Pulire lo stucco dai pavimento in pochi step

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I lavori di ristrutturazione, come la posa in opera di un camino in sala o delle piastrelle in bagno e cucina, lasciano inevitabilmente le loro tracce sul pavimento di casa. In particolare cemento e stucco, se lasciati a contatto prolungato con la ceramica, possono causare aloni difficili da eliminare. In questa guida vediamo come pulire lo stucco dai pavimenti in ceramica senza arrecare danni in pochi step.

26

Testare su una piccola area

Raccomando di testare sempre, qualsiasi metodo, su una piccola area poco visibile del pavimento, prima di procedere su tutta la superficie da trattare, in modo da assicurarvi di non creare danni irreparabili. Partendo dal metodo meno aggressivo (descritto nello step 2), passate mano a mano a prodotti e strumenti piú abrasivi (seguenti step) solo in caso una buona dose di olio di gomito non dovesse dare risultati. Gli strumenti atti ad una rimozione puramente meccanica dello stucco dalla ceramica, in ordine di aggressivitá crescente, sono: una comune spugna (morbida, non abrasiva), una spugna in nylon antigraffio, un bastoncino appiattito in legno (materiale perfetto per prevenire eventuali graffi), una spugnetta abrasiva, un panno in lana d'acciaio, una lametta da barba.

36

Inumidire con acqua calda

Dopo aver inumidito l'area da trattare con acqua calda, impiegate gli strumenti elencati nel primo step partendo dal meno aggressivo (la spugna) e, con olio di gomito e buona dose di pazienza, tentate di rimuovere accumuli di stucco ed aloni. Riservate particolare attenzione alle ultime 3 opzioni (spugna abrasiva, lana d'acciaio e lametta), che potrebbe graffiare o lasciare tracce e macchie scure d'abrasione. Impugnate lo strumento prescelto inclinandolo quanto piú possibile con un'angolo acuto, in modo da applicare la minor pressione possibile.

Continua la lettura
46

Ricoprire con aceto

Per rimuovere piccole macchioline isolate e sottili strati di stucco normalmente l'aceto rappresenta un ottimo alleato. Contiene infatti un volume di acido acetico sufficiente a sciogliere il legame fra stucco e piastrella senza essere aggressivo. Vediamo come procedere. 1 Innanzitutto aspirate accuratamente tutto il pavimento per eliminare qualsiasi traccia di polvere. 2 Usate una spugna per stendere uniformemente una quantitá di aceto sufficiente a ricoprire completamente la zona da trattare. 2 Lasciate che l'aceto venga assorbito dallo stucco per almeno 30 minuti. 3 Se state operando in estate ed il calore lo fa evaporare, ripetete l'applicazione varie volte, per mantenere l'area umida. 4 Quando notate che lo stucco inizia ad ammorbidirsi, strofinate il pavimento con una spazzola morbida, spugna o apposito feltro abrasivo. 5 Risciacquate con acqua pulita. 6 Lavate con acqua e detergente (preferibilmente sapone di Marsiglia). 7 Risciacquate un'ultima volta, per assicurarvi che tutto l'acido sia stato rimosso.

56

Tamponare con acido fosforico

Per rimuovere grandi quantitá o spessi strati di stucco dovrete ricorrere ad un prodotto acido piú potente. Solitamente si utilizza l'acido fosforico, di norma impiegato per ripulire le opere murarie. 1 Con una spatola, un raschietto o la punta di un cacciavite piatto cercate di rimuovere quanto piú stucco possibile. 2 Applicate l'acido fosforico (eventualmente diluendolo e tamponandolo), seguendo attentamente le istruzioni riportate sulla confezione. 3 Appena lo stucco inizia a distaccarsi, strofinate l'area trattata fino a completa rimozione. 4 Come nel caso dell'aceto, procedete quindi ad un accurato lavaggio con acqua, poi acqua e sapone ed infine risciacquate. Se le piastrelle da pulire sono smaltate, usate prodotti acidi con estrema cautela, in quanto potrebbero alterarne la colorazione e smangiarne la finitura.

66

Ricorrere ad una soluzione di acido muriatico

Come estrema ratio potete ricorrere ad una soluzione a base di acqua ed un 10% di disincrostante acido (tipo acido muriatico), diluibile in acqua a seconda della tipologia di materiale su cui impiegarlo. In quest'ultimo caso ricordate di indossare sempre occhiali e guanti per proteggere pelle ed occhi, garantire all'ambiente una buona ventilazione per i fumi nocivi che emanano dall'acido, prestare particolare attenzione a non toccare le fughe fra le piastrelle. Alcune tipologie di cotto, gres e pietra, particolarmente delicate e porose, non sopportano alcun prodotto acido, pertanto, in caso di dubbio, rivolgetevi ad un professionista.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come lucidare le piastrelle in granito di marmo

Il marmo è un materiale perfetto per rivestire i pavimenti e creare dei ripiani per i mobili della cucina. Mediante una serie di lavorazioni, la polvere di marmo si impiega per creare la vernice, il dentifricio e anche la carta. Questa roccia è disponibile...
Pulizia della Casa

Come pulire l'ardesia

L'ardesia è considerata uno dei materiali più sicuri, perché è antiscivolo e viene generalmente impiegata per davanzali, stipiti ma soprattutto per la pavimentazione. L'ardesia è una pietra naturale e come tale richiede un minimo di attenzione, ma...
Pulizia della Casa

Come pulire le giunzioni delle piastrelle del bagno

Sarà capitato a tutti, almeno una volta, di notare che le giunzioni tra le piastrelle, comunemente dette fughe, fossero sporche.Magari c'era della muffa, oppure del comune sporco accumulato che, pulendo superficialmente le piastrelle senza concentrarsi...
Pulizia della Casa

Come lavare una poltrona in pelle

Lavare una poltrona in pelle richiede alcune accortezze, indispensabili per non rovinarne il rivestimento. In commercio, esistono diverse tipologie di pelle, usate per foderare una poltrona. La pelle scamosciata ha una consistenza morbida e vellutata....
Pulizia della Casa

Come eliminare le macchie di deodorante dai tessuti

La vita frenetica che viviamo oggi non ci fa stare mai fermi, e questo inevitabilmente ci spinge a sudare. Utilizzare un deodorante in questi si rende quasi indispensabile, poiché ci consente di controllare la sudorazione, specialmente quella ascellare....
Pulizia della Casa

5 modi per pulire i vetri senza detersivi

Le abitazioni devono essere sempre pulite e lucenti non solo per una questione di ordine ma anche di igiene. Anche i vetri delle case, necessitano di una pulizia costante ma per evitare di utilizzare i soliti prodotti chimici spesso dannosi e aggressivi,...
Pulizia della Casa

Come eliminare la ruggine dalle piastrelle

La ruggine si forma a causa della combinazione di acqua e aria che insieme corrodono materiali quali i metalli come ferro ed acciaio. Ebbene eliminare la ruggine è un'impresa al quanto complessa su questi materiali, ma è un'impresa non indifferente...
Pulizia della Casa

Come utilizzare gli oli essenziali nelle pulizie di casa

L'uso degli oli essenziali, legato alle loro proprietà benefiche, è noto soprattutto per quanto riguarda il settore terapeutico, con l'aromaterapia ed il benessere psicofisico. In realtà gli oli essenziali si prestano anche ad altri impieghi, meno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.