Come smacchiare i tessuti di lino

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il lino è un tessuto di origine naturale, si ricava infatti dalla corteccia della pianta del lino e si tratta di un prodotto molto apprezzato, che viene utilizzato per biancheria e capi di abbigliamento di qualità. È una fibra piuttosto resistente, tuttavia è necessario conoscere alcuni "trucchi" per pulirlo quando sono presenti quelle macchie particolarmente difficili. Ecco come smacchiare i tessuti di lino.

25

Occorrente

  • sapone di Marsiglia
  • ammoniaca
  • alcol
  • aceto
35

Premesso che per tovaglie e tovaglioli in lino bianco o in tinta grezza, di solito non si hanno problemi con il lavaggio in lavatrice, aggiungendo magari degli additivi, se si desidera ottenere un bucato davvero candido. Se però sono presenti delle macchie particolari, è necessario pretrattare, oppure ricorrere al candeggio. Il candeggio però inevitabilmente consuma le fibre e allora, è bene che segui lo stesso procedimento adottato per i colorati.

45

Le tovaglie di lino vengono spesso macchiate di vino rosso. La rimozione di queste macchi può essere fatta con del vino bianco, oppure si deve versare il sale sulla macchia e attendere che assorba il vino, quindi si sciacqua, si insapona e si sciacqua nuovamente. L'uovo invece molto difficile da rimuovere e ha bisogno di diversi lavaggi. Il trattamento deve essere effettuato dapprima con abbondante acqua fredda, quindi insaponatura e poi si deve strofinare energicamente con la spazzola da bucato.

Continua la lettura
55

Se invece i tuoi capi di lino sono rimasti molto tempo nell'armadio, può darsi che li ritrovi ingialliti. A questo punto non ti resta che metterli in ammollo nel latte, quindi devi risciacquare la biancheria e poi procedere a lavarla con sapone di Marsiglia. Quando devi far fronte a macchie di escrementi di volatili, dopo averla raschiata bene, devi passarla con acqua e aceto e quindi procedi con il lavaggio. Per le macchie di caffè, è necessario agire subito con abbondante acqua corrente. Se invece la macchia è vecchia la situazione è più complicata e si deve dapprima tamponare con alcol quindi trattare con acqua calda e sapone di Marsiglia. Sciacquare poi con abbondante acqua calda. Per la cioccolata invece, ci si deve limitare a insaponare e, dopo aver lasciato agire per mezzora, risciacquare. Le macchie di unto andrebbero tamponate subito con del borotalco che assorbe il grasso. Una volta asciugato, dopo almeno un paio d'ore, si deve spazzolare, quindi sciacquare. Insaponare poi con il sapone di Marsiglia sciacquare nuovamente. Il sangue va bagnato subito con abbondante acqua fredda, a cui eventualmente aggiungere un po' di ammoniaca.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come smacchiare il bucato

Sul mercato è ormai presente un'infinità di detersivi per la pulizia del bucato, la scelta è cosi vasta che ci si trova spesso in difficoltà nello scegliere il prodotto adatto alle proprie esigente. Ciononostante esistono tuttora delle tecniche naturali...
Pulizia della Casa

Come smacchiare la cera e l'erba su un indumento

Togliere le macchie dai tessuti non è sempre un'operazione semplice: spesso, infatti, la macchia persiste e addirittura rimane fissata tra le fibre, rendendo complesso tentativo di rimuoverla. È bene, pertanto, seguire con attenzione degli accorgimenti...
Pulizia della Casa

Come smacchiare i tessuti

Il bucato è un'incombenza diffusa e anche la persona più attenta sulla faccia della terra ha dovuto affrontare il dilemma delle macchie: come smacchiare i nostri tessuti sporchi di olio, caffè o cioccolato?Niente paura: bastano piccoli accorgimenti,...
Pulizia della Casa

Come Effettuare Candeggio E Sbiancatura

Molte volte si presenta la necessità di effettuare un candeggio preceduto da una sbiancatura, ma non sai da dove cominciare. L'azione preliminare è sempre il controllo dell'etichetta, qualora presente, per individuare eventuali composizioni inadatte...
Pulizia della Casa

Come smacchiare le tende

È risaputo che la casa va mantenuto pulita e ordinata. Come si suol dire, con l'arrivo della stagione in fiore, l'ideale sarebbe di attuare le cosiddette pulizie di primavera. Per farlo però è necessaria molta delicatezza, poiché essendo troppo aggressivi...
Economia Domestica

Come smacchiare i tessuti delicati

Le macchie sono una minaccia terribile per i nostri capi, specialmente se nuovi di zecca oppure appena indossati per un'occasione importante. Quelli più a rischio sono i delicati: seta, pizzo, organza, chiffon, bisso e batista di lino. Questi ultimi...
Pulizia della Casa

Come smacchiare la vasca da bagno ingiallita

La vasca da bagno è il luogo in cui dimentichiamo la dimensione del tempo e lo stress quotidiano e dove possiamo dedicarci completamente a noi stessi lasciando il mondo fuori dalla porta del bagno. Capita sovente che l'utilizzo di spray per la pulizia,...
Pulizia della Casa

Come smacchiare i pavimenti di piastrelle o cotto

Ogni tipologia di pavimentazione presente all'interno delle nostre abitazioni ha un bisogno costante di essere pulita in maniera specifica, oltre ad avere la necessità di una manutenzione efficiente per fare in modo che essa venga salvaguardata nel corso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.