Come aprire un riccio di mare

Tramite: O2O 05/07/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

I ricci di mare sono dei particolari organismi marini rinomati per il loro forte e inconfondibile sapore quando vengono cotti. Tuttavia data la loro particolare conformazione, risulta decisamente complicato aprirli. In questa guida vogliamo illustrarvi come aprire un riccio di mare e gustarlo in tutta la sua inimitabile bontà.

26

Occorrente

  • Riccio di mare, coltellino, forbici, forchetta.
36

Utilizzare una forchetta

Ci sono diversi modi per aprire i ricci di mare. Il più semplice è quello di far entrare un dente di una forchetta attraverso il guscio vicino alla bocca del riccio, ed iniziare un movimento rotatorio proprio come fosse un apriscatole. Quando il cerchio è completo, l'intero fondo si stacca in due parti. Alcune persone per aprire un riccio di mare preferiscono utilizzare un vecchio coltello o delle forbici; tuttavia se abbiamo le mani morbide e delicate e non vogliamo rischiare di essere trafitti dalle spine del riccio, potremmo indossare un guanto robusto sulla mano che tiene fermo il riccio.

46

Fare leva con un coltello

Un ulteriore tecnica consiste nel prendere un coltello a seghetto del tipo utilizzato per tagliare il pane ed iniziare ad intaccare la superficie del riccio con un'incisione a croce. Al termine, con una pietra, basterà colpire un punto qualsiasi del riccio e l?involucro si spaccherà. In questo modo, aiutandoci con una forchetta infilata all'interno del guscio, potremo asportare la polpa e riporla in un bicchierino prima di consumarla. A questo punto se amiamo mangiare i ricci di mare al naturale, non ci resterà che gustarli con un cucchiaino prelevando tutta la polpa, magari facendoci sopra una spremuta di limone per stemperare il sapore leggermente dolciastro. Questo è in assoluto il miglior modo per aprire un riccio di mare e godere di tutto il sapore genuino, senza farsi male o correre il rischio di pungersi con le sue naturali spine che in mare servono al riccio per arrampicarsi, camminare e proteggersi dai predatori marini.

Continua la lettura
56

Prelevare la polpa

A questo punto se amiamo mangiare i ricci di mare al naturale, non ci resterà che gustarli con un cucchiaino prelevando tutta la polpa, magari facendoci sopra una spremuta di limone per stemperare il sapore leggermente dolciastro. Questo è in assoluto il miglior modo per aprire un riccio di mare e godere di tutto il sapore genuino, senza farsi male o correre il rischio di pungersi con le sue naturali spine che in mare servono al riccio per arrampicarsi, camminare e proteggersi dai predatori marini. Come visto, vi sono diversi modi che è possibile utilizzare per aprire un riccio marino. Ma non scoraggiatevi alle prime difficoltà: questa operazione infatti, decisamente non semplice, verrà certamente affinata nel tempo. È solo una questione di pratica.

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come ricavare acqua potabile dall'acqua di mare

Quante volte vi sarà capitato di organizzare un campeggio nei minimi dettagli, dimenticando all'ultimo istante una delle cose fondamentali come ad esempio l'acqua. Accorgersene in ritardo e magari in un luogo dove non ci sono negozi per comprarla potrebbe...
Economia Domestica

Come riscaldare la casa senza il gas

I sistemi di riscaldamento a gas sono più frequenti negli appartamenti, all'interno di palazzi sia nuovi che datati. Ciò in quanto l'installazione di un impianto a gas tramite caldaia, termosifoni, bombolone centralizzato o metanodotti sotterranei comporta...
Economia Domestica

Come conservare il sale

Il sale, chimicamente parlando, è un composto cristallino a base di cloruro di sodio, reperibile in natura e di uso molto comune; tra i suoi utilizzi più diffusi, ricordiamo l’esaltazione dei sapori delle pietanze e la conservazione degli alimenti...
Economia Domestica

Come eliminare l'odore di fogna dal bagno

Quando nella stanza da bagno si avverte uno sgradevole odore di fogna, è importante intervenire tempestivamente per l’igiene e per salvaguardare la salute dell’intera famiglia, soprattutto in presenza di bambini ed anziani. In questa guida troviamo...
Economia Domestica

Idee per regali di Natale fatti a mano

Con l'avvicinarsi del Natale, nasce la preoccupazione di cosa regalare ai propri amici e familiari. La tecnica del fai da te va molto di moda ultimamente! Con essa è possibile realizzare vere e proprie opere d'arte con le proprie mani. Conserve, biscotti,...
Economia Domestica

Le migliori borse termiche da portare in spiaggia

Quando d'estate ci si reca al mare, un vero problema è la mancanza di acqua fresca e cibo correttamente conservato, almeno che non si disponga di una borsa termica. Se tuttavia non ne avete ancora acquistata nessuna, in questa lista descriviamo in modo...
Economia Domestica

Idee per il pranzo di Santo Stefano

Dopo il cenone della vigilia di Natale e il Pranzo di Natale, ci si prepara anche per il Pranzo di Santo Stefano, che altro non è che la continuazione delle festività natalizie. Il giorno di Santo Stefano viene spesso definito “il pranzo degli avanzi”...
Economia Domestica

Come conservare i cosmetici in estate

Nonostante possa sembrare banale, conservare i trucchi in estate nel modo giusto è fondamentale, soprattutto se si desidera mantenere nel tempo l'efficacia e la capacità coprente di determinati prodotti cosmetici (ad esempio di fondotinta, rossetti...