Come coltivare in vaso l'acero giapponese

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'acero giapponese, che appartiene alla famiglia delle aceracee, è uno degli alberi più usati per creare giardini o balconi ornamentali. La sua caratteristica più evidente è data dal fogliame, che ha un bel colore rosso scuro. Specialmente in autunno le foglie, che sono formate da cinque lobi, assumono una varietà di sfumature di rosso davvero straordinaria. Inoltre in primavera l'acero giapponese produce anche dei piccoli fiori, anche loro di colore rosso. Se non hai un giardino ma ti piacerebbe comunque coltivare questa pianta in casa puoi farlo tranquillamente, visto che si adatta anche alla vita di appartamento. Ecco come coltivare in vaso l'acero giapponese.

24

La piantina o i semi

A seconda di quanta pazienza hai puoi decidere di acquistare in vivaio una piantina di acero rosso, oppure puoi partire direttamente dalla coltivazione dei semi. Tieni presente che questo albero, nonostante abbia un aspetto fragile e delicato, è in realtà molto resistente e non richiede cure particolari. Devi solo osservare alcuni accorgimenti per farlo crescere forte e rigoglioso. Una volta che hai portato a casa la tua piantina, abbi cura di collocarla in un luogo luminoso, ma dove non riceva luce diretta per troppe ore al giorno, perché questo potrebbe danneggiarne le foglie.

34

L'esposizione e il terreno

Se vuoi mettere l'alberello sul balcone, puoi farlo con tranquillità poiché l'acero rosso, benché sia originario dei Paesi orientali, si è ben abituato al nostro clima mediterraneo e non teme troppo gli sbalzi di temperatura. L'unica cosa da cui lo devi tenere al riparo sono il grande freddo (ovvero sotto i 15 gradi) e il vento. Quindi abbi cura di scegliere per il tuo acero giapponese un luogo ben riparato. Riguardo al terriccio, deve essere ben drenante per evitare i ristagni d'acqua. L'ideale sarebbe una composizione di due parti di terriccio universale e una parte di terriccio per piante acidofile.

Continua la lettura
44

Il vaso e le innaffiature

Man mano che la tua pianta cresce dovrai procedere con dei successivi rinvasi scegliendo contenitori sempre più grandi. Alla fine ne servirà una dal diametro di 50-60 centimetri. Sarebbero preferibili vasi in terracotta smaltata o ceramica, sia per una questione estetica ma anche per una migliore salute dell'albero. L'acero rosso ha bisogno di acqua, ma non troppa: il terreno deve sempre essere umido, mai secco. D'inverno può essere molto utile eseguire la pacciamatura, ovvero mettere dei pezzi di corteccia, o dei ciottoli leggeri e di colore chiaro, sopra la superficie del terreno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come creare delle aiuole sul terrazzo

Chi ama il pollice verde sa che le piante hanno la necessità di essere particolarmente curate e tenute in ordine. Se viene eseguito un buon lavoro le piante possono divenire un particolare elemento estetico per la propria abitazione. Per chi volesse...
Arredamento

Come arredare casa con i legni chiari

Il legno è un materiale molto resistente e particolarmente apprezzato per arredare la propria casa. Infatti, esso si adatta adeguatamente a tutti gli ambienti e a tutti gli stili, da quelli più tradizionali a quelli più moderni. Il colore del legno...
Arredamento

Come arredare la cucina in stile liberty

Lo stile liberty, o Art Nouveau, si sviluppa fra la fine del diciannovesimo secolo e l'inizio del ventesimo. I motivi ricorrenti sui mobili mescolano elementi antichi e moderni al tempo stesso. Conferiscono movimento e vitalità all'arredamento. Nell'insieme...
Arredamento

Come scegliere il legno giusto del parquet

Ecco un'interessante guida, attraverso il cui aiuto poter imparare come e cosa fare per scegliere nella maniera corretta, il legno giusto del parquet. Avere un parquet in casa, è il sogno ed anche il desiderio di molte persone e grazie a questa semplice...
Arredamento

Come arredare la casa in stile giapponese

Arredare la casa secondo il gusto personale significa manifestare il desiderio di esprimere se stessi, per far trasparire la propria personalità. Sicuramente la moda ha un ruolo fondamentale e, qualora desideriate seguirla per restare in linea con i...
Arredamento

Come arredare una camera da letto giapponese low cost

Nonostante possa sembrare uno stile di arredamento bizzarro e fuori dal comune, arredare una camera da letto in perfetto stile giapponese è in realtà un'idea originale e fantasiosa, basta infatti un minimo di fantasia per regalare alla stanza da letto...
Arredamento

Come arredare una camera da letto in stile giapponese

Arredare una camera da letto può rivelarsi un'esperienza molto divertente, creativa e stimolante. Per arredare con stile e fantasia una camera da letto non è necessario possedere competenze tecniche precise: basterà avere un po' di buona manualità...
Arredamento

10 consigli per arredare una camera da letto stile giapponese

La scelta dei mobili e la gestione dello spazio delle camere da letto riveste un ruolo fondamentale in quello che è l'arredamento di tutta la casa: questo perché si tratta del luogo deputato al riposo e al benessere e necessita quindi di essere confortevole...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.