5 consigli per mantenere pulito lo spazzolino

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Alcuni di noi, forse la maggior parte, facciamo dei gesti meccanicamente pensando di fare la cosa giusta ma con i dovuti accorgimenti possiamo affermare l'esatto contrario. Quotidianamente ci occupiamo della cura personale e della propria casa, e quindi anche dell'igiene. Una delle banali azioni che facciamo tutti i giorni è lavarci i denti. Anche se pensiamo di farlo correttamente di certo qualcuno non presta la stessa attenzione per lo spazzolino. Per evitare che in esso nidifichino dei batteri e micro-organismi contaminanti, che potranno arrivare alla nostra bocca senza le precauzioni necessarie, abbiamo pensato di darvi 5 consigli per mantenere pulito lo spazzolino.

26

Lavare le mani prima di usare lo spazzolino

Quando ci accingiamo a lavare i denti la prima cosa da fare è lavarsi bene le mani. La vita frenetica e la continua fretta a volte può farci dimenticare questa corretta abitudine, e quindi ci potrebbero portare ad afferrare subito dentifricio e spazzolino. Per mantenere pulito lo spazzolino quindi di deve partire dall'igiene delle mani, perché esse possono contenere sulla loro superficie una grande quantità di batteri.

36

Lavare lo spazzolino dopo ogni utilizzo

Il secondo consiglio per mantenere pulito lo spazzolino è quello di lavarlo accuratamente successivamente all'utilizzo. Dopo avere lavato i denti, dobbiamo fare in modo che non resti nessuna traccia ed alcun residuo di sapone, tra una setola e l'altra, all'interno della testina dello spazzolino. Dopo averlo lavato dobbiamo eliminare dallo stesso la quantità di acqua in eccesso permettendo così che asciughi prima possibile.

Continua la lettura
46

Conservare lo spazzolino in posizione verticale

Dopo aver lavato ed eliminato l'acqua in eccesso, altro consiglio per mantenere pulito lo spazzolino è conservarlo in maniera verticale nell'apposito contenitore fino al prossimo utilizzo. Assumendo questa posizione, l'acqua scivolerà giù trascinando con se i batteri, i quali preferiscono vivere un ambiente umido. In questo modo lo spazzolino avrà modo di asciugare più rapidamente e non sarà infettato dai micro-organismi patogeni.

56

Pulire il contenitore dello spazzolino periodicamente

Per mantenere pulito lo spazzolino, occorre poi che il contenitore dentro il quale lo poggiamo ogni volta venga pulito anch'esso periodicamente, almeno una volta a settimana. Raccogliendo l'acqua dello spazzolino e facile che contenga dei batteri, quest'ultimi possono venire a contatto con lo spazzolino e dunque è opportuno lavarlo. Inoltre bisogna fare in modo che all'interno di questo contenitore i vari spazzolini non entrino in contatto tra loro, sempre per motivi batteriologici.

66

Cambiare lo spazzolino circa ogni 4 mesi

Infine, per completare la lista dei 5 consigli per mantenere pulito lo spazzolino, vi diciamo che non c'è spazzolino più pulito di uno nuovo. Quindi è buona norma che, con una frequenza di circa 3 o 4 mesi, lo spazzolino sia cambiato oppure venga sostituita la testina davanti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

5 consigli per tenere il box doccia pulito

Tra tutti gli ambienti della casa, il bagno è forse quello di cui dobbiamo avere più cura ed attenzione. È il posto più utilizzato da chi vive in casa, ma è al servizio anche degli ospiti. Per questo motivo deve essere ben pulito. Il box doccia,...
Economia Domestica

5 cose che hai sempre pulito nel modo sbagliato

Le pulizie possono essere stancanti e complesse, ma se ti dicessimo 5 cose che hai sempre pulito nel modo sbagliato? Ecco una serie di trucchi che ti consentiranno finalmente di ottenere i migliori risultati servendoti dei materiali più semplici e alla...
Economia Domestica

Come mantenere al meglio le pentole di alluminio

Le pentole di alluminio sono tra gli utensili da cucina da privilegiare per le sue qualità, al tempo stesso però bisogna fare molta attenzione durante l'uso soprattutto per la prima volta. Nella seguente guida sarà spiegato come mantenere al meglio...
Economia Domestica

Come mantenere al meglio un materasso in schiuma di lattice

Ognuno di noi sa bene quanto il riposo sia fondamentale per il nostro benessere. Dormire il giusto numero di ore permette a mente e corpo di ricaricarsi. Ciò consente di affrontare ogni giornata al massimo delle proprie forze. Per poterci riposare al...
Economia Domestica

Come mantenere al meglio il marmo levigato

Il marmo levigato dona particolare bellezza agli interni di un appartamento. Che si tratti di un pavimento o di un piano d'appoggio, attribuisce una forte carica decorativa. Tuttavia può essere impegnativo manutenerlo così da preservarlo in tutta la...
Economia Domestica

Come mantenere la casa fresca senza l'aria condizionata

Con l'arrivo dell'estate arrivano anche i condizionatori e il mare. Purtroppo, con il passare degli anni le nostre estati stanno diventando sempre più calde e diventa sempre più difficile riuscire a passare un'intera giornata senza utilizzare l'aria...
Economia Domestica

Consigli per la manutenzione del pavimento in pvc ad incastro

In questa guida vi darò dei consigli per la manutenzione del pavimento in pvc ad incastro. Infatti, questo tipo di pavimento in pvc ha bisogno di attenzioni particolari. Quindi vi svelerò dei trucchetti e dei consigli utili per la manutenzione. Così...
Economia Domestica

Consigli per la manutenzione del condizionatore auto

L'automobile rappresenta il mezzo di trasporto estremamente utilizzato in tutto il territorio della Penisola Italiana e, infatti, ogni 1.000 residenti italiani, ci sono mediamente all'incirca 770 macchine in circolazione.Naturalmente, ciascuna vettura...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.