Come sturare il WC in modo efficace

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Se vi è capitata almeno una volta nella vita l'antipatica circostanza di avere il WC intasato e di non sapere come fare, da oggi il crescere dell'acqua fino all'orlo del water non sarà più un problema. Se non avete la fortuna di avere più di un bagno in casa questo inconveniente è a dir poco scomodo e va risolto al più presto possibile. Esiste un modo del tutto casalingo per sturare il vostro water, un metodo efficace e per nulla dispendioso che vi darà l'opportunità di risolvere il problema risparmiando. Il tutto avviene in brevissimo tempo e in una decina di minuti al massimo avrete risolto il problema. Vediamo insieme come procedere.

27

Occorrente

  • Ventosa economica con 15 cm di diametro
  • Guanti di plastica monouso.
37

Innanzitutto rimanete calmi e cercate di non entrare nel panico. Analizzando il problema scientificamente, si tratta sicuramente della tipologia idraulica: il “liquido” non esce e ristagna in quanto il condotto di deflusso delle acque nere si è ostruito a causa di un miscuglio di materiale non ben identificato. Per il fai-da-te casalingo è sempre importante avere in casa e all'occorrenza a portata di mano, gli strumenti necessari, cosicché al presentarsi del problema non vi saranno complicazioni. Procuratevi dunque dei guanti monouso piuttosto alti che arrivino quasi al gomito e soprattutto una ventosa a bocca larga, con almeno quindici centimetri di diametro.

47

Maggiore è il diametro e maggiori sono le probabilità di fare presto. In mancanza di quest'attrezzo è possibile utilizzare lo sturalavandini della cucina, nonostante il manico corto e la possibilità di sporcarsi. La prima cosa da fare è indossare i guanti monouso per evitare di sporcarti durante le manovre di stasatura. Alzate la tavoletta del WC, poi prendete la ventosa e appoggiatela nel bel mezzo del collo d'oca del WC, in posizione centrale. A questo punto utilizzate la ventosa come se fosse proprio stantuffo, premendola energicamente quattro o cinque volte, abbastanza velocemente.

Continua la lettura
57

Se la manovra avrà il successo sperato sentirete il water liberarsi con un suono sordo, una sorta di risucchio: l'acqua ferma, a questo punto, dovrebbe andarsene tranquillamente. Non arrendetevi se non dovessero bastare i primi colpi di ventosa perché purtroppo è fortemente probabile. Riprovate impiegando nella manovra maggior energia. Vedrete che alla fine otterrete il risultato tanto atteso. Una volta risolto il problema, se vedete che qualche goccia d'acqua dell'intasatura ha sporcato da qualche parte, non vi resta che pulirlo con apposito prodotto. Non mi resta che augurarvi buon lavoro!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Procuratevi dunque dei guanti monouso piuttosto alti che arrivino quasi al gomito e soprattutto una ventosa a bocca larga, con almeno quindici centimetri di diametro.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come fare in caso di ostruzione del wc

Se un WC si ostruisce si verifica una situazione di grande difficoltà all'interno di una casa. La prima cosa che viene in mente è certamente quella di chiamare un idraulico; egli in pochi minuti potrebbe riportare la situazione alla normalità. Questa...
Pulizia della Casa

Come sturare il lavandino della cucina

Il lavandino della cucina viene normalmente utilizzato per lavare le stoviglie quali piatti, bicchieri, posate e pentolame, le quali sono spesso sono molto sporche di residui alimentari che, il più delle volte, inevitabilmente finiscono nello scarico...
Pulizia della Casa

Come sturare lo scarico in maniera ecologica

Malgrado tutte le migliori intenzioni, noi tutti facciamo cadere spesso negli scarichi forcine, fili interdentali, capelli e una varietà di altri corpi estranei che l'impianto stenta a digerire. Chi ha dei bambini sa quanto essi amino veder scomparire...
Esterni

Come sturare tubi e grondaie

Se in inverno durante le giornate piovose e fredde, notate che da alcuni tubi di discesa collegati alle grondaie non fuoriesce l’acqua, vuol dire che ci sono dei brutti ingorghi causati da foglie e rami. Qualora non si proceda con lo sblocco dell'ingoorgo,...
Ristrutturazione

Come sturare una tubazione

Tubazioni occluse o mal funzionanti rappresentano ormai piccoli inconvenienti che si verificano con una certa frequenza nel corso della vita domestica di ciascuno di noi. In taluni casi, data la complessità del guasto, è necessario richiedere l'intervento...
Pulizia della Casa

5 metodi per sturare scarichi e lavandini

A tutti noi è capitato, almeno una volta, di avere a che fare con uno scarico lento. Magari si entra in doccia e, durante un momento di puro relax, notiamo la formazione di un ristagno d'acqua, magari a causa dell'accumulo di capelli lungo il tubo. Oppure...
Pulizia della Casa

Come utilizzare la cenere della stufa o del camino

Se in casa abbiamo un caminetto o una stufa a legna, dobbiamo sapere che possiamo sfruttare il prodotto della combustione del legno o della carta come materiale di riciclo. Quindi, se abbiamo intenzione di riciclare la cenere che il nostro caminetto o...
Pulizia della Casa

Come utilizzare l'idropulitrice

L’idropulitrice è un macchinario versatile, impiegato per operazioni di lavaggio e di pulizia. Il suo getto d’acqua ad alta pressione è in grado di eliminare facilmente anche lo sporco più ostinato. È costituita da un motore che, per mezzo di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.