Come togliere la muffa dai libri

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per chi è appassionato di libri, non c'è niente di più brutto che veder apparire tra le pagine le macchie della muffa. Purtroppo nelle nostre case non ci sono le condizioni ideali per la conservazione dei libri e, soprattutto se il tomo è vecchio, finisce con l'ingiallirsi e ammuffirsi. Il primo segnale della proliferazione del fungo è il classico odore di muffa: non appena lo avvertite vuol dire che l'organismo ha iniziato a proliferare e rischia di trasferirsi anche in altri libri. Spesso non è semplice togliere la muffa dalla carta, per cui la cosa migliore in assoluto sarebbe evitare la sua formazione adottando piccoli accorgimenti come quello di assicurarsi che il libro sia ben asciutto prima di riporlo su scaffali o librerie. Comunque sia, se ormai la muffa si è formata, ci sono alcuni metodi che spesso funzionano ed ora li vedremo insieme. Vediamo insieme come togliere la muffa dai libri.

26

Occorrente

  • libro da trattare
  • bicarbonato o amido di mais o borotalco
  • pennello dalle setole naturali o spazzolino da denti
36

Per una buona conservazione dei libri è necessario tenerli in un luogo fresco, asciutto e nel quale circoli bene l'aria. Tuttavia, se sentite il caratteristico odore di muffa e capite che il tomo è stato attaccato dal fungo, potete agire mettendo il libro in piedi e lasciandolo aperto per diverso tempo. Passata qualche ora richiudetelo in modo da non rischiare di danneggiare la rilegatura, ed effettuate questa procedura di apertura e chiusura del volume fino a quando non scomparirà l'odore di muffa, tenendo conto che potrebbe volerci molto tempo.

46

Se vedete che anche con questi accorgimenti di areazione del libro la muffa si è formata lo stesso, dovete procedere alla sua rimozione a secco, quindi potete provare cospargendo la parte ammuffita con del bicarbonato, del borotalco o dell'amido di mais. Questo perché sono prodotti che "asciugano" e quindi possono essere utili per la rimozione della macchia. Una volta cosparsa la macchia, prima di passare alla fase successiva dovete però attendere che la parte in questione sia completamente asciutta.

Continua la lettura
56

Una volta che la macchia di muffa si sarà seccata potete cercare di toglierla con un pennello dalle setole naturali, oppure con uno spazzolino da denti, prestando molta cura a non rovinare o rompere la pagina e quindi sfregando delicatamente con l'intento di rimuovere il prodotto usato. Rimuovendo il prodotto, anche la macchia di muffa verrà rimossa. Attenzione però: queste regole non sono valide nel caso in cui le macchie di muffa avessero già assunto un colorito marrone, perché vuol dire che lo stato di propagazione della muffa è troppo avanzato e non è possibile intervenire sul libro. Buon lavoro!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come eliminare definitivamente la muffa da muri e mobili

Molte case, soprattutto quelle più datate, spesso hanno la pecca di essere umide, problema che provoca la formazione della muffa, un particolare tipo di fungo pluricellulare estremamente dannoso per l'organismo umano. Le spore rilasciate dalla muffa,...
Pulizia della Casa

Come eliminare la muffa con un deumidificatore

Eliminare la muffa non è solo una questione estetica. Sconfiggere la muffa è fondamentale per la salute di chi vive in un determinato ambiente, in quanto le spore di questo fungo possono provocare problemi a livello respiratorio come l'asma, le allergie,...
Pulizia della Casa

Come pulire i muri dalla muffa

La muffa è un fungo di colore nero, grigio oppure bianco che in apparenza sembra polvere. Essa si crea per la presenza di umidità, che può essere provocata da un'infiltrazione oppure dalla condensazione del vapore acqueo. L'utilizzo di alcuni prodotti...
Pulizia della Casa

Come eliminare la muffa dagli armadi

La muffa è un fungo che colpisce gli ambienti carichi di umidità, è molto facile trovarla negli angoli dei muri e si manifesta solitamente con macchie che possono essere grigie e tendenti al nero. Oltre alle macchie, la muffa provoca cattivi odori...
Pulizia della Casa

Come evitare la muffa in frigo

La muffa è un fungo che si presenta su cibi in decomposizione (e non solo), sotto forma di uno strato verde; inoltre, costituisce un problema per gli ambienti chiusi e umidi, come appunto frigoriferi, cantine, bagni e luoghi riparati dal sole e con...
Pulizia della Casa

Come rimuovere la muffa dal cuoio

La muffa è una tipologia di fungo che genera una sostanza detta “micelio” sulla superficie di qualsiasi cosa di organico e che cresce e si sviluppa sugli oggetti in cuoio. Questi ultimi, specialmente se conservati all'interno di luoghi umidi e bui,...
Pulizia della Casa

Come prevenire la comparsa della muffa in casa

La muffa è un fungo comune e diffuso nelle abitazioni. Nell'ecosistema decompone e ricicla le materie organiche. Nelle mura domestiche, invece, rappresenta un vero problema, potenzialmente pericoloso. La muffa regna in ambienti umidi, come pareti o mobili,...
Pulizia della Casa

Come rimuovere l'odore di muffa dalla lana

La muffa è una spora, una sorta di fungo che si forma in casa quando vi è una forte presenza di condensa. Molto spesso, agevolata anche dall'umidità, riesce ad infiltrarsi anche negli armadi, causando quel cattivo odore che si sente quando si tenta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.