Come sturare il lavandino della cucina

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il lavandino della cucina viene normalmente utilizzato per lavare le stoviglie quali piatti, bicchieri, posate e pentolame, le quali sono spesso sono molto sporche di residui alimentari che, il più delle volte, inevitabilmente finiscono nello scarico facendolo otturare. Se ad un certo punto notate che l'acqua scende molto lentamente, significa che i detriti si sono accumulati sul fondo impedendo il normale deflusso dell'acqua e che quindi bisogna intervenire al più presto. Tuttavia, si tratta di un problema abbastanza comune che può essere facilmente risolto anche dai meno esperti: basta utilizzare un paio di attrezzi adatti e seguire alcune semplici indicazioni. Vediamo allora come sturare il lavandino della cucina.

27

È possibile liberare il lavandino, ruotando le pale manualmente e inserendo una chiave a brugola nel foro sul fondo del dissipatore. Se il dissipatore non produce alcun suono quando viene attivato, probabilmente si è surriscaldato, attendete quindi un minuto per farlo raffreddare; premete il pulsante di reset (situato sul fondo dell'apparecchio) e attivatelo nuovamente.

37

Se possedete una lavastoviglie, stringete un morsetto sulla parte flessibile della tubazione di scarico, per impedire all'acqua sporca di rifluire nel mobile. Eliminate il blocco con lo stantuffo. Prendete un panno umido e sigillate il lavello. Impostate lo stantuffo sopra lo scarico ed esercitate una forte pressione, per circa 20 secondi. Arrotolate la testa del pistone nell'acqua, in modo da creare una pressione nello scarico.

Continua la lettura
47

Non immergete pulitori di scarico nel lavandino, in quanto le sostanze chimiche possono causare gravi ustioni durante le pressione dello stantuffo; utilizzate detergenti solo se il lavello non è completamente ostruito o presenta un drenaggio abbastanza lento. Allentate il dado di scorrimento sul dispositivo di bloccaggio e rimuovetelo se è intasato. Per ridurre il flusso d'acqua sotto il lavandino, allentate il braccio metallico e svitate il dado di slittamento senza serrare troppo i dadi.

57

Prendete un cacciavite e svitate le viti del dispositivo di bloccaggio per estrarre eventuali detriti. Stringete la vite di fissaggio e girate la manovella in senso orario per alimentare il tubo di scarico. Reinstallate il dispositivo di bloccaggio e fate scorrere l'acqua calda. Versate mezzo bicchiere di bicarbonato di sodio e mezzo bicchiere di aceto bianco nello scarico; coprite entrambe le aperture e lasciate riposare per qualche minuto.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come sturare una tubazione

Tubazioni occluse o mal funzionanti rappresentano ormai piccoli inconvenienti che si verificano con una certa frequenza nel corso della vita domestica di ciascuno di noi. In taluni casi, data la complessità del guasto, è necessario richiedere l'intervento...
Economia Domestica

Come sturare la vasca da bagno

La manutenzione della nostra casa e di tutti i suoi componenti di arredo e funzionali, richiede tempo e costanza. La vita frenetica e intensa, però, ci fa trascurare alcune accortezze che prevengono problemi di difficile soluzione. È il caso dello scarico...
Pulizia della Casa

Come sturare la tazza del wc

Ritrovarsi con il WC di casa ostruito è un vero e proprio problema che può generare non poche difficoltà. Solitamente, ciò accade perché qualcosa è stato gettato al suo interno ed ha causato un tappo che impedisce il normale fluire dell'acqua dello...
Pulizia della Casa

Come sturare il WC intasato

Se quando il WC è intasato non potete fare altro che mettervi le mani nei capelli, non disperate: nella maggior parte dei casi non è necessario chiamare un idraulico, infatti in questa guida imparerete a sturare il vostro scarico in meno di cinque minuti....
Pulizia della Casa

Come pulire velocemente lo scarico del lavandino

Un lavandino con lo scarico intasato è un problema abbastanza comune nella maggior parte delle case. Non dovrebbe accadere troppo spesso, ma quando succede crea disagio in quanto l'acqua defluisce con lentezza o, nel peggiore dei casi, rimane nel lavandino....
Pulizia della Casa

Come pulire il sifone di un lavandino

Ci sono diversi modi per pulire il sifone di un lavandino, in base al tipo di lavandino in esame. Se si tratta del lavello della cucina, l'intasamento è causato di solito da scarti alimentari che rallentano o addirittura bloccano il deflusso dell'acqua...
Pulizia della Casa

Come eliminare cattivi odori dal lavandino

Capita spesso, a tutti coloro che non possiedono una lavastoviglie, di sentire dei cattivi odori provenienti dal lavandino, poiché, si è costretti a lavare i piatti e le posate nel lavandino. Gli odori che si percepiscono, sono odori molto fastidiosi...
Pulizia della Casa

8 metodi naturali per pulire gli scarichi domestici

Tutti odiano uno scarico intasato, ma puoi considerare un'alternativa naturale per risolvere il problema. Non è necessario ricorrere a chiamare un idraulico o versare bottiglie di sostanze chimiche pericolose. Con 8 metodi naturali è possibile pulire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.