Come usare il bicarbonato in cucina

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il bicarbonato di sodio è un composto solido cristallino di colore bianco, molto solubile in acqua, che viene comunemente usato in cucina. Lo possiamo trovare in qualsiasi supermercato, confezionato in barattoli o scatole ad un prezzo molto economico; è un utilissimo prodotto che può essere usato in svariati modi grazie alle sue diverse proprietà chimiche. Ma andiamo a vedere più nel dettaglio tramite i seguenti passaggi, su come possiamo usare il bicarbonato in cucina.

26

Occorrente

  • Bicarbonato
36

Un utilizzo che possiamo dare al bicarbonato, è quello di eliminare totalmente le cattive fragranze emanate dalla nostra lavastoviglie. Per chi utilizza una lavastoviglie, sa bene di cosa stiamo parlando, dato che può essere davvero molto fastidioso questo problema. Quindi, per far ciò, bisognerà soltanto appoggiare all'interno del nostro elettrodomestico, una tazzina piccola piena di bicarbonato. Oppure ancora, possiamo semplicemente versare il bicarbonato nello spazio dedicato ai detersivi.

46

Un'altra funzione in cui ci può tornare davvero molto utile il bicarbonato, è quella di smacchiatore. Ebbene si, il bicarbonato, grazie alle sue proprietà chimiche, riesce a smacchiare qualsiasi tipologia di macchia, che sia di sugo, o di olio. Soprattutto quando si tratta di macchie in superfici metalliche come il nostro lavello della cucina. Quindi dovremo soltanto comporre una soluzione, di acqua e bicarbonato, e strofinare molto energicametne sulla parte da smacchiare.

Continua la lettura
56

Possiamo pulire anche il forno a microonde, aggiungere una soluzione di due cucchiai di bicarbonato e una tazza di acqua in una ciotola per microonde e mettere a cuocere a potenza elevata per 2-3 minuti. Dopo avere rimosso il contenitore, strofinate l'interno del forno con un panno umido. Per evitare cattivi odori in cucina, pulire di tanto in tanto il cesto dell'immondizia con un tovagliolo di carta o un panno imbevuto di bicarbonato. Risciacquatelo con una spugna umida e lasciatelo asciugare prima di mettere una nuova busta.

66

Possiamo rimuovere i depositi minerali di caffettiere e teiere di metallo, riempiendole con un composto di una tazza di aceto e quattro cucchiai di bicarbonato di sodio. Bisogna far bollire la miscela per cinque minuti e risciacquare con acqua fredda. Se avete toccato con le mani qualsiasi cibo che vi abbia lasciato un cattivo odore, potete toglierlo facilmente lavandovi le mani con due cucchiaini di bicarbonato al posto del sapone classico.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come smacchiare la cera e l'erba su un indumento

Togliere le macchie dai tessuti non è sempre un'operazione semplice: spesso, infatti, la macchia persiste e addirittura rimane fissata tra le fibre, rendendo complesso tentativo di rimuoverla. È bene, pertanto, seguire con attenzione degli accorgimenti...
Pulizia della Casa

Come togliere macchie persistenti da diversi tipi di superficie economicamente

Nella nostra casa esistono diversi tipi di superficie che vanno trattati diversamente quando occorre pulirli: dalle ceramiche delle piastrelle del bagno e della cucina, al cotto o al marmo dei pavimenti, per esempio. Ma anche i mobili, a seconda del materiale...
Pulizia della Casa

5 modi per togliere il cattivo odore dalla lavastoviglie

Se per lavare piatti, bicchieri e pentole utilizziamo la lavastoviglie, sappiamo benissimo che se non viene costantemente pulita, tende ad emanare cattivi odori a causa dei residui di cibi, del calcare e del tanfo dovuto al non uso. In commercio esistono...
Pulizia della Casa

Come fare il detersivo per piatti e lavastoviglie in casa

Paura dei residui sulle stoviglie, dell'aggressività sulla pelle e del mistero dei componenti chimici contenuti nei detersivi? Stanchi di spendere grandi cifre per lavare via la sporcizia? Allora è giunto il momento di imparare come fare in casa il...
Pulizia della Casa

Come smacchiare vari oggetti

Oggetti di ogni sorta, origine e provenienza pretendono di essere puliti e rimessi a nuovo. Ma sono così tanti e i materiali sono così diversi. Per non parlare poi della forma, vero cruccio delle casalinghe di tutto il mondo. Com'è possibile smacchiare...
Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore di cibo dal microonde

Negli ultimi 20 anni i forni a microonde sono diventati di uso comune nelle nostre cucine; possono sostituire i normali forni elettrici per cucinare, con un notevole rispamio di tempo e di energia elettrica. Sono indispensabili per scongelare i cibi mantenendo...
Economia Domestica

Microonde: trucchi e consigli

Il forno microonde è un particolare tipo di elettrodomestico molto utilizzato in cucina sia per riscaldare che per cucinare vari tipi di pietanze. Questo tipo di forno utilizza delle particolari onde elettromagnetiche che interagiscono con le molecole...
Pulizia della Casa

Come smacchiare i tessuti

Il bucato è un'incombenza diffusa e anche la persona più attenta sulla faccia della terra ha dovuto affrontare il dilemma delle macchie: come smacchiare i nostri tessuti sporchi di olio, caffè o cioccolato?Niente paura: bastano piccoli accorgimenti,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.