Come accorgersi del furto di energia elettrica

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Attualmente il furto dell'energia elettrica è uno dei reati più diffusi a livello nazionale. Può avvenire in modalità diverse, ma alla fine la sostanza è la stessa, ovvero usufruire dell'energia altrui. Il furto dell'energia elettrica viene considerato come un reato a consumazione prolungata, ovvero che, nonostante i prelievi di energia avvengano in momenti diversi, vengono tutti considerati come un reato unico. I posti più colpiti sono sicuramente i condomini, dove i contatori sono tutti insieme in un locale isolato ma accessibile a tutti. Oggi il nostro obiettivo è quello di spiegarvi come accorgersi e come difendersi da un furto di energia elettrica.

25

Il primo passo è sicuramente il più fondamentale, ovvero riconoscere il furto di energia elettrica. Prima di tutto bisogna sempre leggere attentamente la bolletta della luce ed eventualmente indagare su strani addebiti. Un altro avvenimento che vi potrebbe mettere in allarme è quando il contatore inizia a saltare con molta frequenza, questo causato dalla troppa energia in circolo dovuta alla richiesta di energia provocata da chi la sta usando oltre a voi. In questo caso una verifica che vi darà la certezza di essere vittime di un furto di energia elettrica è questa: spegnete tutti gli apparecchi elettrici e qualsiasi cosa che consuma elettricità, successivamente verificate l'attività del contatore. Essendo che avete tutto o quasi spento, l'attività dovrebbe essere al minimo, in caso contrario avrete la certezza che qualcuno vi sta truffando utilizzando la vostra energia elettrica.

35

Dopo essersi accertati di essere vittime di un furto di energia elettrica, la prima cosa da fare è quella di contattare le Forze dell'Ordine, così da poter denunciare l'accaduto e togliervi tutte le responsabilità del caso. Questo perché, in caso fosse il vostro gestore o le Forze dell'Ordine stesse a scoprire la manomissione del contatore, voi potreste essere accusati di vendere illegalmente energia a terzi, quindi essere considerati parte del furto.

Continua la lettura
45

Dopo aver scoperto la truffa e dopo aver denunciato tutto l'accaduto alle Forze dell'Ordine, l'ultima cosa che dovete fare è contattare il vostro fornitore energetico. Essi vi manderanno un tecnico a casa che farà un sopralluogo sul posto così da poter capire come veniva rubata l'energia elettrica e successivamente provvedere alla sostituzione del contatore manomesso con uno nuovo. In collaborazione con le Forze dell'Ordine, è possibile anche risalire al presunto ladro di energia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come risparmiare energia elettrica con l'aria condizionata

Ormai è assodato che, tutti hanno in casa almeno un sistema di aria condizionata. Si stima infatti che un italiano su due ne abbia almeno uno. Nonostante il grande numero di utilizzatori, non tutti sono a conoscenza del corretto utilizzo di quest'ultimo,...
Economia Domestica

Come consumare meno energia elettrica

Con l'avanzare della crisi, dei continui aumenti anche sui beni primari, la tassazione altissima e la disoccupazione da record, il panorama economico non è sicuramente dei migliori. Al fine di agevolare le nostre finanze, non ci resta che imparare a...
Economia Domestica

5 consigli per risparmiare energia quando fai il bucato

Fare il bucato in lavatrice specie se la tua famiglia è molto numerosa, significa consumare tantissima energia elettrica nell'arco di un mese, il che si ripercuote non poco sui costi della bolletta energetica. Per minimizzare i consumi, ci sono tuttavia...
Economia Domestica

Come risparmiare con l'energia ecosostenibile

Un modo per risparmiare denaro ed essere eco-friendly, è quello di utilizzare le cosiddette energie rinnovabili. Ci sono infatti, vari modi per usarle nella vita di tutti i giorni, e mentre alcune sono più complicate, altre invece sono facili e possono...
Economia Domestica

Come stirare risparmiando sulla bolletta elettrica

Al giorno d'oggi moltissime persone si trovano in situazioni economiche non proprio favorevoli. Per questo motivo è necessario risparmiare quanto più possibile partendo dalle piccole faccende domestiche. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato,...
Economia Domestica

Lampade a energia solare: consigli per l'utilizzo

Si caricano con i raggi solari e, di notte, sprigionano tutta la loro energia garantendo un'illuminazione davvero ottimale. Stiamo parlando delle modernissime e funzionali lampade ad energia solare. Questo particolare strumento sta incontrando un successo...
Economia Domestica

Riscaldamento: consigli per risparmiare energia e soldi

Il freddo comincia a farsi sentire e nelle abitazioni è necessario accendere il riscaldamento. E’ un momento dell’anno questo in cui lievitano i consumi d’energia e di conseguenza le spese da sostenere. Ci sono però alcune accortezze che possono...
Economia Domestica

Come usare una pentola elettrica a cottura lenta

La pentola elettrica a cottura lenta rappresenta uno degli ultimi ritrovati nell'ambito della preparazione dei cibi. Molto diffusa anche in Italia, ha la caratteristica du saper cuocere immediatamente e in pochissimo tempo anche i cibi appena estratti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.