Idee per rivestire le sedie

di Enza P. difficoltà: media

Idee per rivestire le sedie In questa guida scopriremo delle tecniche semplicissime e veloci che daranno nuovo stile e colore alla sala da pranzo, al salotto o al giardino. Si possono rivestire sedie in metallo, legno, impagliate o imbottite. Dando colore e innovando un elemento come le sedie, si può ridare una nuova personalità e cambiare lo stile a un intero ambiente. L'arte di rivestire le sedie è alla portata di tutti, bastano materiali semplici e tante idee. Foto: www.donnamoderna.com

Assicurati di avere a portata di mano: Vecchie sedie Tessuto (stoffa o ecopelle) Gomitoli di lana o di spago Ago Filo di cotone resistente Forbici Matita Colla vinilica e a caldo Punzonatrice

1 Per sedie non imbottite (in metallo o legno) è necessario innanzitutto pulire bene la struttura, eliminando residui di polvere e sporco. Per le sedie in legno occorre passare della carta vetrata laddove il legno dovesse presentare delle scheggiature. Per le sedie in metallo, è bene ricoprire di vernice eventuali parti arrugginite e lasciare asciugare prima di cominciare a rivestirle. A questo punto occorre scegliere uno o più fili di lana colorati, applicare poca colla a caldo sulla parte che ci si accinge a coprire e iniziare il vero e proprio rivestimento della struttura cominciando a far girare il gomitolo intorno alla parte da coprire. In alternativa alla colla a caldo, può essere utilizzata la colla vinilica mescolata con dell'acqua (questa soluzione va spennellata man mano sulle parti da ricoprire). Nel caso si opti per le variazioni di colore, bisogna iniziare con un gomitolo per poi incollare bene alla struttura il filo che si lascia e quello con cui si continua il rivestimento. Fatto ciò, si può sfumare l'effetto facendo una leggera "marcia indietro" con il secondo filo, lasciando intravedere il colore sottostante e proseguire in avanti fino al nuovo cambio di colore. In alternativa, si possono usare gomitoli di lana già sfumati e variamente colorati.

2 Per rivestire le sedie imbottite, è necessario appoggiare al rovescio sulla seduta il tessuto (in stoffa o ecopelle) e segnare con la matita la sagoma della seduta, includendone i bordi laterali. Attenzione a sagomare con precisione i punti in cui la seduta incontra la spalliera. Occorre poi porre il tessuto sulla base da lavoro e ritagliarlo seguendo i segni tracciati, abbondando di uno o due centimetri rispetto a questi segni. In alternativa, si può appoggiare alla seduta il foglio di un quotidiano e segnare con un pennarello nero la sagoma della base della sedia, poi questo foglio andrà ritagliato, sovrapposto alla stoffa e appuntato ad essa con gli spilli. Fatto ciò, si potrà ritagliare il tessuto, con la certezza di non sbagliare. Attenzione: nel ritagliare la sagoma è assolutamente essenziale ricordarsi di lasciare lungo ogni lato uno o due centimetri in più rispetto a quelli dell'altezza dell'imbottitura e questo al fine di permettere la piega del panno.

Continua la lettura

3 Una volta ottenuta la sagoma, essa va posta su un piano da lavoro con il lato rovescio verso l'alto.  A questo punto è necessario piegare di un centimetro tutti i bordi verso l'interno e fissarli con la colla a caldo.  Approfondimento Come scegliere le sedie da cucina (clicca qui) Per i due estremi che andranno ad abbracciare le aste della spalliera è utile operare dei piccoli tagli triangolari con le forbici per poter piegare meglio i margini.  Adagiare poi il tessuto alla struttura e iniziare a fissare i quattro lati sparando i punti con la punzonatrice nella parte sottostante la seduta, in modo che restino invisibili.  Fissati i quattro lati con un punto centrale per ogni lato, si dovrà appoggiare la sedia a testa in giù su un tavolo.  Continuare a tendere il panno e a fissarlo nella parte sottostante la seduta, stando attenti alla parte situata intorno al perimetro delle aste della spalliera (questa va fissata con ago e filo).  Lo stesso lavoro va ripetuto per la parte superiore della sedia, se imbottita.. 

Non dimenticare mai: Nel caso di sedie non imbottite, sia per quelle da giardino che per quelle da interni si può optare per lo spago o una corda sottile anzichè la lana per un effetto più rustico e resistente.

Come scegliere delle sedie in rattan Come rendere comode delle vecchie sedie e abbinarle al tuo arredamento Come ristrutturare una sedia antica Come pulire una sedia di tessuto

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili