Come applicare lo stucco al soffitto

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se avete deciso di imbiancare la vostra casa e avete notato la presenza di macchie, crepe o fori su pareti e soffitto, la prima cosa che dovete fare è quello di eliminarli in modo che una volta imbiancata la stanza risulti senza imperfezioni. In questa guida vi spiegheremo in particolare come applicare lo stucco al soffitto, un'operazione che potete fare da voi sempre che non si tratti di interventi strutturali, per i quali vi consiglio di rivolgervi assolutamente ad un esperto del settore. Qui tratteremo esclusivamente di piccoli interventi, come sigillare fori o piccole crepe superficiali.

26

Occorrente

  • Spatola con impugnatura; Tampone elastico spugnoso; Stucco a base gesso
36

Controllate lo stato delle crepe e dei fori

Come anticipato prima, verificate se quelle presenti sul soffitto sono solo crepe superficiali o se si tratta di un vero e proprio distaccamento dell'intonaco. Nel primo caso potete procedere con il fai da te e allora non dovete far altro che andare in un negozio specializzato e procurarvi una spatola con impugnatura e un tampone elastico in spugna. Vi servirà inoltre dello stucco per pareti e uno stucco a base di gesso che vi servirà per riempire i fori. Nel caso invece si tratti di crepe di una certa dimensione o fori abbastanza grandi e profondi, chiedete l'intervento di un muratore.

46

Sigillate le crepe

Per la riparazione delle crepe superficiali avrete bisogno di uno stucco per pareti. Come prima cosa, aiutandovi con lo spigolo della spatola, rimuovete la parte dell'intonaco che risulta staccato dal soffitto e completate l'operazione passando un pennello con setole rigide. Prendete lo stucco e mettetelo sopra la spatola e spalmatelo sulla zona da trattare (fenditura). Strisciate bene la spatola facendo movimenti diagonali in modo da permettere allo stucco di attaccarsi per bene al soffitto. Fatto ciò dovete fare un'accurata rasatura e poi procedere il tampone elastico. Attraverso dei movimenti rotatori e agendo con una leggere pressione, fate in modo che la zona stuccata acquisto la stessa ruvidezza del resto del soffitto. Dopo questa fase, fate asciugare lo stucco per un giorno intero e poi con l'uso di una carta vetrata a grana media, rifinite tutta la zona trattata.

Continua la lettura
56

Richiudete i fori

Se oltre a delle piccole crepe notate la presenza di fori, prima di procedere con l'imbiancatura dovete necessariamente riempirli. Per far questo, utilizzerete uno stucco specifico che una volta asciutto non tenderà a restringersi, si tratta dello stucco a gesso noto con il nome di scagliola. Prima di procedere con il riempimento del foro dovrete pulirlo tutto intorno, eliminando le parti staccate. A questo punto inumidite l'interno del foro (potete usare uno spruzzino) e riempite per bene il foro con la scagliola. Per la parte esterna e quindi per effettuare la rasatura dovete utilizzare un gesso più liquido. Quando il gesso sta per asciugarsi, levigate un po' con della carta vetrata media e rifinite in modo da avere la stessa superficie del resto del soffitto.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come decorare le pareti con stucco colorato

Per vivacizzare le stanze e donare loro un nuovo aspetto che regali comfort e serenità, si può pensare di decorare le pareti con dello stucco colorato. In questo progetto decorativo la calda sfumatura color terracotta dell'intonaco fresco è permeata...
Ristrutturazione

Come pulire e verniciare lo stucco

Lo stucco è un materiale tradizionalmente impiegato in campo edilizio, sia all'interno che all'esterno degli edifici. È noto soprattutto per la sua durata, per la versatilità, perché è economico e facile da applicare. Tuttavia, per garantirne una...
Ristrutturazione

Come realizzare lo stucco fluido per pavimenti in legno

Per evitare il problema delle infiltrazioni di acqua nelle fessure del pavimento e la conseguente formazione della muffa nera, in edilizia si usa lo stucco, che è un impasto fatto con gesso calce o cemento. Alcuni tipi di stucco possono, però, causare...
Ristrutturazione

Come decorare le pareti con lo stucco veneziano

Da qualche anno a questa parte la moda del fai-da-te sta spopolando, anche a causa della crisi economica che ci affligge giorno dopo giorno. Grazie a questa tecnica è possibile creare nuovi oggetti utilizzando magari materiale di riciclo. I prodotti...
Ristrutturazione

Come restaurare lo stucco veneziano

lo stucco veneziano ovvero una miscellanea di vernici nella tonalità pastello, è il fiore all'occhiello della tradizione artistica e pittorica della città lagunare. Un parete rifinita con dello stucco antico, può essere costantemente restaurata,...
Ristrutturazione

Come si utilizza lo stucco francese

Nella guida che segue vi sarà spiegato come si utilizza lo stucco francese, una tipologia davvero originale. Questa pasta è molto semplice da applicare perché non c'è bisogno di miscelare alcun ingrediente ed è di facile stesura. Potete acquistarla...
Ristrutturazione

Come rimuovere lo stucco epossidico dalle piastrelle

Se avete appena rifinito le piastrelle con dello stucco epossidico ed intendete eliminare quello in eccesso che si è indurito, potere farlo senza danneggiare la superficie e nel contempo in modo semplice e veloce. In riferimento a ciò, nei passi successivi...
Ristrutturazione

Come realizzare un soffitto a volta

La realizzazione di un soffitto non è un lavoro facile, soprattutto se non si è addetti a certi tipi di lavoro. Capita a volte di considerare la propria abitazione piuttosto monotona e noiosa. Ecco che si ricorre generalmente alla ristrutturazione,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.