Come arredare il giardino con materiali ecofriendly

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Non c'è nulla di così intelligente che arredare il giardino con materiali ecofriendly utilizzando cioè mobili e complementi che sono stati realizzati nel rispetto dell'ambiente e che sono in grado al tempo stesso di rendere gli spazi all'aperto molto accoglienti e curati nei minimi dettagli. Ci sono in commercio moltissimi materiali di questo tipo come il vimini, il rattan, il teak studiati proprio per resistere alla pioggia, alla neve, agli insetti e a tutto ciò che in natura viene a contatto con i mobili da esterno: tra l'altro questi materiali non richiedono particolari cure anche perché invecchiando diventano ancora più belli. Ma se vogliamo dare un vero tocco di classe al nostro giardino allora sarà il caso di riciclare una vecchia cassettiera o una sedia inutilizzata, magari ridipingendola, per creare una fioriera unica o un angolo lettura inconfondibile.

24

La zona centrale

Il cuore del nostro giardino deve naturalmente comprendere una zona allestita con un tavolo e delle sedie per momenti di relax: niente di meglio del vimini che è una fibra naturale interamente prodotta a mano molto resistente e leggera, anche di costo relativamente contenuto. Le dimensioni varieranno in base alle nostre esigenze ma il risultato sarà sempre quello di donare calore all'ambiente con un materiale semplice ed interamente riciclabile.

34

Gli accessori

Se abbiamo molto spazio niente di meglio che delle sedie a sdraio realizzabili con pallet di legno riciclato, materiale versatile e funzionale che si trova facilmente in commercio in vari formati. In alternativa all'assemblaggio possiamo acquistare sdraio o divanetti sempre in pallet già pronti all'uso ma a costi decisamente competitivi. Il pallet infatti proviene dagli scarti del legno che anziché venire smaltito viene rigenerato per ottenere prodotti ecosostenibili ed esteticamente molto validi; a ciò si aggiunga che è comodo è può essere colorato con facilità.

Continua la lettura
44

L'arte del riciclo

Infine il giardino può essere arricchito con oggetti riciclati sfruttando la nostra creatività: ad esempio un comodino decorato può diventare un grazioso tavolinetto da caffè in stile country, una vecchia libreria può diventare un contenitore per gli attrezzi in stile shabby chic, tubi di cartone possono diventare comodi sgabelli magari rivestiti in tessuto impermeabile in stile minimalista. In questo modo oltre a risparmiare economicamente e a rispettare l'ambiente avremo anche la possibilità di liberare la fantasia creando uno spazio personalizzato e familiare in cui sentirci davvero a casa nostra.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come arredare il giardino con i pallet

Da parecchi anni, molti amano utilizzare gli oggetti industriali come oggetti di design. Tra i vari oggetti da riciclare negli ultimi anni, è andato sicuramente di gran moda il pallet. Si tratta di una pedana di legno, utilizzata all'interno delle industrie...
Esterni

Come arredare il giardino in stile scandinavo

Per sapere come arredare il giardino in stile scandinavo, occorre prima di tutto sapere quali sono le sue caratteristiche. Le decorazioni di stile nordico, infatti, hanno a cuore tre parole chiave: eco-sostenibilità, semplicità, definizione degli spazi....
Esterni

Come arredare il giardino in stile industriale

In questa guida vi andrò a spiegare come arredare il giardino in stile industriale. Lo stile industriale ricorda un po' il mondo delle industrie per l'appunto. Infatti, esso comprende elementi prettamente industriali. Questi ricordano un po' l'architettura...
Esterni

Come arredare il giardino in stile marinaro

Per chi ha la disponibilità di uno spazio esterno adiacente alla propria casa, l'arredamento risulta davvero importante. Un giardino ha bisogno di decorazioni ed abbellimenti se vuole rappresentare al meglio l'estensione di un luogo abitativo. Esistono...
Esterni

Come arredare il giardino con le fioriere

Durante le calde giornate estive, chi ha un giardino all'interno della propria abitazione, ha sicuramente una grande fortuna. Avere uno spazio verde e soprattutto all'aria aperta, dove potrete trascorrere del tempo senza soffrire il caldo, è sicuramente...
Esterni

Come arredare un giardino con giochi per bambini

Essendo noi molto attenti alle esigenze dei nostri bambini, abbiamo pensato di proporre proprio un articolo, che vuole fungere da guida, mediante cui poter capire ed imparare come arredare, con gusto e stile, un giardino con dei giochi proprio per bambini.Questo...
Esterni

Come arredare il giardino in stile zen

Calma e pacifica, la cultura giapponese non può che contribuire a dare un tocco di orientale in qualsiasi ambiente sia presente. In particolar modo, curare un giardino in stile zen vuol dire trasmettere energie positive, che si sprigionano attraverso...
Esterni

Come arredare il giardino con il legno

Arredare il giardino non è proprio una cosa semplice da fare: per potere godere appieno di questo spazio all'aperto, oltre ai fiori e alle piante, è importante scegliere dei mobili e complementi d'arredo che vi diano la possibilità di godere in tutta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.