Come sturare il WC intasato

Difficoltà: media
Come sturare il WC intasato
16

Introduzione

Quando il WC è intasato non potete fare altro che mettervi le mani nei capelli? Non disperate, nella maggior parte dei casi non è necessario chiamare un idraulico, infatti in questa guida imparerete a sturare il vostro scarico in meno di cinque minuti. Inoltre per evitare che il WC si intasi, è bene mettere in pratica dei piccoli accorgimenti che descriveremo a breve. Ecco qualche consiglio su come fare.

Come sturare il WC intasato
26

Se una volta tirata l'acqua, questa invece che scendere stagna nel gabinetto, è necessario intervenire. Come prima cosa, aspettate che l'acqua scenda pian piano, dopodichè versate nella tazza un po' di aceto (non ce ne vorrà molto) e un secchio di acqua bella calda, non bollente perché potrebbe rovinare la ceramica del WC. La forza peso, insieme all'effetto sgrassante dell'acqua calda e dell'aceto potrebbe aiutare a rimuovere l'otturazione.
Se questo metodo non dovesse funzionare nemmeno ripetendolo un paio di volte, passate al prossimo metodo.

Come sturare il WC intasato
36

Se avete a disposizione una ventosa, applicatela al buco della tazza, lasciate che sia ricoperta d'acqua, e agite con dei movimenti decisi in su e in giù ripetutamente. Se la ventosa applicherà una pressione adeguata per muovere il blocco, sentirete un rumore e l'acqua comincerà a defluire, provate a questo punto a tirare l'acqua, e se necessario ripetete l'operazione con la ventosa fino a che il blocco non sarà rimosso del tutto.
Nel caso non abbiate a disposizione una ventosa potrebbe essere necessario "sporcarvi" le mani e utilizzare degli stracci arrotolati da infilare nello scarico facendoli aderire per bene alle pareti e muovendoli su e giù a mo' di ventosa.. Sebbene sia rude, quest'operazione potrebbe rivelarsi efficace.

46

Se la ventosa non funziona potete provare a smuovere l'ingorgo con l'aiuto di un pezzo di ferro adatto allo scopo. Può andare bene ad esempio una gruccia dei vestiti, srotolatela fino ad ottenere un filo di ferro rigido abbastanza lungo da ripiegare a mò di uncino all'estremità. Infilatelo nel buco del WC e provate con movimenti ripetitivi a smuovere il blocco, tirate sempre l'acqua per aiutare a sgorgare la tubatura. Alternativamente in commercio esistono degli sturalavandini a molla che sono più indicati per questa operazione in quanto consentono di raggiungere le tubature più in profondità.

56

Un altro metodo consiste nell'utilizzare un prodotto chimico tra i tanti presenti sul mercato, che nel caso si tratti di un ingorgo solubile dovrebbe risolvere il problema senza troppi sforzi. Poiché in genere si tratta di prodotti dannosi per l'ambiente sarebbe bene evitare il più possibile di usarli, quindi tenete come ultimo questo metodo.
Se proprio non riuscite a risolvere il problema coi metodi descritti, non vi resta che chiamare l'idraulico che tenterà con metodi più professionali l'operazione di sgorgo (potrebbero essere necessarie aspiratrici industriali o prodotti chimici speciali).

66

Ecco infine alcuni consigli per evitare che il WC si ingorghi.
È bene non gettare troppa carta igienica, infatti essa potrebbe compattarsi e bloccare lo scarico, scegliere inoltre un tipo di carta facilmente solubile in acqua.
Non buttare altri oggetti o scarti nel gabinetto, come assorbenti, mozziconi di sigaretta, fazzoletti. È meglio dotare il vostro bagno di un cestino per la spazzatura.
Tirate lo sciacquone anche due volte dopo aver usato il bagno e ricordate che prevenire intasamenti è meglio che "curarli".

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti