Come Chiudere Un Terrazzino Interno Di Passaggio

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Tantissime volte ci sarà capitato almeno una volta nella nostra vita, di trovarci di fronte ad un dilemma, che riguarda casa nostra. In questo caso, stiamo parlando in modo specifico, su come chiudere un terrazzino, interno di passaggio. Questo nella stragrande maggioranza delle volte, ci aiuta molto, a superare quei problemi di viabilità interni alla nostra abitazione. Infatti, questo può sicuramente, diventare una sorta di vialetto. Questo permetterà sicuramente il passaggio dal plesso centrale della nostra casa, alla sede distaccata, che sia molto più semplice. Soprattutto questo, quando piove, o c'è molto freddo, aiuta molto. Ecco perché attraverso questa serie di semplicissimi passaggi, andremo a vedere come chiudere Un Terrazzino Interno Di Passaggio

26

Occorrente

  • fantasia, creatività, voglia di fare
36

Se non si hanno bambini piccoli, il problema solitamente non ce lo poniamo, in quanto anche un doppio tubo in ferro posto orizzontalmente in cima alla scala, può essere sufficiente a non causare incidenti. Non volendo fare fare opere in muratura scegliendo di lasciare lo spazio più aperto possibile, mi sono guardata intorno per capire come potevo fare a eliminare comunque qualsiasi pericolo - anche solo temporaneamente - senza un consistente dispendio di denaro ed energie.

46

Ho optato allora per due grate in plastica (ma potevano essere anche in legno, che hanno un aspetto molto più raffinato ed elegante se vogliamo) di quelle che si usano in giardino per far arrampicare le piante, e le ho fissate alla ringhiera in più punti in modo che non si muovessero. Il problema era sicuramente risolto con una soluzione temporanea da togliere quando il cucciolo fosse cresciuto e avesse capito di non doversi sporgere, e una minima spesa, ma rimaneva il gusto estetico da valutare. Dopo aver riflettuto un po' e pensato anche alla destinazione originale delle grate, ho pensato di abbellirle agganciando al ferro superiore dei vasi in plastica per piante a caduta.

Continua la lettura
56

Qui potevo scegliere tra piante vere tipo il potos, piante fiorite oppure piante artificiali. Ho optato per quest'ultima soluzione creando delle composizione con tralci di gelsomino e roselline, e affidandomi a piante fiorite già complete. In questo modo non c'è nemmeno bisogno di innaffiare o perdere tempo in cure e travasi: la scelta più facile ma di sicuro effetto scenico!
La soluzione non sarà ottimale ma ho eliminato il pericolo cadute e ho creato una sorta di balcone fiorito (anche se artificiale) che ha personalizzato ulteriormente un angolo della casa.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Trovare nuovi impieghi agli oggetti può farci scoprire quanto siamo creativi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come impermeabilizzare un terrazzino

Se abbiamo un terrazzino ed intendiamo impermeabilizzarlo per evitare che l'acqua piovana o quella delle innaffiature delle piante tracimi nel solaio sottostante, possiamo farlo senza necessariamente chiamare un tecnico specializzato e quindi con delle...
Ristrutturazione

Come Fissare Una Canaletta A Vista Per Il Passaggio Dei Fili Elettrici

Le canalette a vista sono il sistema più rapido, semplice e comodo per stendere e fissare circuiti elettrici aggiuntivi. Per potere fissare le canalette sulla superficie su cui vorrete fare passare i fili elettrici, dovrete eseguire delle facili operazioni,...
Ristrutturazione

Come chiudere un buco nel cartongesso

Il cartongesso serve per rivestire pareti ma anche per creare delle intercapedini in zone dove necessita un isolamento acustico o termico. In quest’ultimo caso, i pannelli in cartongesso vanno montati su barre di alluminio opportunamente distanziate...
Ristrutturazione

Come chiudere con lo stucco i buchi sul muro

In tutte le case è inevitabile, prima o poi, dover intervenire per spostare dei quadri, eliminare delle mensole o, semplicemente, per chiudere delle crepe che si sono create nei muri a causa dell'umidità o di infiltrazioni. In questi casi è sufficiente...
Ristrutturazione

Come costruire un muro divisorio interno

Quando si è in fase di costruzione o ristrutturazione di un'abitazione, si è sempre in tempo per applicare delle modifiche ad essa, per esempio, spesso salotto e cucina coincidono e se non si è soddisfatti di questa sistemazione, è possibile in maniera...
Ristrutturazione

Come foderare l'interno di una vetrina

La vetrina è un complemento d'arredo che non può mancare in un soggiorno. Nella vetrina poniamo gli oggetti più belli da mettere in mostra, piatti, tazzine, bomboniere di ceramica e suppellettili di ogni tipo. Il mobile con gli sportelli in vetro che...
Ristrutturazione

Come isolare un muro interno con una parete in cartongesso

Se avete una parete della casa che intendete isolare sia dal punto di vista termico che acustico, potete usare il cartongesso. Questo materiale è ideale per ottimizzare il risultato perché è ignifugo, si presenta perfettamente levigato e la posa avviene...
Ristrutturazione

Come riparare una crepa su un muro interno

Le crepe sui muri si formano per due principali motivi: movimenti e assestamenti primari dell'edificio stesso (anche se di costruzione datata) e assestamenti secondari derivanti dal movimento del terreno, su cui l'immobile è posto. Naturalmente, per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.