Come chiudere le utenze di acqua e gas

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Tutti sappiamo che chiudere le utenze sia dell'acqua che del gas è un'operazione necessaria quando si deve cambiare casa. Tuttavia esistono due metodi per poterlo fare: disdire del tutto i contratti oppure modificare il sistema della voltura che, è applicabile solo nel caso in cui la casa è propria. Ogni fornitore di acqua, che agisce nell'ambito di un contratto è esente da ogni responsabilità civile derivante o relativa alla cessazione dei servizi idrici in forza di tale contratto. L'accordo contiene una clausola, nella quale è specificato che le spese e il costo del fornitore siano ricalcolati ogni anno e, che l'importo dovuto durante l'anno successivo può essere aumentato o diminuito, in base a qualsiasi cambiamento riguardante i costi e le spese. Seguite attentamente i passi di questa guida che vi spiegheranno come chiudere le utenze di acqua e gas.

26

Occorrente

  • documento di identità
  • codice fiscale
  • ultima bolletta pagata
36

Richiedere la disdetta

Per salvaguardarvi è fondamentale leggere con attenzione le clausole che sono presenti nel contratto sottoscritto con l'azienda che eroga sia l'acqua che il gas. Dopo esservi resi conto di non andare incontro a nessuna penale, potete procedere con la richiesta di disdetta. La richiesta può essere eseguita chiamando il numero verde dell'azienda e, parlando direttamente con l'operatore oppure recandovi di persona presso l'ente stesso. Qualunque sia la modalità di disdetta, è basilare avere a portata di mano un documento d'identità, il codice fiscale e una copia dell'ultima bolletta ricevuta.

46

Chiudere acqua e gas con il sistema della voltura

Se l'operazione andrà a buon fine, la comunicazione di avvenuta conferma dell'operazione sarà spedita direttamente a casa e, la caparra lasciata al momento della sottoscrizione del contratto vi sarà subito resa. La chiusura delle utenze di acqua e gas avverrà in tempi molto brevi. Qualora decideste di eseguire la chiusura applicando il sistema della voltura, non bisogna fare altro che richiedere sul contratto il cambio dell'intestazione, recandovi negli appositi uffici insieme all'affittuario della casa. È bene sapere che l'erogazione del servizio non sarà interrotta in alcun modo.

Continua la lettura
56

Comunicare la volontà di recedere dal servizio

Di prassi la voltura deve essere richiesta direttamente dal nuovo intestatario, che dovrà sapere che in un secondo tempo dovrà pagare i contributi fissi per gli oneri amministrativi, quindi il contributo fisso e l’imposta di bollo. L'unica operazione da fare sarà quella di comunicare alla società la volontà di recedere dal servizio, tramite telefono o recandovi direttamente ad uno sportello dell'Ente; in alternativa è possibile anche fare una raccomandata con ricevuta di ritorno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come assicurarsi che non ci siano fughe di gas

Le fughe di gas sono molto pericolose perché causano incendi ed esplosioni, ma ancora più insidioso è il monossido di carbonio, molto velenoso e potenzialmente mortale. Come assicurarsi che non ci siano fughe di gas in casa? In questa guida cercheremo...
Economia Domestica

Come risparmiare con lo scaldabagno a gas

Lo scaldabagno è un elettrodomestico utilizzato per la produzione di acqua calda, può essere alimentato ad energia elettrica o a gas. Vediamo insieme le caratteristiche dello scaldabagno a gas. Senza dubbio questa tipologia è in assoluto la migliore...
Economia Domestica

Come risparmiare gas in cucina

Le bollette di gas e luce hanno un'incidenza notevole nel bilancio familiare: una delle stanze che ci impegna di più finanziariamente è la cucina perché è proprio qui che si concentrano gli apparecchi che funzionano a gas (caldaia e cucina). Il gas...
Economia Domestica

Come leggere il contatore del gas

Partiamo col dire che leggere il contatore del gas è un'azione che si deve saper fare, perché spesso diviene utile e si risparmia molto quando viene il tecnico per la lettura, quindi conviene che almeno uno in famiglia sappia farlo e lasci detto agli...
Economia Domestica

Come riscaldare la casa senza il gas

I sistemi di riscaldamento a gas sono più frequenti negli appartamenti, all'interno di palazzi sia nuovi che datati. Ciò in quanto l'installazione di un impianto a gas tramite caldaia, termosifoni, bombolone centralizzato o metanodotti sotterranei comporta...
Economia Domestica

Come ricavare acqua potabile dall'acqua di mare

Quante volte sarà capitato di organizzare un campeggio nei minimi dettagli scordando, all'ultimo istante, una delle cose fondamentali? Una di queste può essere proprio l'acqua potabile, utile per dissetarci. Accorgersi in itinere può risultare problematico...
Economia Domestica

Come rendere l'acqua frizzante

L'acqua rappresenta senza dubbio un elemento essenziale nella vita di ogni essere vivente. Al giorno d'oggi molte persone prediligono l'acqua frizzante rispetto a quella naturale, ma non tutti sanno però che è possibile renderla tale in maniera semplice,...
Economia Domestica

Come risparmiare sul gas propano

Il gas propano è un idrocarburo derivato dalla distillazione del petrolio che, miscelato con altri gas come butene, propene e butano, dà origine a quello che noi chiamiamo comunemente GPL, acronimo di Gas di Petrolio Liquefatto, molto utilizzato come...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.