Come conservare frutta e verdura fresca in frigo

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se diamo una rapida occhiata ai tempi trascorsi, considerando quanto fosse complicato conservare gli alimenti in mancanza della moderna tecnologia, ci rendiamo conto di vivere attualmente in un periodo sicuramente vantaggioso per l'uomo, scevro da molte difficoltà che invece incontravano nel quotidiano i nostri antenati. Per conservare ad esempio la frutta e la verdura fresca, essi dovevano ricorrere all'uso del ghiaccio, con tutte le complicazioni di reperimento e di trasporto che questo comportava. Con l'avvento dei frigoriferi e dei congelatori, è stata risolta una grandissima parte di questi problemi, ma bisogna tener presente che è necessario conoscere come usarli bene, affinché gli alimenti in essi contenuti vengano conservati in modo corretto. Seguiamo quindi i consigli della guida e sapremo, al fine di poter mangiare sano e contestualmente evitare sprechi, come conservare nel modo giusto frutta e verdura fresche in frigo.

26

Iniziamo considerando che tutti i moderni frigoriferi sono dotati di un cassetto apposito, dedicato alla frutta ed alla verdura, dotato di una temperatura adatta, diretta a mantenerne la freschezza. Ma ciò che non dobbiamo mai dimenticare è di non conservare mai frutta e verdura insieme. La frutta e la verdura infatti, dopo essere state colte, emanano un gas inodore: l'etilene, innocuo e insapore. Qualora esse venissero in contatto, specialmente se costrette in spazi angusti come quello tipico del cassetto del frigo, il gas accelererebbe il processo di maturazione. Volendo, potremo noi stessi velocizzare questo processo, mettendo ad esempio una mela in un sacchetto con il frutto acerbo. Consideriamo anche che ogni alimento ha dei tempi di conservazione differenti; le mele ad esempio, si conservano in frigorifero per circa tre settimane, le pere una o due al massimo, le albicocche, i carciofi, la rucola e le banane cinque giorni, gli asparagi e l'avocado tre giorni circa. È bene quindi operare una scelta oculata ogni qual volta facciamo la spesa, in modo da poterci regolare ed evitare che frutta e verdura si deteriorino.

36

Per quanto riguarda le verdure, controlliamo se esse presentano delle radici; in tal caso bisognerà avvolgerle in tovaglioli di carta umidi prima di riporle nel frigo. Per le verdure a foglia, occorrerà rimuovere eventuali elastici e tagliare le estremità, specialmente se rovinate. Le verdure a foglia verde, come rucola e lattuga, possono anche essere lavate mettendole a bagno in acqua e poi asciugandole molto bene con della carta da cucina, prima di riporle in frigo. Dovremo comunque aver cura di inserirle in sacchetti di plastica, sui quali praticheremo dei piccoli fori per permettere un corretto flusso d'aria. Le erbe, come prezzemolo o basilico, ed i funghi invece non devono essere lavati fino al loro utilizzo. Per quanto concerne la frutta invece, è utile sapere che ricorrere al frigo è necessario solo in caso essa sia già matura. Al contrario infatti, se la frutta è ancora acerba, è bene conservarla fuori dal frigo in un luogo fresco e lontano dall'umidità. Una refrigerazione prematura fa perdere sapore e fa sviluppare una consistenza farinosa.

Continua la lettura
46

Un'altra regola è quella di non sovraccaricare lo scomparto della frutta o della verdura, poiché in uno spazio ridotto, esse tendono a marcire più in fretta. Ricordiamo poi di sigillare con della pellicola trasparente le verdure tagliate e parzialmente consumate, come una mezza cipolla ad esempio. Per conservarla possiamo anche usare un contenitore apposito, purché ermetico. Teniamo sempre sotto controllo lo stato di maturazione degli alimenti e se valutiamo di non riuscire a consumarli per tempo, possiamo surgelarli in modo da poterli cucinare più avanti. Un ultimo accorgimento riguarda la pulizia del frigorifero, che va eseguita almeno una volta a settimana, per tenere gli alimenti al riparo da muffe e umidità. Per detergerlo correttamente ed eliminare tutti gli odori, senza usare prodotti chimici, possiamo usare acqua e aceto. Per evitare la formazione di cattivi odori invece, possiamo mettere un bicchierino o un piccolo contenitore con del bicarbonato, direttamente in frigo, essendo notoriamente in grado di assorbirli.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come congelare frutta e verdura

Il congelamento è un valido sistema che permette di conservare più a lungo gli alimenti, conservando tutte, o quasi tutte, le proprietà nutritive ed organolettiche. Attraverso questo tutorial, vi illustreremo, in modo particolare, il corretto metodo...
Economia Domestica

Come lavare frutta e verdura

Al giorno d’oggi non si può più essere sicuri di quello che si mangia, è per questo che risulta molto importante l’igiene quando si tratta alimenti, soprattutto per quanto riguarda la frutta e la verdura. Non di rado infatti succede che i vari...
Economia Domestica

Come conservare l'insalata lavata in frigo

Se al supermercato abbiamo acquistato dell'abbondante insalata ed intendiamo conservarne un buon quantitativo nel frigo, la possiamo anche lavare purché rispettiamo alcune regole fondamentali affinché non marcisca. Nello specifico si tratta di procedimenti...
Economia Domestica

Come conservare la provola fresca

Se abbiamo acquistato presso un caseificio della provola fresca di vaccino o di bufala, e dopo averne consumato una parte intendiamo conservare quella restante, è importante attenersi ad alcune regole ben precise proprio per i latticini freschi. In riferimento...
Economia Domestica

Come conservare la scamorza fresca

La scamorza è un formaggio a breve stagionatura, originario delle regioni meridionali, ottenuto da un misto di latte vaccino e ovino oppure solo vaccino. Si distingue per la classica forma a "pera" con una "testa" più piccola seguita da una strozzatura...
Economia Domestica

10 cibi da non conservare in frigo

Quante volte capita di storcere il naso prendendo qualcosa dal frigo, perché è andato a male? La conservazione dei cibi in frigo deve essere un'abitudine consapevole, e non spropositata. Svariati alimenti non necessitano di essere riposti proprio lì,...
Economia Domestica

Come conservare la pasta fresca fatta in casa

La pasta fresca è sempre presente sulle tavole italiane e anche all'estero. L'ingrediente base per la pasta fresca è l'uovo, insieme alla farina e al sale. Preparare l'impasto è davvero facile: basta formare una fontana fatta di farina, aggiungere...
Economia Domestica

Come conservare l'erba cipollina fresca

L'erba cipollina è una spezia gustosa e facile da abbinare. Si coltiva con grande semplicità in vasetti o nell'orto. Cresce senza grandi problemi e senza bisogno di particolari cure. L'erba cipollina inoltre si abbina facilmente a molte pietanze. Il...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.