Come arredare una casa con mobili antichi

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I mobili antichi hanno sempre avuto un fascino particolare, perché rispecchiano il gusto e lo stile di altre epoche. I mobili antichi sono unici e rari, vere e proprie opere d'arte e gli amatori di questi mobili li acquistano sempre per poter essere sicuri di possedere solo i migliori. Il fascino dei mobili antichi è senza tempo e sicuramente non passerà mai di moda. I mobili antichi, ereditati dai nostri nonni o restaurati, possono conferire un tocco di originalità e personalità alla nostra casa. Nella seguente guida, passo dopo passo, vedremo come arredare una casa con mobili antichi.

25

Disporre un oggetto antico in ogni camera

Ci sono due modi come impiegare i pezzi d'antiquariato: è possibile utilizzarli come elementi di una stanza arredata con pezzi più tradizionali o contemporanei, oppure si può escludere qualsiasi oggetto moderno e ricreare il passato in un ambiente composto interamente da oggetti antichi. Ogni camera ha un punto focale e l'antico può diventare il punto di riferimento della vostra camera, che consente di costruire intorno ad esso l'intero stile della vostra casa. Ad esempio, un orologio a pendolo antico può servire come punto focale in ogni stanza, lo stesso discorso vale anche per un armadio o un organo antico.

35

Giocare con i colori

Un pezzo antico può anche svolgere un ruolo di sostegno, di fatti è possibile aggiungere un singolo oggetto in una stanza che è arredata con finiture più moderne. Per fare questo, si deve adottare un tema singolare o una combinazione di colori che lega visivamente i pezzi fra loro. Per esempio, si potrebbe inserire un divano antico che ha un colore complementare o contrastante. Se non si dispone di tutti i pezzi che serviranno come punto focale, è possibile integrarli trasformandoli in altri oggetti, una credenza antica può funzionare bene come un tavolo o come un bar in camera.

Continua la lettura
45

Dare all'ambiente un aspetto uniforme

Se invece intendete creare un intero ambiente in oggetti d'antiquariato, il modo migliore per legare insieme i pezzi è attraverso il colore, il tessuto, il periodo e lo stile. Per esempio potreste scegliere un tessuto che richiami il colore dei mobili per dare alla stanza un aspetto uniforme. Lo stesso vale con le finiture, potreste aggiungere un'antica scrivania in ciliegio in una stanza di quercia in modo tale da rimanere coerente con i tessuti ed i colori usati nel resto dell'arredamento. Se avete un badget limitato, prendete seriamente in considerazione l'idea delle riproduzioni, le quali possono abbellire la casa senza svuotare il vostro portafogli!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come valorizzare i mobili antichi

I mobili antichi devono il loro valore all'età, alla rarità, alla condizione, all'utilità o ad altre caratteristiche rendono un pezzo d'arredo desiderabile come oggetto da collezione, e quindi definito "antico". Questi mobili possono essere dei prodotti...
Arredamento

Come Riconoscere I Mobili Antichi Autentici In Stile Adam

Gli elementi che compongono l'arredamento di un appartamento deve necessariamente avere una certa coerenza stilistica. Infatti esistono diverse tipologie e stili di arredamento che possiamo utilizzare per dare un certo stile agli ambienti della nostra...
Arredamento

Come arredare la casa con mobili classici

Arredare una casa non è una cosa semplice ma se avete già le idee chiare su quale stile di arredamento preferite, allora la cosa diventerà più agevole. Se avete avuto la fortuna di ereditare mobili antichi, oppure amate lo stile classico e retrò,...
Arredamento

Come arredare una casa con mobili d'epoca

Ci sono moltissimi modi diversi per arredare una casa, dai moderni design che prediligono materiali come l'acciaio, fino ai mobili d'epoca, realizzati in legno massello, dall'aspetto robusto e maestoso. I mobili d'epoca però non devono necessariamente...
Arredamento

Come riconoscere falsi mobili antichi del Settecento

Saper distinguere un mobile antico autentico da una copia è una dote rara che necessita di anni di studio e un certo intuito. Nel momento in cui intendi acquistare un mobile d'antiquariato rivolgi al rivenditore domande precise sull'epoca di costruzione...
Arredamento

Come Riconoscere I Mobili Antichi Neoclassici

Lo stile neoclassico nacque tra il 1770 e il 1800, dopo gli scavi di Ercolano e Pompei. Le influenze maggiori furono quelle francesi, prima lo stile Luigi XVI e successivamente lo stile Impero. I centri di maggiore sviluppo si concentrarono in Piemonte...
Arredamento

Come arredare la casa con i mobili in vimini

Per arredare una casa si possono sfruttare diversi materiali come il legno, il ferro ed il vimini. Quest'ultimo è particolarmente diffuso per ambienti un po' rustici anche se i mobili realizzati con questo materiale si integrano bene con qualsiasi tipo...
Arredamento

Come arredare la casa con mobili in bambù

Il bambù è una pianta molto particolare che si presenta sotto forma di canne. Gli arbusti del bambù sono perfetti per creare anche mobili e oggetti da arredamento e da giardino. Si tratta di un materiale molto resistente che si presta a diverse lavorazioni....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.