Come aggiungere un pluviale a una grondaia esistente

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Nel caso in cui ci si ritrova nella situazione di dover sostituire una parte di grondaia come ad esempio un pluviale, poiché si trova in pessime condizioni bisogna procedere e svolgere delle opere di manutenzione. Stessa cosa vale se ci si rende conto che la grondaia non riesce a sostenere l'affluenza e il carico dell'acqua piovana e quindi si necessita di dover aggiungere un pluviale per garantire il normale flusso. Vediamo nella guida come procedere per svolgere questo tipo di manutenzione autonomamente su una grondaia esistente.

24

Come prima cosa bisogna procedere con l'individuazione del punto dove svolgere il foro per l'innesto del nuovo pluviale. Bisogna considerare che il pluviale corre verticalmente lungo tutta la facciata, quindi va eseguito in corrispondenza del punto di angolo tra la parete in facciata e l'altra. Fatto questo, per mezzo di una scala bisogna giungere nella grondaia e segnare un punto interno di 5 centimetri circa con un diametro da 10 centimetri.

34

Fatto questo bisogna procedere ad eseguire il foro con l'aiuto di un trapano, facendo attenzione alla forza con cui viene fatta eseguire per evitare che si rompano i ganci che tengono legata la grondaia al tetto. Quindi con un tronchesino eliminare questa parte di lamiera, pulire con un panno e procedere all'innesto del connettore, avendo cura che il labbro sia posto all'interno. Procedere quindi a legare il connettore alla grondaia con 3 viti e con il silicone sigillare le varie componenti in modo tale che siano ben solide e sopratutto non fuoriesca acqua.

Continua la lettura
44

A questo punto bisogna procedere ad inserire il primo gomito, se è necessario, ed inserire un secondo connettore dove poi verrà inserito una parte di pluviale tagliato a misura. Quindi sigillare ed inserire l'altro connettore con la seconda curva. Finito questo bisogna legare questa curva, dato che si appoggia quasi alla facciata, utilizzando le cinghie downspout. Quindi con un metro a nastro misurare la lunghezza della facciata in modo tale da preparare i vari corpi del pluviale da aggiungere dal gomito in giù. Quindi procedere ad innestare le varie componenti, incastrandole mediante gli accordi revisi e le riduzioni e legare le cinghie downspout ogni 10 piedi fino a terra, di cui l'ultima posta a due piedi da terra. Chiaramente alla fine bisogna concludere con l'innesto di un gomito che faccia uscire l'acqua verso l'esterno in modo del tutto naturale.
Con queste piccole lavorazioni sarà possibile risolvere il problema dell'accumulo dell'acqua piovana sulle grondaie.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come sostituire una grondaia in pvc

Se abbiamo problemi di tenuta stagna sul nostro tetto di casa, e magari scopriamo che il difetto riscontrato è dovuto ad un deterioramento della vecchia grondaia in PVC, possiamo sostituire quest'ultima con lo stesso materiale ed usando alcuni attrezzi....
Esterni

Come riparare un pluviale che perde

In un palazzo o in una casa la presenza di grondaie e pluviali sempre pulite e in ottimo stato è necessaria affinché l'acqua piovana possa essere raccolta e trascinata via. La funzionalità di queste strutture evita all'acqua di cadere dal tetto rischiando...
Esterni

Come collegare il tubo corrugato al pluviale

Se sul nostro terrazzo intendiamo collegare un tubo al pluviale, dobbiamo innanzitutto verificare quest'ultimo come è composto; infatti, nella maggior parte si tratta di modelli cosiddetti corrugati, ovvero con una serie di anelli della stessa misura...
Esterni

Come scollegare i pluviali a gomito

I pluviali sono utilizzati, unitamente alle grondaie, per la racconta dell'acqua piovana. Sono importanti per far sì che l'acqua decadente dai tetti scenda al suolo attraverso una guida. Solitamente sono in pvc ma talvolta si trovano dei pluviali anche...
Esterni

Come collegare i pluviali a gomito

I tubi pluviali insieme alle grondaie sono utilizzati per la raccolta delle acque e per convogliarle negli scarichi della fognatura bianca o altro pozzo di raccolta. I più diffusi sono in rame o in PVC ma si possono trovare anche in alluminio, e acciaio...
Esterni

Come riscaldare le grondaie

Nei paesi più freddi dove le temperature scendono sotto lo zero vi è il problema del forte gelo, il freddo ed i corpi ghiacciati. Allora bisogna prendere dei provvedimenti per sovvertire il ghiaccio e la neve in quanto possono ostruire i passaggi e...
Esterni

Come sturare tubi e grondaie

Se in inverno durante le giornate piovose e fredde, notate che da alcuni tubi di discesa collegati alle grondaie non fuoriesce l’acqua, vuol dire che ci sono dei brutti ingorghi causati da foglie e rami. Qualora non si proceda con lo sblocco dell'ingoorgo,...
Esterni

Come aggiungere una membrana impermeabilizzante al balcone

Se sul nostro balcone, abbiamo dei problemi dovuti all'infiltrazione di acqua, possiamo aggiungere una membrana impermeabilizzante, e per fare questa operazione è necessario scegliere un prodotto che sia resistente, e nel contempo non deve deturpare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.