5 idee per riciclare vecchi mobili

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Vecchio non è necessariamente sinonimo di obsoleto. Se davvero la recessione finanziaria che ha colpito l'economia globale a partire dal 2008 ha portato lati positivi, fra questi c'è sicuramente una rinnovata (ri-) educazione al riciclo e una riduzione dello spreco. Si fa di necessità virtù, e si trasforma qualcosa di non più utilizzabile per la sua funzione originale in qualcosa di bello, unendo l'utile al dilettevole. Avete presente la TV a tubo catodico che avete in soffitta? O quel vecchio armadio che cade a pezzi ma di cui non vorreste mai disfarmi? Vediamo insieme cinque idee per riciclare vecchi mobili.

26

Da valigia a tavolino

La vecchia valigia di cartone, pelle o cuoio non può competere con i moderni trolley da viaggio realizzati in leghe o plastiche leggere. Quest'ultimi sono più robusti, più pratici e più leggeri. Ma è un peccato gettare quei cimeli di un'era che non c'è più. Perché non riciclarli come tavolino da caffè con pratico cassetto integrato?

36

Da vasca da bagno a divano

Nella nostra realtà interattiva e digitale il vero lusso è il tempo. Un lusso che pochi possono permettersi. Ecco perché nel mondo moderno sempre più persone rinunciano alla vasca da bagno in favore di una più moderna e veloce doccia. Ma non gettiamo via la vasca. Con un po' di fantasia e la sana arte del fai da te, potrebbe diventare un comodissimo divano. E perché no?

Continua la lettura
46

Da vecchia TV a libreria

Ah! La cara, vecchia TV a tubo catodico. Quanti ricordi! Tuttavia, per quanto nostalgici e romantici, è difficile rimpiangere questa televisione e preferirla rispetto ai moderni, tecnologici televisori a schermo piatto. La qualità di quest'ultimi è talmente superiore da rendere ridondante persino il paragone. Ciononostante, perché non "svuotare" la scatola della vecchia TV e trasformarla in una pratica libreria?

56

Da bancali a divano

I bancali riciclati come arredamento sono già un classico di culto, e ci sarà il suo motivo. I vecchi bancali di legno che venivano utilizzati nei garage, nei magazzini o nelle vecchie fabbriche possono essere dipinti, ripuliti dalle schegge e trasformati in mille modi. Fra questi, perché non prendere in considerazione di "riqualificarli" come un comodo divano aggiungendo qualche cuscino e un po' di fantasia?

66

Da frigorifero ad armadietto

Oggi vogliamo che il nostro frigo sia più grande e più efficiente dal punto di vista energetico, magari con doppia anta e distributore di ghiaccio e acqua fresca. Non c'è più posto nelle nostre cucine per i vecchi (e spreconi) frigo che utilizzavamo un tempo. Ma sono pur sempre capienti, quindi perché non trasformarli in armadietti?

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come rendere moderni mobili vecchi

Avete un mobile antico in casa e non volete disfarvene ma allo stesso tempo non sapete dove sistemarlo? Per non metterlo in uno sgabuzzino o in un garage e per non doverlo per forza sopportare in un angolo della casa nonostante non abbia nulla a che vedere...
Arredamento

Come riciclare i vecchi libri

Se siete dei lettori accaniti sapete cosa significa avere la casa sommersa di libri. Buttarli via vi sembra uno spreco e separarsene è davvero dura. Ciononostante non potete mica restarne sepolti! Allora potete usare questa guida. Vediamo infatti come...
Arredamento

Come arredare una casa con mobili antichi

I mobili antichi hanno sempre avuto un fascino particolare, perché rispecchiano il gusto e lo stile di altre epoche. I mobili antichi sono unici e rari, vere e proprie opere d'arte e gli amatori di questi mobili li acquistano sempre per poter essere...
Arredamento

Come creare nuovi spazi con i mobili

Arredare significa dare sfogo alla creatività e mettere sul campo mille idee. Le scelte fatte sul mobilio, sull'illuminazione oppure sui tendaggi possono riflettere i propri gusti, ma in alcuni casi sono scelte dettate dalle esigenze e dagli spazi che...
Arredamento

Come arredare una casa con mobili d'epoca

Ci sono moltissimi modi diversi per arredare una casa, dai moderni design che prediligono materiali come l'acciaio, fino ai mobili d'epoca, realizzati in legno massello, dall'aspetto robusto e maestoso. I mobili d'epoca però non devono necessariamente...
Arredamento

Come arredare la casa con mobili classici

Arredare una casa non è una cosa semplice ma se avete già le idee chiare su quale stile di arredamento preferite, allora la cosa diventerà più agevole. Se avete avuto la fortuna di ereditare mobili antichi, oppure amate lo stile classico e retrò,...
Arredamento

Come riutilizzare vecchi libri

La prima cosa che viene in mente quando si tratta di libri è sicuramente la libreria. Per evitare l'effetto "vecchia biblioteca" scegliete un arredo dal design innovativo. Oltre ai classici modelli ne esistono alcuni molto particolari, da quelli a parete...
Arredamento

Guida all'acquisto dei mobili

In questa breve guida illustrerò dettagliatamente come acquistare dei mobili in pochi e semplici passi, perciò suggerisco di continuare a leggere questo articolo per scoprire come fare. Senza cedere alle lusinghe di pubblicità e abili rivenditori,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.