Come togliere le macchie di muffa dal muro

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Soprattutto nella stagione molto umida e piovosa si possono formare delle antipatiche ed antiestetiche macchie di muffa sul muro di ogni abitazione. Le muffe altro non sono che dei veri e propri microrganismi viventi, sostanzialmente simili a delle spore e batteri, che trovano il loro habitat favorevole nelle zone fredde ed umide, nutrendosi di acqua e di altre sostanze. Le pareti ed i muri esposti a nord che presentano delle piccole infiltrazioni, rappresentano le condizioni ideali per la loro proliferazione. Esteticamente la muffa si presenta, inizialmente, con dei piccoli puntini scuri che successivamente si trasformano in vere e proprie macchie più visibili, provocando in alcuni casi anche lo sfaldamento degli intonaci. In questa guida spiegheremo, pertanto, come togliere queste fastidiose macchie dal muro, fornendo tutte le informazioni necessarie ed i consigli, a partire dal materiale che elencheremo a seguire.

27

Occorrente

  • spruzzino
  • acqua
  • candeggina/varecchina
37

Come è risaputo da gran parte delle persone, la muffa non rappresenta esclusivamente un disagio dal punto di vista estetico, dal momento che contribuisce a rendere insalubre l'ambiente in cui si vive. Infatti, apporta a dei danni latenti all'apparato respiratorio. Le spore, essendo dei microrganismi di piccolissime dimensioni, oltre che insani, fluttuano in modo leggero e si disperdono nell'aria circostante. È inevitabile, quindi l'assorbimento a carico dei polmoni che a quel punto diventano terreno fertile per lo sviluppo di forme patologiche come l'asma bronchiale, gli eczemi, la tosse ed altre patologie molto fastidiose ed insidiose.

47

Le zone maggiormente colpite sono prevalentemente gli angoli situati tra il pavimento e la parete, oppure quello tra la parete ed il soffitto. Il fenomeno della muffa è provocato dall'eccessiva umidità presente nell'aria, la quale si condensa nel punto maggiormente freddo dell'abitazione o del locale. Se si aggiunge anche un impianto di riscaldamento poco efficiente o inadeguato ed uno scarto evidente di temperatura tra le varie stanze, abbiamo già individuato le più comuni cause di muffa su cui è possibile intervenire. Inoltre, facciamo presente che il dislivello termico tra i vari locali dell'abitazione non dovrebbe mai superare i 3 gradi centigradi.

Continua la lettura
57

Per togliere le antipatiche ed antiestetiche macchie di muffa si deve dotarsi di due ingredienti importanti e facilmente reperibili. Parliamo di acqua, possibilmente tiepida, e di candeggina. È possibile metterli in uno spruzzino o in una bacinella. Ovviamente, la prima opzione è più comoda rispetto alla successiva, soprattutto se si ha l'intenzione di arrivare nei punti elevati della casa. A questo punto, si devono iniziare a rimuovere le macchie di muffa mediante una spugna per asportare la parte più grossa della macchia. Occorre prendere uno spruzzino o una bacinella, per poi indossare dei guanti per impedire delle irritazioni a carico delle mani. Successivamente, si può ripassare su tutte quante le aree interessate, mediante la spugna immersa nel composto.

67

Per allontanare la muffa, si tratta pertanto di lavare la parete tramite l'ipoclorito di sodio (la comune candeggina) opportunamente diluito. È necessario, infatti, spruzzare il liquido direttamente sul muro, per poi passare una spugna sulla macchia fino a sbiancarla. Potrebbe essere necessario dover ripassare più volte, nel caso fosse presente tanta muffa. L'ultima operazione da effettuare consiste nel pitturare la parete in esame. Precisamente, si deve procedere con il ritinteggiare, tramite l'idropittura murale bianca, in modo da restituire il colore originario nel punto in dove era presente la macchia di muffa. Si deve tenere in considerazione che molto probabilmente la macchia non scomparirà del tutto ma, la disinfezione della zona e dell'intonaco nuovo, permetteranno di migliorare la salubrità dell'ambiente. Alcuni semplici accorgimenti consentiranno, tra l'altro, di ritardare la formazione della muffa. A seguire, ne citiamo soltanto quattro. Una di queste azioni consiste nell'arieggiare, quanto più possibile, le varie stanze. In secondo luogo, è necessario evitare l'asciugatura dei panni in casa. Poi, è buona regola azionare la cappa di aspirazione sul piano cottura, mentre si tende a cucinare. Per concludere, è fondamentale non eccedere con l'utilizzo delle piante d'appartamento. Questi quattro stratagemmi consentiranno di diminuire, di gran lunga, le possibilità dello sviluppo della muffa nei locali di casa.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non esagerare con le piante d'appartamento e con l'annaffiatura
  • Areare la casa frequentemente per diradare la condensa
  • Accendere la cappa della cucina mentre fai da mangiare

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come eliminare la muffa dagli armadi

La muffa è un fungo che colpisce gli ambienti carichi di umidità, è molto facile trovarla negli angoli dei muri e si manifesta solitamente con macchie che possono essere grigie e tendenti al nero. Oltre alle macchie, la muffa provoca cattivi odori...
Pulizia della Casa

Come eliminare definitivamente la muffa da muri e mobili

Molte case, soprattutto quelle più datate, spesso hanno la pecca di essere umide, problema che provoca la formazione della muffa, un particolare tipo di fungo pluricellulare estremamente dannoso per l'organismo umano. Le spore rilasciate dalla muffa,...
Pulizia della Casa

Come prevenire il problema della muffa

La muffa è un fungo pluricellulare, si trova spesso sui cibi avariati, ma è anche utilizzata nella produzione di formaggi, come il gorgonzola, e di antibiotici; questo organismo si forma negli ambienti particolarmente umidi, soprattutto se non vengono...
Pulizia della Casa

Come eliminare la muffa che si forma sulle pareti o sul soffitto

La muffa, costituita da piccoli microorganismi come batteri o spore, si manifesta inizialmente sotto forma di insignificanti puntini neri e col tempo continua a proliferare sui muri domestici, trasformandosi in macchie scure sempre più compatte. Oltre...
Pulizia della Casa

Come prevenire la comparsa della muffa in casa

La muffa è un fungo comune e diffuso nelle abitazioni. Nell'ecosistema decompone e ricicla le materie organiche. Nelle mura domestiche, invece, rappresenta un vero problema, potenzialmente pericoloso. La muffa regna in ambienti umidi, come pareti o mobili,...
Pulizia della Casa

Come eliminare la muffa dai cassetti

La muffa, si sa, è un tipo di fungo che si forma principalmente in ambienti chiusi, umidi e poco ventilati. Oltre i muri e i soffitti, spesso aggredisce anche il legno, di cui si nutre: non è raro scostare un mobile dalla parete per pulirlo e trovarne...
Pulizia della Casa

Come togliere la muffa dai muri

Spesso si presenta in modo subdolo e silente, con macchie nere o verdastre che iniziano a fare la propria comparsa fra le mattonelle che rivestono il bagno, sulle pareti bianche della cucina e in qualsiasi locale ad alto tasso di umidità: è così che...
Pulizia della Casa

Come pulire il piatto doccia dalla muffa

La rimozione della muffa è molto semplice da eseguire, l'importante è utilizzare i giusti prodotti. La muffa è davvero fastidiosa, in quanto annerisce le fughe del pavimento, rovina i rubinetti del lavello o della doccia e scolorisce il muro; oltretutto,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.