Come riscaldare casa risparmiando

Difficoltà: media
Come riscaldare casa risparmiando
pixabay.it
15

Introduzione

Nei periodi invernali, l'impianto di riscaldamento incide sempre in maniera pesante sulle bollette di casa. Del resto, pur di mitigare il freddo, siamo disposti a spendere cifre esorbitanti. In questa guida vedremo come si può riscaldare casa risparmiando in maniera notevole il consumo di gas e energia elettrica.

25

Gli interventi più costosi sono quelli che prevedono l'isolamento termico dell'abitazione. Bisogna ricorrere a ditte specializzate e provvedere a mettere in atto tutti quegli accorgimenti che evitano le dispersioni di calore. Occorre installare finestre con doppio vetro e chiusura anti-spifferi, pannelli isolanti per le pareti esterne, copertura della facciata, isolamento del solaio. Per una ristrutturazione più radicale si può prevedere un vero cappotto termico. Se si mettono in atto tutti questi accorgimenti sicuramente la bolletta sarà molto più leggera.

35

Con qualche migliaio di euro a disposizione si può provvedere, qualora la caldaia sia vecchia e poco efficiente, a installarne una nuova a induzione, che sfrutta anche il vapore caldo che viene emesso per riscaldare l'acqua che circola nei termosifoni.

45

Esistono infine piccoli interventi, molto più economici, che possono ridurre in maniera significativa la bolletta del riscaldamento. Un accorgimento efficace è il posizionamento di pannelli termo-riflettenti dietro a termosifoni o stufe che siano appoggiati alle pareti esterne. In commercio si trovano veri e propri rotoli da cui viene tagliata la metratura adatta, e questi pannelli impediscono alla parete esterna di riscaldarsi, riflettendo tutto il calore verso l'interno della camera. Non è costoso neppure provvedere a ricoprire il pavimento del solaio con pannelli di lana di vetro o di roccia: questi impediscono che il calore "scappi" in alto riscaldando il solaio.

55

Al di là degli interventi piccolo o grandi da fare, i primi a dover evitare gli sprechi per risparmiare sulla bolletta siamo noi. Innanzitutto occorre regolare il termostato di casa ad una temperatura interna che non deve essere superiore a 20°, inoltre si può regolare il timer affinché funzioni solo quando gli abitanti della casa tornano da lavoro e da scuola. Su ogni termosifone è buona norma avere infine un termostato autonomo, sia per regolare la temperatura di quella specifica stanza, sia per tenerlo spento o a basso regime se è un locale dove non ci si passa troppo tempo. Grazie a questi piccoli consigli, i risparmi sulla bolletta saranno notevoli.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità delle nostre guide