Significato dei simboli di lavaggio

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Sulle etichette dei capi d’abbigliamento appaiono dei simboli di cui molti non conoscono il significato. In questa guida spieghiamo la funzione dei simboli più comuni. Ogni indumento dovrebbe riportare questa etichetta. La sequenza dei simboli non è posta a caso. In questo modo il consumatore conosce il giusto modo di lavaggio dell'indumento seguendo la legenda dei simboli illustrati. Il programma adeguato per il lavaggio del capo, la temperatura, la possibilità di usare il ferro da stiro su un tessuto specifico e tanti altri. Vediamo allora di comprendere il significato dei simboli di lavaggio.

26

L’obbligo di espressione mediante simboli grafici si rifà alla normativa internazionale istituita nel ‘91 e recepita in Italia tre anni dopo con la norma UNI EN 23758/94. I requisiti funzionali sono la prontezza, la comprensibilità e la compattezza dell’informazione sulle metodologie di manutenzione. Le numerose “trasmutazioni” post lavatrice che capitano a qualcuno di noi, suggeriscono l’opportunità di un ripasso.

36

La vaschetta esprime le istruzioni sul lavaggio in acqua. Il simbolo con la manina immersa vuol dire che il capo deve essere lavato a mano. Se ci sono invece i gradi significa che si può lavare in lavatrice alla temperatura massima indicata. Qualora ci fosse una linea sotto alla vaschetta andrebbe fatto un lavaggio a medie velocità (per sintetici). Se la vaschetta è sbarrata da un x il capo non può essere lavato ad acqua. Il cerchio rappresenta la necessità di lavaggio a secco. Solitamente c’è una P ma le letterine scritte rappresentano le istruzioni di trattamento chimico da utilizzare sul capo. Sicuramente la lavanderia le conosce. Il triangolo sta a significare la possibilità di candeggio al cloro. Se il triangolo è pieno e crociato, il capo non sostiene il candeggio.

Continua la lettura
46

Con il ferro da stiro si manifestano le indicazioni di stiratura. I puntini al centro indicano la temperatura. “Un puntino” sta per ferro freddo (110°), “due puntini” sta per ferro caldo (150°), “tre puntini” sta per ferro molto caldo (200°). Se il ferro è contrassegnato da una X il capo non può essere stirato. L'illustrazione del quadrato descrive le informazioni di asciugatura. Di solito troviamo un cerchio scritto nel quadrato che consente l’utilizzo dell’asciugatrice.

56

La temperatura suggerita è simboleggiata dal puntino al centro del cerchio. Niente significa nessuna limitazione, uno significa avvio a basse temperature (60°), due indica normale. Anche in questo caso se il simbolo è crociato evitare l’avvio. Ci sono poi altre illustrazioni meno usate. Tre barrette verticali inscritte nel quadrato al posto del cerchio richiedono l’asciugatura all’aperto.

66

Un trattino orizzontale la richiede in piano e due trattini suggeriscono l’asciugatura appesa su una gruccia. Lavare l’indumento nel modo adeguato è quindi fondamentale per non rovinarlo. L’asciugatura al sole porta i capi ad infeltrirsi più facilmente. L’ammollo inoltre è da evitare per lana, seta, capi che stingono e con applicazioni metalliche o in cuoio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come asciugare i capi delicati

Anche se le moderne tecnologie ci hanno fornito funzionali e rapidi sistemi elettronici per asciugare i capi di abbigliamento, non sempre possiamo contare sulle asciugatrici automatiche o sulla centrifuga sfrenata. Soprattutto per i capi delicati, sarebbe...
Pulizia della Casa

Consigli per stirare le tende di lino

È risaputo. Il lino è fra i tessuti più complessi durante lo stiraggio poiché ha la tendenza di stropicciarsi anche solo toccandolo. Nonostante sia una fibra 100% naturale e fresca se utilizzata nell'abbigliamento, per le massaie rimane il cruccio...
Pulizia della Casa

Come lavare al meglio i nostri capi

Fare il bucato è un rito molto antico che si è evoluto nel tempo, ma farlo al meglio senza incappare in errori che possono rovinare il maglione preferito o il vestito che piace tanto al proprio bambino richiede conoscenza ed organizzazione. Successivamente...
Arredamento

Come apparecchiare la tavola delle feste

Apparecchiare la tavola delle feste è un'arte che necessita di buon gusto e creatività. La combinazione armoniosa o meno di colori e decorazioni può decretare il successo o il fallimento di un pranzo od una cena eleganti. Principio base quando si decora...
Arredamento

Come arredare il bagno secondo il Feng Shui

Il Feng Shui è una disciplina taoista proveniente dalla Cina di origini antichissime. Si è sviluppata nel corso dei secoli per studiare la corretta disposizione degli oggetti d'arredo all'interno della casa al fine di trarne benessere e positività....
Ristrutturazione

Come scegliere la ditta per la ristruturazione di un appartamento

Le case di bell'aspetto sono considerati dei simboli di status da moltissime persone, quando non si abita in una casa di nuova costruzione la soluzione è la ristrutturazione. I vantaggi di una ristrutturazione della casa potrebbero essere numerosi: si...
Arredamento

Come creare un angolo zen in casa

Poiché la vita odierna, imprevedibile e stressante, rende sempre più difficile trovare tranquillità e relax, una delle poche opzioni disponibili è quella di creare un rifugio di pace nel comfort di casa nostra. Questo è il motivo per cui i principi...
Arredamento

Come arredare la taverna in stile anni '50

La taverna è un luogo dove si possono organizzare cene con amici e feste in famiglia, ma è anche un luogo da vivere nella serenità familiare, d'estate come d'inverno. Ma come arredare al meglio questo ambiente? In genere si tende ad ammobiliarlo con...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.