato. Possiamo comprarne uno industriale al supermercato oppure optare per un prodotto fai da te.

Continua la lettura
56

Ora i nostri cappotti e giubbotti sono pronti e possiamo conservarli. Dovranno stare dentro l'armadio per alcuni mesi, quindi dobbiamo coprirli. Infatti, anche se stanno in un posto chiuso, gli armadi vengono aperti e chiusi, quindi la polvere entra lo stesso. Possiamo utilizzare i classici sacchetti per indumenti, stando attenti alle misure, soprattutto per la lunghezza. Esiste anche una pellicola per gli indumenti. In questo caso dobbiamo fare attenzione a non pressarla troppo addosso ai nostri cappotti e giubbotti per non stropicciarli. A questo punto non ci rimane che conservarli dentro gli armadi. Non li mettiamo in orizzontale ma lasciamoli appesi alle grucce. E non pressiamoli troppo tra di loro per non rovinarli. Ora possiamo stare tranquilli fino al prossimo inverno.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se le tagliamo, ricordiamoci di conservare sempre le etichette dei nostri giubotti e dei nostri cappotti
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare i cosmetici in estate

Nonostante possa sembrare banale, conservare i trucchi in estate nel modo giusto è fondamentale, soprattutto se si desidera mantenere nel tempo l'efficacia e la capacità coprente di determinati prodotti cosmetici (ad esempio di fondotinta, rossetti...
Economia Domestica

Come conservare e riutilizzare gli avanzi di cibo

Può capitare di preparare un pasto abbondante o di avere meno fame del previsto. Ci ritroviamo così con degli avanzi di cibo che non sappiamo come conservare e riutilizzare. È necessario pensare a cosa farne. Ma è importante anche sapere come conservarli....
Economia Domestica

Come conservare i semi di lino macinati

I semi di lino sono ideali per curare alcune patologie; infatti, producono un olio che si rivela particolarmente adatto per preparare delle tisane. Per ottimizzare il risultato, è però necessario prima essiccarli e poi macinarli in modo che si possano...
Economia Domestica

Come conservare il pesce

In Italia, una delle attività più praticate è sicuramente la pesca. Essendo un paese, al centro del Mediterraneo, le specie di pesce che vengono pescate sono davvero molteplici, quindi è molto facile avere sempre del pesce fresco a tavola. C'è...
Economia Domestica

Come conservare il basilico appena raccolto

In questa guida ti spiegherò in tre semplici passi come conservare il basilico appena raccolto. Infatti, spesso si hanno problemi con la conservazione del basilico, proprio per i seguenti motivi. Il basilico è una pianta dalle foglioline piccole e delicate....
Economia Domestica

Come conservare le foglie di menta

Per ottenere dei piatti saporiti in cucina, molto spesso è richiesto l'utilizzo delle spezie e delle erbe aromatiche. Le spezie e gli aromi di cucina, donano sicuramente un sapore diverso ad ogni piatto, regalando profumi e sensazioni davvero gradevoli...
Economia Domestica

Come conservare gli alimenti sottovuoto

Quando si sceglie di conservare gli alimenti sottovuoto, si decide di voler adottare una tecnica molto facile e davvero utilissima: essa consente al cibo di mantenere inalterate le sue caratteristiche organolettiche e nutrizionali, ma anche il suo sapore....
Economia Domestica

Come conservare i vasetti di pesto

Preparare in casa delle conserve è un ottimo modo per mangiare sempre in modo sano ed equilibrato. Utilizzando degli ingredienti freschi e genuini è possibile preparare qualsiasi salsa, che può essere utilizzata per condire la pasta, dei crostini,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.