Come carteggiare e stuccare le crepe

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In tutte le abitazioni, prima o poi capita di dover fare i conti con crepe o buchi più o meno importanti sulla parete. Queste possono essere dovute a cause serie, per le quali servono interventi mirati di risoluzione del problema, oppure possono essere causate da lavori mal riusciti sui muri. Quando si verificano episodi di questo tipo si può risolvere il problema in pochi istanti; a tal proposito, lungo i passi di questa guida vi mostreremo come carteggiare e stuccare le crepe. Seguiteci per conoscere tutti i dettagli.

27

Occorrente

  • Stucco (o malta), acqua; matita e pennello; spatola; tacchetto con carta vetrata grana 80, 220 o 240
37

Il primo passo da fare è quello di pulire la crepa sul muro utilizzando una matita ed un pennellino. Rimuovere anche gli eventuali calcinacci per lavorare in un'area pulita, in maniera tale che lo stucco abbia una buona presa ed il risultato finale sia gradevole alla vista. Dopodiché bagnate l'area con dell'acqua, prestando attenzione a non abbondare con le dosi: inumidite leggermente senza far gocciolare il liquido. A questo punto dovete scegliere quale tipo di materiale utilizzare per chiudere il buco; a seconda dei casi potete infatti utilizzare la malta al posto dello stucco.

47

Per i buchi di profondità superiore ai tre centimetri la malta risulta più appropriata; per tutti gli altri casi si può adoperare lo stucco, che si può acquistare in tutti i negozi di ferramenta. Potete poi scegliere di acquistare lo stucco in polvere, da preparare con dell'acqua, oppure lo stucco già pronto, venduto in pratici barattoli. Se il buco è ampio e si opta per lo stucco, si può riempire l'area con delle palline di carta di giornale prima di coprire la superficie con il prodotto.
Una volta presi tutti gli accorgimenti passate al lato pratico del progetto: utilizzate una spatola per prelevare un po' di prodotto da inserire all'interno della crepa. Riempite bene il foro senza preoccuparvi troppo di risultare precisi. Stendete lo stucco con movimenti uniformi dall'alto verso il basso e, una volta terminato, lasciate asciugare il prodotto.

Continua la lettura
57

Trascorso il tempo d'asciugatura si passa alla fase del carteggio, che serve per rendere il lavoro rifinito. Si tratta infatti di levigare lo stucco utilizzando un tacchetto rivestito con della carta vetrata grana 80. Iniziate a carteggiare, controllando di tanto in tanto il lavoro passando semplicemente la mano sulla superficie. Se sono presenti imperfezioni, continuate a carteggiare sino a quando il risultato non vi soddisferà. Per le ultime rifiniture potete utilizzare anche una carta vetrata con grana ridotta, tra i 120 e i 240. Il consiglio, durante queste operazioni, è quello di proteggevi utilizzando una mascherina e degli occhiali da lavoro.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Eseguite il lavoro con cura per i dettagli
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come carteggiare e stuccare una parete di gesso

Se dobbiamo rifinire una parete di gesso appena innalzata, sono necessarie almeno due importanti operazioni prima di procedere con la tinteggiatura. Nello specifico si tratta di stuccare e carteggiare la superficie, in modo da renderla liscia e setosa....
Ristrutturazione

Come stuccare il cartongesso danneggiato

Se in casa abbiamo rivestito delle pareti con il cartongesso oppure quest'ultimo è stato usato per creare tramezzi o mobili, e ci appare visibilmente danneggiato, possiamo intervenire con adeguate tecniche di restauro. In sostanza si tratta principalmente...
Ristrutturazione

Come rimediare alle crepe sul muro

Capita spesso di vedere delle crepe sul muro, sui pilastri o sulle costruzioni in cemento. In tutti i casi indicano la presenza di qualche problema da non sottovalutare per preservare la nostra incolumità. Se si tratta di piccole fessure, possiamo rimediare...
Ristrutturazione

Come mettere in sicurezza le crepe dei muri

All'interno di un'abitazione possono essere presenti delle crepe che nel tempo possono anche essere ritenute abbastanza pericolose. Le crepe sui muri possono essere dovute a diversi fattori, ed è indispensabile intervenire per evitare dei danni ulteriori...
Ristrutturazione

Come riparare le crepe nell'intonaco del caminetto

Nella seguente guida andremo a scoprire come riparare le crepe nell'intonaco del caminetto. Lo faremo attraverso una spiegazione che, passo dopo passo, in modo semplificato, vi porterà ad una facile comprensione delle modalità di riparazione delle crepe...
Ristrutturazione

Come eliminare le crepe sui muri

Eventuali fessurazioni a livello dell'intonaco, oppure dei movimenti di assestamento del terreno, possono dar luogo a delle crepe sulle pareti di un edificio; sgradevoli da guardare specialmente se si presentano all'interno delle nostre case. Solitamente...
Ristrutturazione

Come Aggiustare Le Crepe Di Assestamento Nelle Fondamenta

Facendo dei lavori che coinvolgono la casa fino al livello delle fondamenta, non è affatto raro notare la presenza di crepe più o meno grandi. Nonostante alla vista siano certamente preoccupanti, non è detto che sia qualcosa di grave: molto spesso,...
Ristrutturazione

Come eliminare crepe, fessure e macchie da pareti

Le crepe superficiali e le piccole fessure delle pareti sono un problema comune in molti appartamenti: spesso ci si rivolge a professionisti del mestiere, ma è bene sapere che queste possono essere riparate rapidamente con uno stucco acrilico o a base...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.