5 modi per pesare i cibi senza bilancia

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Molto spesso ci viene voglia di preparare un dolce o un piatto particolare e cominciamo a preparare tutti gli ingredienti ma... Non riusciamo a trovare la bilancia! Non bisogna certo rinunciare alla nostra ricetta però: è possibile calcolare le dosi, la quantità degli ingredienti di cui abbiamo bisogno in tanti altri modi. Vediamo allora 5 modi per pesare i cibi senza bilancia.

26

Usare un cucchiaino

I cucchiaini sono uno strumento perfetto per calcolare la dose di cibo che ci serve, in particolar modo le "polveri" come il cacao, la farina, lo zucchero... Dove trovare le misure corrispondenti? Sono numerosissimi i siti internet che mostrano a quanti grammi corrisponde un cucchiaino di zucchero, ad esempio. Un cucchiaino contiene 5, 6 ml di liquidi, 4 grammi di farina e 5 grammi di zucchero, 4 grammi di cacao in polvere e 8 grammi di miele e marmellata.

36

Usare un cucchiaio

Per le dosi più grandi può esserci utile anche un cucchiaio, generalmente utilizzato per la farina o la fecola. Anche qui, è facile trovare le dosi precise grazie a semplici ricerche su internet. Ad esempio un cucchiaio di cacao corrisponde a 15 grammi, mentre un cucchiaio di fecola corrisponde a 20 grammi. Per quanto riguarda i liquidi, un cucchiaio corrisponde a 10, 12 ml. Un cucchiaio può inoltre contenere 10 grammi di farina, 14 grammi di zucchero, 20 grammi di miele e marmellata e 14 grammi di sale fino.

Continua la lettura
46

Usare un bicchiere

Invece di cucchiai e cucchiaini, per i liquidi è molto più semplice utilizzare i bicchieri. La regola generale è che un bicchiere può contenere circa 100 ml e così potete calcolare la quantità di acqua, di latte o di olio necessarie per le vostre ricette. Chiaramente se avete bisogno di 50 ml di latte vi basterà riempire semplicemente mezzo bicchiere. Potete usare il bicchiere anche per misurare farina, zucchero, fecola di patate, pasta. Un bicchiere può infatti contenere 140 grammi di farina, 150 grammi di zucchero, 100 grammi di fecola e 160 grammi di riso.

56

Usare una tazza

Potete utilizzare anche una tazza, di quelle grandi da té, per pesare i liquidi. Chiaramente questa tazza è in grado di contenere una dose maggiore di latte, acqua, ecc. Può essere utile quando avete bisogno di quantità maggiori: una tazza può contenere 250 ml circa di liquidi, 200 grammi di zucchero, 225 grammi di riso e 140 grammi di farina, 260 grammi di pasta carta.

66

Usare una tazzina da caffé

Per dosi più piccole rispetto a quelle di un bicchiere, invece, l'alternativa perfetta è quella di utilizzare una tazzina da caffè. Una tazzina contiene circa 75 ml di liquidi e 60 ml di olio, 40 grammi di farina e 60 grammi di zucchero e 160 grammi di riso.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

5 modi per conservare i cibi

Ci sono diversi metodi di conservazione dei principali prodotti alimentari che è possibile attuare a casa e che aiutano a conservare in modo più efficace il cibo a lungo termine. Questi includono l'inscatolamento, il congelamento, l'essiccazione, il...
Economia Domestica

Come utilizzare i barattoli di latta per la cottura dei cibi

In cucina spesso si produce molta spazzatura, derivante per lo più dai contenitori in cui sono conservati i cibi che acquistiamo al supermercato. Al giorno d'oggi si è molto più attenti al riciclo, ma può anche accadere che i contenitori stessi possano...
Economia Domestica

Come organizzare cibi e spazi in cucina

Cominciamo col dire che organizzare cibi e spazi in cucina è possibile, si può fare in diversi modi ed indubbiamente comporta una maggiore vivibilità dell'ambiente, l'allontanamento di odori sgradevoli causati dagli alimenti magari andati a male. Inoltre...
Economia Domestica

Come scongelare correttamente i cibi

Quando si parla di cibi congelati c'è sempre molto da dire. Le informazioni a riguardo sono diverse e contraddittorie. Ma per una corretta alimentazione bisogna seguire alcune norme precise, perché le due fasi, di congelamento e scongelamento, incidono...
Economia Domestica

Come scongelare velocemente i cibi

Con i ritmi frenetici quotidiani, a volte si dimentica di scongelare i cibi per i pasti della giornata. Ci si rende conto solo fuori casa che il tempo, al rientro, non sarà più sufficiente per questo processo. Eppure anche in questi piccoli disagi si...
Economia Domestica

Cibi in frigorifero: 10 regole per conservarli

L'organizzazione dei cibi nel frigorifero è un fattore che non va sottovalutato. Con una serie di accorgimenti più o meno piccoli, che dovremo adottare, conserveremo i cibi nel rispetto dell'igiene, nel preservarli come freschezza e nel mantenerli in...
Economia Domestica

Come conservare i cibi cotti

Conservare i cibi cotti senza che vadano a male è una problematica piuttosto diffusa e comune nel corso della vita di ognuno di noi. Naturalmente per consumarli senza recar danno alla nostra salute bisognerà seguire determinate regole che, seguite attentamente...
Economia Domestica

Come congelare i cibi correttamente

Sfruttare il freddo per congelare gli alimenti è una pratica comune, specialmente di questi tempi quando i ritmi frenetici della vita quotidiana ci impongono, per rapidità e comodità, delle soluzioni per ridurre lo spreco alimentare. Il congelare i...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.