5 consigli per non sprecare il cibo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il cibo, questa fonte alimentare necessaria per la sopravvivenza, va accuratamente consumato senza sprecarlo, poiché il gesto rappresenterebbe una sorta di oltraggio verso quelle persone che purtroppo patiscono la fame, e che nel mondo sono tantissime. Se dunque abbiamo intenzione di evitare lo spreco, è importante conoscere alcune regole che prevedono sia la conservazione a lungo termine, che il modo per consumarlo nei primi giorni successivi alla loro preparazione. Nei passi che seguono, troviamo dunque una lista con 5 consigli per non sprecare il cibo.

26

Congelare le verdure in piccole porzioni

Se abbiamo delle verdure crude che non intendiamo cuocere o lessare per intero, le possiamo congelare in piccole porzioni, regolandoci su quante ne consumiamo in base al numero di componenti della famiglia. Il vantaggio consiste dunque di non sprecarle e di separarle in vari sacchetti specifici per alimenti.

36

Separare la carne in pochi pezzi

Lo stesso discorso fatto per le verdure, vale anche per la carne; infatti, se ne acquistiamo un buon quantitativo e non intendiamo cuocerla tutta, proprio per evitare lo spreco qualora ne dovessero avanzare parecchie fette, conviene separarle in pochi pezzi (magari tre fettine per confezione), e consumarle all'occorrenza in base alle nostre esigenze.

Continua la lettura
46

Biscottare il pane avanzato

Molte volte quando in casa troviamo del pane avanzato, anzichè utilizzarlo, lo buttiamo, oppure nella migliore delle ipotesi ne facciamo mangime per gli animali. Se tuttavia intendiamo invece riutilizzarlo nel migliore di modi come alimento quotidiano, lo possiamo biscottare nel forno, e poi ricavarne del pan grattugiato per preparare cibi al gratin, oppure lasciarlo a fette per creare delle gustose bruschette, da condire con ogni tipo di alimenti come pomodoro, pesto, alici marinate e burro, tonno e tanto altro.

56

Usare formaggi freschi per condire la pasta

Se acquistiamo ad esempio un kg di ricotta da usare per arricchire degli antipasti, e ne avanza un bel po', per evitare sprechi e quindi buttarla, specie se fa molto caldo e la lasciamo fuori dal frigo, conviene invece il giorno successivo, condire la pasta appositamente preparata con del filetto di pomodoro e magari con l'aggiunta di carne macinata.

66

Mettere il pesce fresco in salamoia

Una buona abitudine per evitare sprechi, è quella che riguarda la conservazione del pesce; infatti, invece di buttarlo perché avanzato, possiamo consumarlo anche dopo molti giorni con un metodo semplice e funzionale. Nello specifico si tratta di metterlo sotto sale e lasciarlo cuocere con questo metodo naturale. La salamoia serve per evitare che deperisca e per alcuni tipi (gamberi), è davvero un modo ideale per renderlo ancora più gustoso, e senza rinunciare alla freschezza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come organizzare il frigorifero e sprecare meno

Non sempre si ha il tempo di organizzare e riordinare il frigorifero seguendo uno schema ben preciso. Tuttavia è necessario disporre gli alimenti per tipologie, sfruttando appositamente gli spazi dell'elettrodomestico, in maniera tale da avere sempre...
Economia Domestica

Come riutilizzare gli avanzi di cibo in cucina

Una caratteristica della cucina casalinga di un tempo, soprattutto di quella contadina e del dopoguerra, era la capacità di riutilizzare gli avanzi di pranzi e cene, per creare saporite e prelibate pietanze. In quelle condizioni ed a quel tempo l’imperativo...
Economia Domestica

5 idee per non sprecare la birra avanzata

Se amiamo la birra chiara o scura, e ci piace berla per accompagnare i nostri pasti oppure degli stuzzichini, è importante sapere che quella avanzata non va necessariamente versata nel lavandino; infatti, sono molteplici gli usi che se ne possono fare...
Economia Domestica

Come conservare e riutilizzare gli avanzi di cibo

Può capitare di preparare un pasto abbondante o di avere meno fame del previsto. Ci ritroviamo così con degli avanzi di cibo che non sappiamo come conservare e riutilizzare. È necessario pensare a cosa farne. Ma è importante anche sapere come conservarli....
Economia Domestica

Come liberarsi dalle tarme del cibo

Le tarme del cibo sono quei fastidiosi insetti che spesso troviamo nelle confezioni di pasta, farina o biscotti e che ci costringono a buttare cibo e denaro e a ripulire completamente la dispensa. Il nome scientifico di questo insetto è "Plodia interpunctella",...
Economia Domestica

Come liofilizzare il cibo

La liofilizzazione è un processo utilizzato per abbassare la temperatura del prodotto sotto lo zero, che viene applicata per estrarre l'acqua sotto forma di vapore. Quest'ultimo viene raccolto in un condensatore, e dopo che torna ad essere ghiaccio,...
Economia Domestica

Come conservare il cibo fresco a lungo

Per rendere gustose le vostre ricette, quando andate a fare la spesa preferite sempre i cibi freschi a quelli precotti, surgelati o confezionati. In questo modo anche il risultato sarà ottimo ed il gusto più saporito; cucinerete senz'altro delle prelibatezze....
Economia Domestica

Consigli d'uso di uno scaldavivande

Non tutti utilizzano uno degli elettrodomestici in realtà più comodi da portare con se quando bisogna riscaldare del cibo, ovvero lo scaldavivande. L'elettrodomestico per eccellenza in grado di riscaldare il cibo a sacco, è sicuramente lo scaldavivande....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.