10 consigli per scrostare le pentole

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Avere le stoviglie sempre perfettamente pulite è indice di pulizia, igiene ed anche di essere ambiziosi nel rigovernare gli utensili e le pentole della cucina. La cosa migliore, è quella di intervenire subito sulle incrostazioni, in quanto con il trascorrere delle ore, le parti da rimuovere si seccheranno ulteriormente rendendo ancor più difficoltosa la pulizia. Vediamo nel dettaglio 10 consigli pratici per scrostare le pentole e farle ritornare a splendere.

211

Con l'acqua calda

Se abbiamo una padella o una pentola con i residui dei cibi che si sono attaccati sul fondo durante la cottura, la prima soluzione è quella di asportare le macchie facilmente removibili con un prelavaggio manuale servendoci della parte ruvida della spugnetta o in lavastoviglie. Successivamente, versiamo un paio di bicchieri d'acqua e mettiamo a scaldare sul fuoco. Basterà ripetere il lavaggio con il normale detersivo per i piatti, dopo aver tolto l'acqua calda che sarà servita ad ammorbidire l'incrostazione.

311

Con il sale

Con il normale lavaggio, non siamo riusciti a rimuovere le incrostazioni sul fondo della pentola che sono particolarmente ostinate. Versiamo due bicchieri di acqua ed aggiungiamo del sale da cucina, facciamo scaldare ed eventualmente bollire per qualche minuto. Lasciamo agire per una decina di minuti o una mezz'ora, poi rimuoviamo le macchie con la spugnetta abrasiva. Laviamo con detersivo per i piatti e risciacquiamo.

Continua la lettura
411

Con il bicarbonato

Se lo sporco è particolarmente ostinato ed incrostato, dopo un primo lavaggio della pentola, mettiamo al suo interno 2 bicchieri d'acqua ed un cucchiaio di bicarbonato di sodio, portiamo ad ebollizione. Lasciamo agire il tempo necessario, rimuoviamo la parte incrostata con la spugnetta abrasiva, laviamo e risciacquiamo la pentola.

511

Con la paglietta di ferro

Se l'incrostazione è su di una pentola con fondo di alluminio o di acciaio, possiamo intervenire con la paglietta di ferro. Durante il lavaggio manuale, o ripassando la pentola se è stata lavata in lavastoviglie. È il metodo più veloce, ma non si può utilizzare su fondi antiaderenti, si rischierebbe infatti di compromettere del tutto le pentole, rovinandole.

611

Con un coltellino

Può succedere che si siano formate delle incrostazioni in certe parti della pentola. Soprattutto, vicino alle maniglie oppure sul retro medesimo della stessa, se ci sono delle parti di unto che è difficile da togliere, interveniamo direttamente con la punta di un coltellino appuntito. Cerchiamo di grattare via le parti incrostate poi laviamo bene la pentola con il detersivo, risciacquiamo ed asciughiamo.

711

Con l'ammollo

Vediamo subito che sul fondo della nostra pentola si sono formate le incrostazioni, immergiamola subito in acqua calda con detersivo per i piatti. Se nel lavello non ci può stare per questioni di spazio, perlomeno riempiamo subito la pentola di acqua calda e detersivo, lasciamola in ammollo il tempo necessario per poter rimuovere le incrostazioni.

811

Con l'aceto

Un altro alleato in questi casi, è sicuramente l'aceto bianco. Basterà versarne alcuni cucchiai sulle incrostazioni, aggiungere un po' d'acqua, portare ad ebollizione, lasciare agire il tempo necessario per far ammorbidire e sciogliere lo sporco. Poi procederemo con spugnetta abrasiva e lavaggio della pentola.

911

Con il limone

Abbiamo utilizzato dei limoni per cucinare, non buttiamo le bucce, serviranno ad essere bollite con qualche bicchiere d'acqua, nella pentola da scrostare. Ammorbidiranno le incrostazioni facilitandone la pulizia, sgrasseranno e porteranno via anche gli eventuali odori. Lavando successivamente con l'apposito detersivo, avremo di nuovo la nostra pentola perfettamente sgrassata e lucente.

1011

Con il detersivo in polvere abrasivo

Se non abbiamo la paglietta in ferro, magari in casa abbiamo del detersivo in polvere del tipo di quello per il lavello della cucina. Distribuito sulla spugnetta e strofinato sullo sporco da rimuovere, ci aiuterà ad asportare le incrostazioni più ostinate, naturalmente da non utilizzare su fondi antiaderenti.

1111

Con il detersivo liquido per i fornelli

In alcuni casi di incrostazioni molto difficili da rimuovere e dopo aver provato i metodi precedentemente descritti, ovvero con ammolli vari e spugnette abrasive, ecc., non ci rimane che provare anche con il prodotto specifico per pulire i fornelli del gas. Naturalmente, utilizziamo guanti in gomma per proteggere le mani e versiamo un pochino di prodotto, insistiamo con la spugnetta abrasiva fino a che la nostra pentola non sarà tornata pulita e brillante. Poi laviamo accuratamente con detersivo e risciacquiamo abbondantemente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Macchie ostinate sulle pentole: consigli

A volte per lavare e igienizzare pentole e padelle non basta il semplice detersivo per piatti, togliere le macchie ostinate risulta una cosa difficilissima e i prodotti costosi non sempre riescono a risolvere il problema.Qui di seguito vi proponiamo alcuni...
Pulizia della Casa

Come eliminare le incrostazioni dalle pentole

Cucinare è una vera passione per moltissime persone. La soddisfazione di preparare qualcosa di buono con le proprie mani è immensa, ma pulire i piatti è decisamente meno divertente. Talvolta infatti è davvero difficile eliminare i residui di cibo...
Pulizia della Casa

Come scrostare il water

Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette indicazioni su come scrostare il water nella maniera più semplice e veloce possibile. La pulizia dei sanitari è un'operazione che va eseguita con periodicità e perizia....
Pulizia della Casa

Come disincrostare pentole e padelle

Alla fine di ogni pasto che consumiamo, ci ritroviamo le stoviglie da lavare. In particolare le pentole e le padelle sono soggette a incrostazioni che talvolta sono difficili da rimuovere con un solo lavaggio. In questi casi, il comune detersivo per piatti...
Pulizia della Casa

Come Pulire Le Casseruole E Le Pentole

Pentole e casseruole sono indispensabili in cucina. Per far durare e tenere in buono stato le pentole e le casseruole occorre molta dedizione. In questa guida vedremo come pulire le casseruole e le pentole. Citeremo tutti i prodotti da utilizzare. Forniremo...
Pulizia della Casa

Come pulire al meglio le pentole di rame

Anche se la presenza di pentole in rame all'interno delle abitazioni è sempre più rara, alcuni continuano ad usarle per la loro buona conducibilità termica; il calore infatti si diffonde in maniera uniforme per tutta la pentola. Molti inoltre pensano...
Pulizia della Casa

Come pulire le pentole in ceramica

Le pentole e le padelle in ceramica sono ormai sempre più diffuse in cucina, dovuto al fatto che il loro rivestimento interno non fa attaccare i cibi e, soprattutto la ceramica è un buon conduttore di calore e, fa sì che il calore si propaghi in maniera...
Pulizia della Casa

Come pulire le pentole antiaderenti

In cucina si utilizzano molteplici accessori per cucinare. Gli accessori più utilizzati oltre che piatti, bicchieri e posate, sono le pentole. Questo perché è l'accessorio che serve per cucinare le pietanze. Quando dobbiamo pulire le pentole antiaderenti,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.