Come arredare uno studio fotografico

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Se avete la passione della fotografia, l'unico modo per farla conoscere ed apprezzare agli altri risulta essere quello di aprire un vostro studio fotografico. Naturalmente, la soluzione più semplice e veloce per arredarlo al meglio, risulta essere quella di assumere un arredatore professionista, ma in questo modo spendereste di certo molto più demaro. Un'alternativa valida è quella di occuparvi voi stessi dell'arredamento, risparmiando così grosse somme del vostro denaro. A questo punto, non vi rimane che continuare a leggere con attenzione le semplici indicazioni riportate nei successivi passi di questa guida, per apprendere utilmente come arredare uno studio fotografico.

24

Dividere l'ambiente:

Innanzitutto, avrete bisogno di due zone separate, una sala di posa e una zona adibita ad ufficio. Non risulta essere necessario che le due sezioni vengano divise da una parete. L'importante è che siano funzionali al vostro lavoro, senza creare intralcio né a voi, né ai vostri clienti.

34

Ufficio:

Concentratevi sulla zona ufficio, qui avrete bisogno di una scrivania, una poltrona comoda per voi ed una altrettanto comoda per i vostri clienti. Visto che state arredando uno studio fotografico, spendete del tempo ad incorniciare i vostri scatti migliori e appendeteli alle pareti. In modo da creare delle composizioni accattivanti. Queste fotografie saranno il portfolio a disposizione dei clienti, il fiore all'occhiello del vostro lavoro. Per quanto riguarda la sala di posa, qui il discorso si fa, per forza di cose, più ampio e generico. Ciò dipende dal vostro budget, dal tipo di attrezzatura che avete a disposizione o che ancora desiderate comprare, e dallo spazio fisico a vostra disposizione. In linea di massima, vi occorreranno dei fondali.

Continua la lettura
44

Luci artificiali:

Per quanto riguarda le luci, esistono sostanzialmente due tipologie di luci artificiali, i flash e le luci continue.
Le luci flash, simili a quelle montate sopra le comuni macchine fotografiche, ma molto più grandi, hanno parecchi pregi. Tra i quali trovate il fascio luminoso estremamente modulabile, i consumi di energia elettrica ridotti all'osso e la regolazione precisa della luce emessa. Purtroppo soffrono del fatto che non consentono il controllo della corretta illuminazione, se non a scatto ormai avvenuto. In questo senso vi vengono incontro le luci ad emissione continua, al tungsteno, al neon e luci fredde al neon. Ciascuna di queste permette un controllo maggiore sulla scena, ma rappresentano una soluzione più dispendiosa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

10 idee per arredare il tuo studio

Come vedremo nel corso di questa guida, le decorazioni e lo stile d'arredamento della casa, sono aspetti importanti da non lasciare mai al caso. È importante infatti scegliere il giusto stile d'arredamento, anche se si tratta di uno studio, per conferire...
Arredamento

Come arredare uno studio dentistico

Questa guida è rivolta a tutti quei dentisti che vogliono iniziare un'attività in proprio ed hanno bisogno di qualche consiglio per arredare lo studio. È bene sapere che arredare uno studio dentistico richiede gli stessi accorgimenti necessari per...
Arredamento

5 consigli per arredare un piccolo studio

Quando si abita in un appartamento dalle modeste dimensioni creare uno studio per poter lavorare tranquillamente anche da casa. Può sembrare difficile riuscire ad adattarsi ma bisogna sfruttare al meglio gli spazi ed avere la giusta creatività per renderlo...
Arredamento

Come arredare uno studio grafico

Il mercato del lavoro è molto cambiato negli ultimi anni. Alcuni mestieri molto diffusi un tempo sono ormai del tutto scomparsi, o quasi, mentre se ne sono creati di nuovi, legati per lo più alle moderne tecnologie. L'uso sempre più massiccio della...
Arredamento

Come arredare lo studio

A differenza delle altre aree della casa, lo studio è la parte che maggiormente richiede di essere personalizzata in base alle proprie esigenze, per offrirci uno spazio di lavoro pratico e adatto ad accogliere in modo piacevole tutti i nostri clienti....
Arredamento

Come arredare un angolo studio

Ricavare una zona studio dallo spazio della propria casa è un'ottima idea sia per spronare i propri figli a studiare in maniera tranquilla e senza distrazioni, sia per poter gestire al meglio i conti della casa e organizzare tutti i documenti, nonchè...
Arredamento

Come arredare lo studio in stile industrial

Lo stile indutrial chic si sta diffondendo sempre di più, con le sue caratteristiche finiture rustiche come il mattone a vista e il legno grezzo. A questo si abbina un arredamento in acciaio e altri metalli, con un oggettistica che ricorda sempre più...
Arredamento

Come arredare uno studio creativo in casa

La creatività è una piacevole passione che va coltivata quotidianamente. Per far ciò occorrerebbe avere in casa uno spazio apposito, che sia una stanza piuttosto che un angolo. Infatti avere uno spazio pensato ad hoc, dedicato al nostro estro, ci permetterà...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.