Come togliere la muffa da armadi e cassetti in legno

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Avere una pesante umidità all'interno della casa, provoca l'insorgere di problematiche legate alla muffa, di diverse tipologie. Spesso, questo problema arriva con le basse temperature e nei luoghi che non vengono arieggiati in modo accurato. In questo guida, ci dedicheremo a spiegarvi come togliere la muffa da armadi e da cassetti in legno. Incominciamo ad argomentare su questa tematica.

27

Occorrente

  • Pezza asciutta, pezza umida, alcool, bicarbonato, aceto bianco.
37

La problematica della muffa

Il problema più grave legato alla muffa è che essa va a formarsi molto spesso anche nei cassetti di legno e negli armati, andandosi a depositare e taccare un velo che si sparge praticamente ovunque. In molti casi, l'insorgere della formazione della muffa, deriva dal contatto esistente del legno con pareti umide, alla vicinanza con finestre, ecc.. Per evitare di respirare la muffa che può davvero far male alla salute e per evitare di ritrovare i vestiti distrutti dall'umidità, è necessario procedere alla corretta pulizia dell'armadio. Dovrete innanzitutto rimuovere tutti i vestiti dall'armadio e da tutti i cassetti, in modo tale da verificare bene dove si trova la muffa e in modo tale da poter pulire benissimo tutta la superficie di armadi e cassetti.

47

La pulizia dalla muffa

Dovrete necessariamente andare a spostare l'armadio, cassetti compresi, dal muro circostante, in modo tale da poter riuscire a verificare dettagliatamente la presenza della muffa nel muro. Qualora la presenza fosse realmente riscontrata, per prima cosa dovrete rimuoverla dal muro, passando un panno asciutto e dello spray specifico antimuffa. Questo servirà per evitare nuovamente la formazione di muffa anche all'interno dell'armadio. Adesso, procedete con la pulizia dell'armadio e dei cassetti, passando su tutta la loro superficie una pezza inumidita con alcool e bicarbonato. Risciacquate bene il tutto e lavate nuovamente l'interno dell'armadio e dei cassetti con una pezza bagnata di aceto. L'aceto, servirà ad eliminare l'intenso odore di muffa.

Continua la lettura
57

L'uso del sale

Una volta che sarete arrivati fino a questo punto, potrete nuovamente riporre all'interno dell'armadio pulito i vostri vestiti, andando però a inserire una piccola vaschetta di sale grosso da cucina al suo interno, che avrà la funzione di assorbire l'umidità in eccesso, scongiurando l'insorgere della muffa sul legno. Con queste semplici e piccole procedure e con l'utilizzo di alcuni di questi prodotti consigliati, potrete ottenere davvero un ottimo risultato, evitando così la formazione continua di muffa. Potete anche sostituire il bicarbonato o l'alcool, semplicemente con del sapone per piatti o con qualche scaglia di sapone di Marsiglia.
Eccovi un link utile:http://www.lettera43.it/it/guide/ambiente/2014/01/29/come-togliere-la-muffa-dal-legno/9442/.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Provate anche ad utilizzare il sapone per i piatti.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come eliminare l'odore di muffa dai mobili

Eliminare l'odore di muffa dai mobili, è un lavoro che richiede tempo e pazienza. Il legno è un materiale poroso e quindi assorbe molto facilmente l'umidità e gli odori, presenti nelle vicinanze. Nel caso in cui i vostri mobili siano stati depositati...
Pulizia della Casa

Come eliminare la muffa dai cassetti

La muffa, si sa, è un tipo di fungo che si forma principalmente in ambienti chiusi, umidi e poco ventilati. Oltre i muri e i soffitti, spesso aggredisce anche il legno, di cui si nutre: non è raro scostare un mobile dalla parete per pulirlo e trovarne...
Pulizia della Casa

Come prevenire la comparsa della muffa in casa

La muffa è un fungo comune e diffuso nelle abitazioni. Nell'ecosistema decompone e ricicla le materie organiche. Nelle mura domestiche, invece, rappresenta un vero problema, potenzialmente pericoloso. La muffa regna in ambienti umidi, come pareti o mobili,...
Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore di chiuso dai cassetti

Quando arriva l'estate è il momento di fare il famoso "cambio di stagione". Bisogna sistemare gli armadi e mettere a posto i cassetti. Può succedere però che alcuni cassetti, rimasti chiusi per molto tempo, hanno un cattivo odore di chiuso per cui...
Economia Domestica

Come pulire la muffa in un frigorifero

Cibi e bevande lasciati troppo tempo in un frigorifero, possono provocare cattivi odori e fastidiose muffe, soprattutto all'interno dei cassetti o sugli scaffali. Quando la muffa comincerà a diffondersi all'interno del frigorifero, non potrete far altro...
Pulizia della Casa

Come eliminare la muffa dagli armadi

La muffa è un fungo che colpisce gli ambienti carichi di umidità, è molto facile trovarla negli angoli dei muri e si manifesta solitamente con macchie che possono essere grigie e tendenti al nero. Oltre alle macchie, la muffa provoca cattivi odori...
Pulizia della Casa

Come proteggere la biancheria da luce, polvere e muffe

Molto spesso la biancheria lasciata negli armadi assume un fastidioso cattivo odore, poiché gli indumenti non riescono a respirare adeguatamente. Un consiglio importante risulta essere esattamente quello di lasciare i capi un po' di tempo all'aperto...
Pulizia della Casa

Come togliere l'odore di muffa dai vestiti

L'odore di muffa sui vestiti. Una delle cose più fastidiose che possano accadere aprendo l'armadio. Oppure, ancora peggio, sentirlo sui capi appena tirati fuori dalla lavatrice, che invece dovrebbero avere un delicato odore di bucato! E cosa fare se...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.