Come riparare un pluviale che perde

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

In un palazzo o in una casa la presenza di grondaie e pluviali sempre pulite e in ottimo stato è necessaria affinché l'acqua piovana possa essere raccolta e trascinata via. La funzionalità di queste strutture evita all'acqua di cadere dal tetto rischiando di macchiare e rovinare il pavimento o altri oggetti che potrebbero trovarsi al di sotto. Tuttavia, con l'aumento della pressione idrostatica, l'acqua potrebbe inevitabilmente infilarsi dentro le pareti della vostra casa compromettendone l'aspetto. Questo spiacevole inconveniente, potrebbe mettervi nella condizione di essere costretti a riparare la perdita o eventualmente sostituirne l'intero pluviale. Ma come fare?! Niente paura! Scopriamo insieme come riparare facilmente un pluviale che perde acqua.

24

La prima cosa che dovreste fare per riparare un pluviale che perde acqua è innanzitutto quella di posizionare un secchio sotto la zona interessata dalla perdita e utilizzare un panno per pulire ed eliminare possibili tracce di polvere. A questo punto, utilizzate una banda sigillante formata da un foglio di alluminio accompagnato a guaina bituminosa autoadesiva a freddo e tagliatela della lunghezza da voi desiderata. Una volta che avrete terminato questo passaggio, fermate la banda sulla zona interessata togliendo il foglio di alluminio cercando di non trasportare con voi tutto il resto della banda.

34

Procedete cercando di fissare correttamente la banda sulla zona che intendete riparare. Inoltre per permettere alla banda una presa migliore sulla superficie, potreste utilizzare un rullo facendolo scivolare avanti e indietro e cercando di esercitare una lieve pressione. A questo punto, utilizzate un mestichino per modellare la banda in modo tale da non creare dislivelli tra il pluviale e la zona che avete riparato. In questo modo avrete finalmente riparato le perdita del vostro pluviale.

Continua la lettura
44

Se invece avete intenzione di sostituire parte del pluviale, perché si trova in uno stato tale non poter essere più utilizzato, dovrete innanzitutto prendere le misure del tratto del pluviale in questione, li diametro e la lunghezza. Inoltre potreste anche adoperarvi nell'acquisto di collari o giunti che dovranno essere agganciati alle estremità del pluviale. Di seguito, tagliate la parte consumata del vecchio canale e utilizzate della colla per incollare il nuovo. Infine, attendete qualche giorno che la colla asciughi il tutto, dopodiché fissate i collari.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come collegare il tubo corrugato al pluviale

Se sul nostro terrazzo intendiamo collegare un tubo al pluviale, dobbiamo innanzitutto verificare quest'ultimo come è composto; infatti, nella maggior parte si tratta di modelli cosiddetti corrugati, ovvero con una serie di anelli della stessa misura...
Esterni

Come aggiungere un pluviale a una grondaia esistente

Nel caso in cui ci si ritrova nella situazione di dover sostituire una parte di grondaia come ad esempio un pluviale, poiché si trova in pessime condizioni bisogna procedere e svolgere delle opere di manutenzione. Stessa cosa vale se ci si rende conto...
Esterni

Come scollegare i pluviali a gomito

I pluviali sono utilizzati, unitamente alle grondaie, per la racconta dell'acqua piovana. Sono importanti per far sì che l'acqua decadente dai tetti scenda al suolo attraverso una guida. Solitamente sono in pvc ma talvolta si trovano dei pluviali anche...
Economia Domestica

Come raccogliere l'acqua piovana con i pluviali

Se abbiamo un terrazzo o un ampio balcone, ed intendiamo raccogliere al meglio l'acqua piovana e quella che utilizziamo per le innaffiature delle piante, è importante creare la pendenza giusta, affinché il liquido per tracimazione si immetta nel pluviale...
Esterni

Come pulire i pluviali di rame

I pluviali sono quei tubi esterni in rame, acciaio, alluminio zincato o PVC, che percorrono l'altezza di un fabbricato ed hanno come scopo principale quello di raccogliere le acque meteoriche. Essi sono fissati perpendicolarmente alle grondaie, una sorta...
Esterni

Come sturare tubi e grondaie

Se in inverno durante le giornate piovose e fredde, notate che da alcuni tubi di discesa collegati alle grondaie non fuoriesce l’acqua, vuol dire che ci sono dei brutti ingorghi causati da foglie e rami. Qualora non si proceda con lo sblocco dell'ingoorgo,...
Esterni

Come riscaldare le grondaie

Nei paesi più freddi dove le temperature scendono sotto lo zero vi è il problema del forte gelo, il freddo ed i corpi ghiacciati. Allora bisogna prendere dei provvedimenti per sovvertire il ghiaccio e la neve in quanto possono ostruire i passaggi e...
Esterni

Come installare le coperture ondulate di plastica

Se si ha la necessità di montare una tettoia provvisoria si può pensare ad una struttura a telai in ferro o in legno con una copertura in plastica ondulata. Questa copertura riprende un po' quelli che sono i coppi, in un sistema continuo e modulare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.