Riscaldare casa: come regolare il termostato per risparmiare

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Risparmiare sui consumi energetici è oramai una necessità di tutte le famiglie italiane. Troppo spesso le nostre case hanno una struttura tale da favorire gli sprechi. Alcuni problemi molto comuni, come gli spifferi, ci costringono ad un abuso del riscaldamento. Riscaldare casa in modo efficace richiede un ottimo impianto e l'ottimizzazione dell'edificio. Ma possiamo evitare bollette salate anche regolando al meglio il termostato. Ma come possiamo regolare questo strumento in modo da riscaldare gli ambienti? La casa non ha bisogno di altissime temperature per risultare confortevole e calda. Nei prossimi passi parleremo più nel dettaglio della regolazione del termostato.

26

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Impianto di riscaldamento con termostato regolabile.
36

Come anticipato, l'isolamento della casa è fondamentale per riscaldare efficacemente. Controlliamo porte e finestre per verificare la presenza di spifferi. Se presenti provvediamo a stringere cardini e cerniere in modo che i battenti combacino. In questo modo non si disperderà aria calda verso l'esterno. Durante l'inverno siamo soliti indossare abiti pesanti, spesso e volentieri anche in casa. Una temperatura ideale a tali condizioni si aggira intorno ai 20°C. Saremo capaci di tollerare anche 18-19°C, purché l'ambiente goda di un buon isolamento.

46

Il termostato è lo strumento utile a regolare la temperatura dei nostri impianti. Impostando una temperatura ideale, il termostato la manterrà costante. È importante capire che in base alle dimensioni del locale ci vorrà più o meno energia. Un piccolo locale non avrà bisogno di tanti consumi per riscaldarsi. Molte persone hanno l'abitudine di impostare le temperature ad un basso livello quando non sono in casa. Al contrario, aumentano i gradi durante la loro presenza. Questa strategia può sembrare utile per risparmiare. In verità non funziona esattamente in questo modo.

Continua la lettura
56

Per risparmiare dovremmo regolare il termostato a temperature basse per lunghi periodi. In un piccolo locale avremmo una dispersione di calore nettamente minore. Tuttavia il lungo periodo di riscaldamento garantisce un tepore ottimale alla casa. Per ampi locali, come vasti soggiorni, il ragionamento da fare è simile. In questo caso impostiamo il termostato sui 20°C nelle fasi di maggior necessità. Se siamo poco presenti o del tutto assenti abbassiamo al minimo o spegniamo per qualche ora. La temperatura media della casa oscillerebbe tra i 17 e i 18 gradi. Un livello più che accettabile per affrontare il freddo, col vantaggio del risparmio.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ricordiamo che non è consigliabile utilizzare il riscaldamento per tutta la notte. In questa fase della giornata possiamo spegnere il riscaldamento o diminuire al minimo la temperatura.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come e dove installare il termostato in una casa a due piani

In questo articolo, che ci accingiamo a scrivere, vogliamo proporvi il modo per imparare come ed anche dove installare, nella maniera corretta e semplice, il ...
Economia Domestica

Risparmio energetico: 10 consigli utili in casa

Se l'abitazione è abbastanza grande, occorre utilizzare tanta energia elettrica sia in estate che durante l'inverno. Nel periodo estivo, oltre al consumo del ...
Ristrutturazione

Come sostituire il termostato del forno

Ormai è un po' di tempo che il nostro forno fa le bizze. A volte cuoce troppo, altre volte invece togliamo tutto ancora crudo, quasi ...
Economia Domestica

Come regolare la caldaia per risparmiare

Il risparmio energetico è di fondamentale importanza, per gestire il proprio budget economico a disposizione. Il modo migliore per farlo nel periodo invernale, è di ...
Economia Domestica

Come regolare la temperatura del frigorifero

A volte le azioni domestiche più semplici appaiono come degli ostacoli insormontabili. In prevalenza tutte le case dispongono di elettrodomestici, piccoli o grandi. Fra di ...
Economia Domestica

Vantaggi e svantaggi del riscaldamento a battiscopa

Se la tua abitazione non è dotata di un sistema di riscaldamento centrale, mantenerla adeguatamente calda durante i mesi invernali potrebbe richiedere l'uso di ...
Economia Domestica

Come risparmiare energia elettrica con l'aria condizionata

Ormai è assodato che, tutti hanno in casa almeno un sistema di aria condizionata. Si stima infatti che un italiano su due ne abbia almeno ...
Economia Domestica

Come riscaldare la casa a infrarossi

La maggioranza delle abitazioni presentano dei sistemi di riscaldamento per ciascuna stanza oppure un numero limitato di camere con un'unica zona di riscaldamento: esistono ...
Ristrutturazione

Come costruire una casa a risparmio energetico

Il tema del risparmio energetico è un argomento molto in voga di questi tempi in cui la salvaguardia dell'ambiente, il rispetto della natura e ...
Economia Domestica

Come installare un termostato digitale programmabile

Quando si decide di acquistare una casa sprovvista di sistemi di riscaldamento, nasce il bisogno di doverne installare uno. Ecco che esistono una serie di ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.