Come conservare i capperi appena raccolti

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'alimentazione rappresenta un aspetto molto importante per garantire il benessere dell'organismo umano. Di conseguenza bisogna seguire un regime alimentare corretto anche quando non ci si trova in sovrappeso. Per assicurare una vita salutare, diventa rilevante consumare degli alimenti non industriali. Negli ultimi anni, le persone che realizzano un orto nel loro giardino stanno aumentando ed un motivo viene fornito dall'attuale crisi economica nazionale. Le verdure autoprodotte sono fondamentali per lo stato fisico dell'uomo e vanno mangiate abbastanza spesso. Nel presente tutorial di cucina, vediamo brevemente come conservare i capperi appena raccolti.

27

Occorrente

  • Capperi appena raccolti
  • Vasetto di vetro con chiusura ermetica
  • Sale grosso
  • Aceto di vino bianco
37

Lavare i capperi e farli asciugare al Sole

Prima di occuparsi della conservazione dei capperi appena raccolti, è necessario procedere al lavaggio. Radunandoli in un contenitore abbastanza capiente, si possono immergere nell'acqua fresca. Dovranno poi restare in ammollo per almeno 24 ore, affinché possano uscire dall'acqua totalmente puliti e con la giusta idratazione. Trascorso il giorno occorrente si possono finalmente scolare i capperi e lasciarli asciugare dai raggi solari. Quando l'acqua risulterà del tutto assente, si potrà decidere tra due modalità di conservazione (sotto sale o sotto aceto bianco). Vediamo dunque nello specifico come è meglio procedere in entrambe le situazioni.

47

Conservare i capperi sotto sale

Il primo metodo di conservazione dei capperi appena raccolti prevede l'impiego del sale. Una volta asciutti, è possibile approntare il contenitore da adoperare. Prendere un vasetto di vetro ed immergerlo nell'acqua che riempie una pentola. Portare ad ebollizione, in modo da sterilizzare correttamente il barattolo. Asciugare per bene il recipiente e disporre i capperi al suo interno. Iniziare con uno strato di capperi e ricoprirli con una manciata di sale grosso. Proseguire in questo modo finché non si riempie completamente il vasetto di vetro. Sigillare ermeticamente il contenitore tramite il suo coperchio e conservare i capperi al riparo dalle fonti di calore o umidità.

Continua la lettura
57

Conservare i capperi sotto aceto

Un sistema alternativo per conservare i capperi appena raccolti prevede l'utilizzo dell'aceto bianco. In questo caso, è necessario far macerare i capperi spargendoli di sale grosso. Prima di iniziare la conservazione vera e proprio, occorrono 48 ore di attesa. Dopo aver sterilizzato il vasetto di vetro secondo il modus operandi suggerito in precedenza, metterci dentro i capperi fino a riempirlo totalmente. Riscaldare l'aceto bianco in un pentolino, dunque versarlo all'interno del contenitore. Riempirlo fino all'orlo e lasciar raffreddare l'aceto bianco. Richiudere il barattolo tramite il coperchio e far riposare i capperi in un luogo asciutto, poco esposto alla luce.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come scegliere e conservare i capperi

I capperi sono i boccioli del Capperis spinosa, un arbusto rampicante molto diffuso nel bacino del Mediterraneo. Per il loro gusto intenso e particolarmente aromatico, si prestano alla preparazione delle pietanze più svariate. I capperi vantano notevoli...
Economia Domestica

Come raccogliere e conservare i capperi

La pianta del cappero è un arbusto che vive sui muri e sulle rupi, nelle regioni meridionali dell'Europa, attorno al Mediterraneo, presso il mare (specialmente nell'isola di Pantelleria, in Sicilia e in Provenza). Ha fusti esili, penduli, un po' spinosi,...
Economia Domestica

Come conservare i capperi sotto aceto

Se vuoi cimentarti nella conservazione dei capperi in modo tale da poterli gustare tutto l'anno prosegui con la lettura poiché questa guida potrebbe fare al caso tuo. I capperi vengono raccolti durante il periodo estivo e possono essere utilizzati in...
Economia Domestica

Come conservare i semi di lino macinati

I semi di lino sono ideali per curare alcune patologie; infatti, producono un olio che si rivela particolarmente adatto per preparare delle tisane. Per ottimizzare il risultato, è però necessario prima essiccarli e poi macinarli in modo che si possano...
Economia Domestica

Come raccogliere e conservare i semi dopo l'estate

Durante la bella stagione, a partire dalla primavera, sono tante le piante e i fiori che sbocciano. Il periodo tra Marzo e Aprile è il migliore per apprezzare la bellezza della nuova vita che nasce. Chi possiede un cortile o un giardino avrà con tutta...
Economia Domestica

5 modi per conservare i cibi

Ci sono diversi metodi di conservazione dei principali prodotti alimentari che è possibile attuare a casa e che aiutano a conservare in modo più efficace il cibo a lungo termine. Questi includono l'inscatolamento, il congelamento, l'essiccazione, il...
Economia Domestica

Come conservare i cosmetici in estate

Nonostante possa sembrare banale, conservare i trucchi in estate nel modo giusto è fondamentale, soprattutto se si desidera mantenere nel tempo l'efficacia e la capacità coprente di determinati prodotti cosmetici (ad esempio di fondotinta, rossetti...
Economia Domestica

Come conservare e riutilizzare gli avanzi di cibo

Può capitare di preparare un pasto abbondante o di avere meno fame del previsto. Ci ritroviamo così con degli avanzi di cibo che non sappiamo come conservare e riutilizzare. È necessario pensare a cosa farne. Ma è importante anche sapere come conservarli....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.