Come abbassare il soffitto con il cartongesso

Tramite: O2O 24/11/2016
Difficoltà: media
17

Introduzione

Capita molto spesso che nelle case vecchie i soffitti risultino molto alti. Sono sicuramente molto belli da vedere e danno anche una sensazione di aria e libertà. Tuttavia, soprattutto nelle zone fredde, risultano essere molto dispersive. Infatti il calore tende a salire verso l'alto e per questo motivo la stanza sembrerà sempre piuttosto fredda. La soluzione in questi casi è abbassare il soffitto, in modo da trattenere il calore. Il metodo migliore è quello di realizzare un controsoffitto in cartongesso, che funzionerà come un freno per il calore. Possiamo rivolgerci a un professionista, ma i costi non sono certo indifferenti. In alternativa possiamo ingegnarci e realizzare da noi il controsoffitto. In questo modo risparmieremo sicuramente una bella somma e in più avremo la soddisfazione di realizzare qualcosa con le nostre mani. Vediamo quindi come abbassare il soffitto con il cartongesso.

27

Occorrente

  • pannelli in cartongesso
  • bolla di precisione
  • squadra professionale
  • borchie metalliche
  • ganci per il soffitto
  • fili di sospensione
  • tees
  • chiodi lunghi con la testa piatta
  • primer
37

Prima di iniziare il lavoro dobbiamo decidere lo stile da dare al nostro controsoffitto. I pannelli in cartongesso vengono venduti in varie dimensioni, anche se quelli più facilmente reperibili misurano 2x4 metri. Ovviamente non dobbiamo avere una stanza divisibile esattamente per queste dimensioni, ma potremo tagliarli della misura necessaria. Esistono pannelli colorati semplicemente di bianco, oppure colorati o disegnati con varie fantasie. Possiamo quindi scegliere di adottare un controsoffitto più fantasioso. L'importante è che risulti in linea con il nostro arredamento. Dopo aver deciso lo stile misuriamo per bene la stanza per calcolare il numero di pannelli necessario. Non calcoliamo però la metratura complessiva, ma come sistemare i singoli pannelli. Infine decidiamo di quanto abbassare il soffitto. Generalmente la misura si aggira intorno ai 70-80 centimetri. In ogni caso i pannelli in cartongesso devono distare da eventuali tubature almeno 30 centimetri.

47

Sistemiamo il primo pannello cominciando da un angolo. Determinata la giusta distanza dal soffitto proseguiamo con gli altri angoli. Per essere precisi prendiamo la distanza dal pavimento. Capita infatti, soprattutto nelle case più vecchie, che i soffitti non siano perfettamente dritti. Assicuriamoci poi che i pannelli siano perfettamente paralleli al pavimento, utilizzando magari una bolla di precisione. Con una squadra professionale tracciamo la linea perimetrale del controsoffitto in cartongesso. Inchiodiamo il pannello in modo saldo, utilizzando delle borchie di metallo. La sistemazione degli angoli è fondamentale per avere un buon lavoro. Dopo sarà molto difficile correggere gli errori di misurazione.

Continua la lettura
57

Installiamo ora dei ganci per ancorare i fili di sospensione dei pannelli in cartongesso. Questi ganci devono arrivare fino al soffitto, in modo che sorreggano per bene i pannelli. Cerchiamo di sistemarli in modo uniforme, in modo che reggano correttamente il cartongesso. Una volta fissati i ganci ancoriamo i fili di sospensione. In questo caso è fondamentale controllare che tutti i fili siano della corretta lunghezza. Altrimenti rischiamo di avere un controsoffitto irregolare. A questo punto occorre montare i tees, delle guide particolari specifiche per reggere i pannelli. Vanno sistemati perpendicolarmente al pannello per assicurare estrema stabilità. Sulla sommità dei tess si trova uno slot da inserire tra il pannello e la grigia del controsoffitto. Sistemiamoli con un delle staffe ai ganci e verifichiamo che siano a livello con i pannelli agli angoli.

67

Non ci resta ora che terminare il nostro lavoro. Inseriamo lungo il perimetro dei chiodi con la testa piatta, in modo da ancorare i pannelli per bene. Quindi sigilliamo con del silicone i punti tra i vari pannelli, per tenerli ancora più fermi. Inoltre eviteremo le dispersioni di calore, che vanificherebbero il nostro lavoro. Infine rifiniamo gli angoli e i punti di giuntura con le pareti con lo stucco e diamo una mano di primer traspirante su tutti i pannelli. Lasciamo quindi asciugare per una notte intera. Ora possiamo dipingere il cartongesso secondo i nostri gusti.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Lavoriamo sempre in sicurezza, facendoci assistere da qualcuno quando lavoriamo sulla scala
  • Per pitturare il cartongesso evitiamo il rullo ma usiamo una pennellessa a setole morbide
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come montare un soffitto in cartongesso

L'installazione di controsoffittature è una prassi molto comune ed utilizzata spesso per ribassare un soffitto, oppure per creare dei punti luce aggiuntivi in qualche zona particolare della casa. Il soffitto in cartongesso tra l'altro è una soluzione...
Ristrutturazione

Come fissare il cartongesso al soffitto

Se si vuole risparmiare quando si devono fare dei lavori in casa, l'occasione è ottima per chi ama il bricolage e per dedicarsi per esempio a rifare il controsoffitto in cartongesso. È uno dei lavori più impegnativi, ma i risultati che si possono ottenere...
Ristrutturazione

Come costruire un tramezzo in cartongesso

Hai bisogno di una camera da letto, bagno in camera o ufficio domestico extra? L'opzione più facile ed economica per risolvere il problema sta nel costruire un tramezzo in cartongesso. Un tramezzo in cartongesso a muro comprende un telaio di legno o...
Ristrutturazione

Come fare una parete in cartongesso

Il cartongesso è un materiale molto utilizzato in edilizia perché economico e resistente nel tempo: come dice la parola stessa, è formato da una parte di gesso, racchiusa tra due fogli di cartone. È un materiale davvero molto versatile e si può usare...
Ristrutturazione

Come realizzare un soffitto a volta

La realizzazione di un soffitto non è un lavoro facile, soprattutto se non si è addetti a certi tipi di lavoro. Capita a volte di considerare la propria abitazione piuttosto monotona e noiosa. Ecco che si ricorre generalmente alla ristrutturazione,...
Ristrutturazione

Come riparare il cartongesso risparmiando

Se nella nostra abitazione abbiamo un soffitto oppure una parete realizzata in cartongesso a volte si potrebbero verificare dei danneggiamenti dovuti a perdite di acqua oppure colpi incidentali. Prima di rivolgerci ad un esperto però possiamo riparare...
Ristrutturazione

Come ristrutturare la casa con il cartongesso

Il cartongesso, è un materialo molto utilizzato in ambito edile. Esso, è costituito da due foglie di cartone spesso in cui all'interno vi è racchiuso uno strato di gesso. Il cartongesso, viene spesso utilizzato nel settore edilizio leggero, per via...
Ristrutturazione

Come realizzare un controsoffitto in cartongesso

Il controsoffitto in cartongesso è una soluzione che viene utilizzata spesso all'interno delle abitazioni in quanto apporta notevoli vantaggi. Esso infatti può risultare comodo per nascondere le imperfezioni del vecchio soffitto oppure per risparmiare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.