Come rimuovere le piastrelle della doccia

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se nella stanza da bagno e precisamente nella doccia avete delle piastrelle che non vi soddisfano più per la loro tonalità, oppure appaiono visibilmente consumate, potete rimuoverle senza creare danni strutturali. Successivamente provvedete poi alla posa di quelle nuove, avendo già una base di appoggio perfettamente liscia. In riferimento a ciò, ecco dunque una guida su come rimuovere agevolmente le piastrelle della doccia.

25

Occorrente

  • Cacciavite a lama sottile
  • Cutter
  • Trapano elettrico con reostato
  • Disco da taglio per trapano
  • Martello e scalpello
  • Flex
  • Levigatrice o tela abrasiva
35

Eliminare lo stucco tra le fughe

Le piastrelle della doccia come del resto quelle della stanza da bagno hanno in genere delle fughe sottili o spesse, per cui la prima operazione da fare è prendere un cacciavite a lama sottile, ed eliminare lo stucco in profondità. Successivamente ci si può aiutare con un cutter o anche con un minitrapano dotato di disco di metallo, ideale per velocizzare l'operazione. Il trapano tra l'altro si rivela molto più funzionale se dotato di un regolatore di velocità; infatti, in alcuni punti particolari potrebbe rivelarsi utile agire con un minimo di giri, per evitare di danneggiare la parete sottostante, specie in presenza di collante molto resistente.

45

Usare uno scalpello

Una volta che le piastrelle sono libere tra loro, per asportarle dalla parete che circonda l'angolo doccia, basta usare uno scalpello sul cui manico bisogna battere poi con un martello. Una volta eliminata la prima piastrella, vi sarà molto più facile asportarne altre sempre usando lo scalpello. Tuttavia per tener fede a quanto descritto in fase introduttiva, e cioè evitare di danneggiare la parete sottostante in modo da averla già pronta per la nuova posa di piastrelle, conviene usare con cautela lo scalpello, e possibilmente picchiettando leggermente fin quando il collante non si stacca del tutto. Da non dimenticare infine è di rimuovere anche il collante che si trova nella parte bassa, ovvero quello che funge da giuntura tra le piastrelle stesse e il pavimento o il piatto doccia.

Continua la lettura
55

Rimuovere il collante dalla parete

A questo punto avendo la parete a nudo, non vi resta che rifinirla e prepararla per la posa di nuove piastrelle. L'ultima operazione da fare peraltro molto semplice, specie se in fase di rimozione di quelle vecchie avete prestato molta attenzione, consiste nel rimuovere il collante. Anche in questo caso, uno scalpello usato gradatamente oppure un flex, servono a massimizzare il risultato. Alla fine basta usare una levigatrice elettrica o della tela abrasiva, per preparare di nuovo la parete e renderla pronta per la posa di altre piastrelle, più raffinate e colorate di quelle appena rimosse.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come incollare le piastrelle

Per incollare le piastrelle in modo tale da ottenere un buon lavoro è essenziale grande precisione e allo stesso tempo una certa abilità manuale. Si raccomanda inoltre un certo tempismo, infatti è fondamentale non essere troppo lenti nei movimenti...
Ristrutturazione

Come rimuovere i battiscopa in marmo

Se in casa abbiamo delle pavimentazioni rifinite con dei battiscopa in marmo ed intendiamo rimuoverli, possiamo farlo in un modo abbastanza semplice, ed eseguendo il lavoro in tre passi ben definiti. Alla fine la parte bassa della parete è pronta per...
Ristrutturazione

Come sostituire la vasca con un box doccia

All'interno della presente guida, come avrete facilmente compreso attraverso la lettura del titolo che l'accompagna, andremo a spiegarvi, passo dopo passo, come sostituire la vasca con un box doccia. Cominciamo il percorso. Se dovete ristrutturare il...
Ristrutturazione

Come posare le piastrelle nel bagno

Piastrellare il pavimento del bagno può essere un progetto di manutenzione della casa gratificante ed economicamente efficace, quando si hanno i materiali adatti e si pianifica bene. Le piastrelle sono sicuramente il rivestimento migliore per le stanze...
Ristrutturazione

Come rinnovare il tuo pavimento in piastrelle in 3 semplici mosse

Stanco del solito pavimento hold-style? Vuoi dare un tocco di classe alla tua ormai vecchia casetta? Bene, non perdere tempo per capire come rinnovare il tuo pavimento in piastrelle in 3 semplici mosse! Puoi iniziare a dire addio alle vecchie mattonelle...
Ristrutturazione

Come sostituire una mattonella danneggiata

Prima o poi può capitare a tutti di trovarsi, nella propria abitazione, alcune piastrelle del bagno o della cucina rotte o scheggiate a causa di urti accidentali. Le mattonelle scheggiate risultano estremamente antiestetiche e a volte possono rappresentare...
Ristrutturazione

Come posare le piastrelle

Dovendo ristrutturare casa, talvolta ci si imbatte anche nel dover cambiare le piastrelle del pavimento o di un muro, magari perché rotte, consumate, o semplicemente non ci vanno più a genio. In molti tendono a rivolgersi ad un professionista del settore...
Ristrutturazione

5 modi per posare le piastrelle

Se nella nostra casa intendiamo cimentarci nella posa delle piastrelle sia in bagno che in cucina, possiamo optare per diverse soluzioni che riguardano principalmente svariati tipi di collanti, ma tuttavia è importante sottolineare che in alcuni casi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.