Come avere il permesso per costruire un fabbricato

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In Italia, prima di cominciare la costruzione di nuovi immobili, o anche prima di iniziare i lavori di ristrutturazione di quelli già esistenti, è necessario ottenere un Permesso di Costruzione dal Comune nel quale sorgerà l'edificio. Anche le piccole variazioni strutturali interne e di utilizzo dei locali di una casa, vanno approvate e legittimate dall'Ufficio Comunale preposto, solitamente chiamato con il nome di Ufficio Edilizia Privata. Nei passaggi che seguiranno, troverete tutte le informazioni su come avere il permesso per costruire un fabbricato.

26

Occorrente

  • copia del titolo di proprietà
  • documenti ed elaborati prodotti dal vostro progettista
36

Prima di tutto, è necessario rivolgersi ad un libero professionista regolarmente abilitato ad esercitare la professione, come un ingegnere o un architetto. A lui si chiederà, se non è ancora stato fatto, di redigere sia il progetto del fabbricato, che una dichiarazione che ne attesti la conformità rispetto alle norme legislative vigenti, come ad esempio quelle antisismiche, antincendio, igienico-sanitarie e di sicurezza. Se il fabbricato dovrà sorgere in un sito protetto da dei vincoli ambientali, artistici o architettonici, sarà necessario richiedere anche il benestare dell'Ente che si occupa di tutelare il vincolo.

46

Nel frattempo, con una copia del titolo di proprietà e tutto il materiale prodotto dal vostro progettista, dovrete recarvi allo sportello unico per l'Edilizia del Comune, dove verrà aperta una pratica a vostro nome, ed entro 10 giorni, vi verrà assegnato un Responsabile del Procedimento. Sarà lui che si occuperà di visionare tutti i documenti e controllare se il progetto soddisfa tutte le norme edilizie vigenti. I nuovi decreti in vigore hanno cercato di abbreviare di molto il tempo necessario per avere una risposta dal Comune.

Continua la lettura
56

Qualora sia intervenuta nel frattempo una Proposta di Provvedimento, i termini si cristallizzano per poi ripartire dalla data di presentazione delle variazioni al progetto richieste, oppure dalla data di presentazione al Comune dei documenti da integrare. Se invece il progetto vi viene rigettato, il Responsabile del Procedimento ha tempo ancora 10 giorni oltre i termini indicati per motivare la decisione presa. Dalla data di rilascio del Permesso di Costruzione all'inizio fattivo dei lavori, avrete un anno di tempo per posare la prima pietra. In conclusione, seguendo queste semplici mosse, sarete certi di riuscire ad ottenere il permesso di costruire per una qualsiasi tipologia di fabbricato.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Qualora foste sicuri della legittimità del vostro progetto, nonostante il diniego da parte del Comune, potrete rivolgervi al T.A.R. competente.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come costruire fondamenta di cemento

Come vedremo nel corso di questa guida, nonostante possa sembrare un'impresa difficile, costruire fondamenta di cemento è in realtà un lavoro piuttosto semplice. Con un po' di impegno e con un certo grado di dimestichezza manuale nel settore edilizio...
Ristrutturazione

Come progettare una villa

Tutti, almeno una volta nella vita, hanno immaginato di avere la casa dei propri sogni. Dall'immaginazione alla realtà il passo non è semplice; occorrono molti sacrifici per poterla realizzare. È importante avere pazienza, ma si ha bisogno soprattutto...
Ristrutturazione

Come costruire una casa a risparmio energetico

Il tema del risparmio energetico è un argomento molto in voga di questi tempi in cui la salvaguardia dell'ambiente, il rispetto della natura e la valorizzazione del territorio non si scontrano più con il "mero profitto", ma possono addirittura andare...
Ristrutturazione

Come costruire una tettoia in pergolato

La tettoia in pergolato è un'impalcatura fatta di legno o metallo per sostenere viti e piante rampicanti, ed è usata per fare ombra su terrazze e spazi antistanti di ville. Se se ne vuole costruire una, essa deve essere a norma di legge, per non ricevere...
Ristrutturazione

Come costruire una serra per l'orto

Come vedremo nel corso di questo interessante tutorial, se sei un amante del verde e del fai da te, costruire determinati strumenti apparentemente difficili può rivelarsi semplice e veloce, oltre a non richiedere il ricorso ad investimenti economici...
Ristrutturazione

Come costruire un muro di legno

Per diversi motivi di utilità ed estetica può capitare di dover modificare l'aspetto esterno della propria abitazione, ad esempio per costruire un portico innalzando una parete oppure per formare un muro in legno più che altro di sostegno per rinforzare...
Ristrutturazione

Come costruire una parete di mattoni

Ristrutturare casa indubbiamente è il momento buono per rinnovare e dare sfogo alla nostra fantasia, però spesso ci si scontra con il costo dei lavori che limita e, porta a modificare le idee creative nate prima di aver fatto i conti. Quante rinunce...
Ristrutturazione

Come costruire un muro portante

Per dare vita ad un edificio, è necessario iniziare dalle fondamenta. Un muro portante è essenzialmente lo 'scheletro' della costruzione. Esso prende infatti la funzione di sorreggerne l'intero peso evitandone il crollo. Su di esso non possono essere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.