Come rimuovere le macchie di sangue dagli abiti

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le macchie più persistenti e difficili da eliminare dai tessuti sono sicuramente quelle di sangue, sia se sono "fresche" che "secche". Molte volte la rimozione di questo tipo di macchie risulta davvero complessa in quanto il sangue si radica all'interno del tessuto e si incrosta al capo. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette informazioni su come è possibile rimuovere le macchie di sangue dagli abiti. Mettendo in pratica le indicazioni dei passi successivi gli abiti ritornano puliti ed impeccabili.

25

Occorrente

  • Acqua calda
  • Sapone o detersivo per i piatti
  • Sgrassatore
  • Acqua ossigenata
35

Per rimuovere questa tipologia di macchie dagli abiti non si devono più passare le ore a strofinare il capo e correre il rischio di rovinarlo o sbiadirlo per togliere il sangue. Infatti, non appena è stata individuata la macchia bisogna immergere il capo macchiato in una bacinella oppure nel lavandino che contiene dell'acqua molto calda ed un po' di sapone oppure il detersivo per i piatti. Successivamente si deve lasciare in ammollo per circa quindici minuti. È opportuno non strizzare, strofinare oppure toccare il capo durante questo lasso di tempo.

45

In seguito bisogna rimuovere il capo dall'acqua e metterlo, ancora bagnato, nel lavandino. Poi, si deve ricoprire con dell'acqua ossigenata la macchia di sangue; quest'ultima è stata leggermente schiarita dall'operazione precedente, ma persiste ancora. Quando l'acqua ossigenata viene a contatto con la macchia si deve lasciarla agire per circa un minuto. Successivamente si deve spazzolare la parte interessata delicatamente per non rovinare il capo. Con questa operazione si riesce a rimuovere qualsiasi macchia di sangue, anche la più incrostata.

Continua la lettura
55

Dopo aver spazzolato il capo non c'è più la macchia, ma un leggero alone la rende ancora identificabile. Per poterla rimuovere del tutto è consigliabile spruzzare, a distanza di circa 10 cm dall'alone, un po' di sgrassatore. In alternativa si può versare sopra una goccia di detersivo e procedere con il lavaggio tradizionale del capo, a mano oppure in lavatrice. In entrambi i casi il bucato risulta pulito ed impeccabile come sempre e non si corre il rischio che si rovina. È possibile utilizzare questo procedimento anche per altre tipologie di macchie difficili da rimuovere. Può essere utilissimo anche per le tovaglie ricche di macchie. Si spera che dopo la lettura di questa guida le macchie di sporco non fanno più paura in quanto con poche e semplici operazioni si può ottenere un bucato perfetto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come fare il bucato con l'acqua fredda

Fare il bucato a volte può essere tutt'altro che semplice, soprattutto quando si tratta di scegliere la giusta temperatura dell'acqua. Sarà capitato a tutti di mettere in lavatrice una camicia bianca e ritrovarsela dopo il lavaggio di un altro colore,...
Pulizia della Casa

Come imparare a suddividere bene la biancheria per tipologia di lavaggio

Il vero problema, quando si lava la biancheria, è l'effetto "alone". Bisogna imparare che, se mescoliamo capi di colore diverso, il colore dell'uno finisce sull'altro, e i più chiari possono venire compromessi. Impariamo come fare per evitarlo.Ugualmente,...
Economia Domestica

5 usi dell'acqua ossigenata

Quasi in tutte le case è presente un flacone, più o meno grande, di perossido di idrogeno, comunemente chiamato "acqua ossigenata", perché si tratta di una sostanza che si riesce a reperire con una certa facilità ed a basso costo. I suoi usi sono...
Pulizia della Casa

10 consigli per pulire le scarpe

Le scarpe sono degli accessori, maggiormente soggetti ad usura e sopratutto a sporcarsi; infatti, pioggia e fango, polvere, ma anche macchie come ad esempio quelle di inchiostro o di colla, le rendono spesso sporche ed antiestetiche. Quando ciò avviene,...
Pulizia della Casa

Trucchi per candeggiare il bucato

Capita spesso dover smacchiare il bucato, in particolarmente modo i capi bianchi. Questi di solito vengono trattati con candeggina e smacchianti. Ma molti non sanno che la candeggina elimina solo le macchie ossidabili. Ossia macchie di caffè, vino,...
Pulizia della Casa

Come pulire il lavandino

Il lavello della cucina dovrebbe essere una delle superfici più pulite di una casa, purtroppo però molto spesso, è pieno di germi. Grazie al lavandino è possibile sciacquare la frutta, la verdura, il pesce, la carne, pulire le pentole, i piatti, i...
Pulizia della Casa

Come sbiancare il bucato in modo ecologico

Il bucato è ormai diventato un appuntamento quotidiano a cui non possiamo esimerci. È sufficiente infatti caricare le nostre lavatrici e aggiungere il prodotto che preferiamo, per ottenere della biancheria profumata e pulita. Purtroppo, molto spesso...
Pulizia della Casa

Come smacchiare il bucato

Sul mercato è ormai presente un'infinità di detersivi per la pulizia del bucato, la scelta è cosi vasta che ci si trova spesso in difficoltà nello scegliere il prodotto adatto alle proprie esigente. Ciononostante esistono tuttora delle tecniche naturali...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.