Come arredare in stile georgiano

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Lo stile georgiano caratterizzò Londra nel periodo che va dal 1720 al 1840, per poi diffondersi anche nel resto d'Europa. Sinonimo di equilibrio e proporzione, riecheggia nel nome il ricordo dei propri sovrani (da Giorgio I a Giorgio IV). In questa guida sarà illustrato come fare per arredare la nostra abitazione, rispettando i caratteri fondamentali di questo stile: elegante e raffinato.

26

Utilizzare toni con sfumature sul rosso

Solitamente i toni da utilizzare nello stile georgiano, sono le sfumature del rosso; le proporzioni dell'architettura devono essere proporzionate. Di seguito saranno elencate una serie di aspetti da seguire per iniziare ad arredare la nostra abitazione, partendo dall'esterno. Sul tetto, che deve essere piatto, possono comparire comignoli sia a destra che a sinistra.

36

Arredamento

Essendo che parliamo di un arredamento Neoclassico, i mobili dovranno essere scelti richiamandosi tanto al periodo ricordato prima, quanto non lesinando gusto e classe. Da evitare qualsiasi oggetto che possa risultare "pacchiano". Dovremmo prediligere le colorazioni naturali, dal rosso mogano al legno di pregio (ricordiamoci, però, di declinare una simile gamma di tonalità in stanze ben illuminate, altrimenti potreste ottenere l'effetto di un arredamento massiccio e buio).

Continua la lettura
46

Abbellire le pareti con grandi specchiere

Tutti i mobili in legno dovranno essere letteralmente tirati a lucido; inoltre è consigliabile prediligere l'ebano che permette raffinate decorazioni ad intarsio. Si tratta di uno stile abbastanza costoso, ma di grande effetto. I mobili dovranno avere gambe affusolate, che spesso vanno a terminare a forma di zampa di animale, quasi sempre a zampa di leone. Abbelliamo le mura con grandi specchiere. Il pavimento dovrà essere in parquet, arricchito con grandi tappeti. Il consiglio, però, è quello di tenere sempre presenti le proprie possibilità economiche.

56

Mobili che si adattano allo stile georgiano

La poltrona (elemento classico e che non può mancare) detta anche "poltrona ad ali" dovrà essere in velluto, damasco o tessuto che richiama lo stile degli arazzi. Inoltre dovrà essere comoda e spaziosa. Credenze e scrittoi pieni di cassetti e cassetti rientrano pienamente in questo tipo di arredamento. Preferiamo sempre il legno lucido e la mobilia dalle linee eleganti. Immancabili i grandi lampadari a grappolo, tanto luminosi quanto raffinati. Purtroppo definire con esattezza uno stile non è mai facile, ma se seguiremo le indicazioni fornite in questa guida, riusciremo con facilità a riproporre (o anche a personalizzare) un elegante stile georgiano per la nostra abitazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

10 idee per arredare in stile etnico

Siete appassionati dello stile etnico e volete conferire alle stanze della vostra casa un tocco esotico e ricercato? Bene! Questa guida fa proprio al caso vostro. Infatti attraverso pochi e semplici innesti, è possibile rendere la propria casa un vero...
Arredamento

Come arredare l'ingresso in stile vintage

La parola "vintage" si riferisce a cose ed oggetti che hanno almeno 25 anni o più; essi per motivi estetici hanno segnato un'epoca. In parole semplici arredare la casa in stile vintage vuol dire accostare l'arredamento a quello che veniva utilizzato...
Arredamento

Come arredare una casa in stile new pop

Arredare una casa non è mai un'impresa molto semplice, perché dovremo scegliere lo stile più adatto e che più ci piace, trovare i vari arredi e molto altro ancora. Proprio per questo motivo, sempre più spesso, preferiamo rivolgerci ad architetti...
Arredamento

Come arredare l'ingresso in stile giapponese

Quando si va a vivere da soli o ci si sposa, arredare la casa è sicuramente una delle cose più divetenti e belle da fare. Finalmente si potrà scegliere liberamente lo stile e la tipoliga di mobili che più si preferiscono. Se siete degli amanti del...
Arredamento

Come arredare in stile Japan

Riuscire ad arredare la propria abitazione nello stile Japan potrebbe sembrare abbastanza facile, vista la quasi totale assenza dei beni mobili e dei suppellettili che richiede. In realtà, lo stile Japan presenta alcune difficoltà, perché i giapponesi...
Arredamento

Come arredare il salotto in stile zen

Lo stile zen è un tipo di arredamento che proviene dalle filosofie orientali del raggiungimento della pace interiore. Al giorno d'oggi, rappresenta anche uno stile di vita, che molti seguono per trarne vantaggi di serenità mentale e fisica. Pertanto,...
Arredamento

Come arredare un bagno in stile marinaro

Se sei un appassionato del fai da te e desideri scoprire come sia possibile arredare la tua casa in stile marinaro, ti consiglio di seguire con attenzione i suggerimenti di questo tutorial, in quanto ti fornirò una serie di suggerimenti utili su come...
Arredamento

Come arredare in stile toscano

Se intendiamo arredare la nostra casa in stile toscano, è sicuramente un'ottima idea, poiché si tratta di una tipologia antica e conosciuta in tutto il mondo, in particolare per i suoi colori caldi e chiari. La lavorazione artigianale del legno e del...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.