Come rimuovere la ruggine da una padella in ghisa

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La ruggine è un fenomeno naturale che avviene in tutti i metalli, e la ghisa non è esente da tale processo. La corrosione, se rimossa in tempo e con i giusti strumenti, non è un problema di cui preoccuparsi seriamente. Tuttavia, se non si è diligenti e tempestivi ad eliminare anche le più piccole particelle di ruggine, allora si finisce per dover gettare via l'oggetto in ghisa. In questa breve guida illustrerò dettagliatamente come rimuovere efficacemente la ruggine da una padella in ghisa in pochi e semplici passi. Voglio ricordare che questa è una guida redatta a solo scopo informativo, perciò non mi assumo alcuna responsabilità dell'uso che se ne farà.

26

Occorrente

  • Bicarbonato di sodio o acido muriatico. Olio da cucina.
36

Bicarbonato di sodio

Innanzitutto bisogna lavare la padella con acqua tiepida senza usare il sapone. Cospargere il bicarbonato di sodio sulla superficie bagnata della padella e lasciare riposare per qualche minuto. Strofinare la zona interessata con uno strumento di lavaggio non metallico; se la ruggine è particolarmente ostinata, sarà opportuno aggiungere un po' di sapone delicato per piatti e sfregare delicatamente. In alternativa, per sciogliere immediatamente la ruggine trasformandola in una polvere umida, occorrerà applicare del cloruro di idrogeno (HCl), chiamato anche acido cloridrico o muriatico, ovvero un acido forte presente naturalmente nel nostro organismo. Se si usa il cloruro di idrogeno, sarà necessario proteggere la pelle, gli occhi e i vestiti e organizzare un'adeguata ventilazione.

46

Sciacquare la padella in ghisa

In entrambi i metodi di pulizia, sarà necessario sciacquare ed asciugare la padella subito dopo aver terminato il procedimento. A questo punto bisognerà ricoprire l'intera superficie della padella con dell'olio da cucina, altrimenti la ruggine farà presto la sua comparsa. Questa oliatura servirà a proteggere temporaneamente la superficie della padella dall'ossidazione in futuro.

Continua la lettura
56

Proteggere la padella dalla corrosione

Dopo ciò ci sarà la necessità di rivestire correttamente la superficie per renderla impermeabile alla ruggine, così da fornire una barriera antiaderente durante la cottura. Aggiungere un po' di olio o di grasso (circa 3 millimetri) nella padella e strofinare sui lati fino ad arrivare al bordo. Introdurre la padella in forno ed impostare quest'ultimo ad una bassa temperatura (150 ° C), onde evitare la formazione di fumi, poi lasciare cuocere l'olio o il grasso per alcune ore. Se il cibo comincia ad attaccarsi alla padella, ripetere i passaggi di condimento sopra descritti. Un ultimo accorgimento per prevenire la formazione della ruggine, consiste nel riempire la padella di acqua calda (ovviamente, dopo aver cotto i cibi) e disporla sul fuoco ad una temperatura media. In questo modo verranno rimossi facilmente i residui rimasti senza compromettere la protezione oleosa.

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire e proteggere i mobili da giardino in ghisa

Abbiamo comprato dei bellissimi ed eleganti mobili da giardino in ghisa. Però ora abbiamo paura che stando fuori si rovinino. Ovviamente se non li curiamo come si deve i nostri mobili andranno incontro ad un decadimento veloce. Però non temiamo, in...
Pulizia della Casa

Come rimuovere il cibo bruciato dalle pentole in ghisa

Le pentole in ghisa riscaldano gli alimenti in modo rapido e consentono una cottura uniforme. La ghisa, infatti, trattiene bene il calore e si conserva per molte generazioni, se si cura in modo adeguato. Quando il grasso bruciato si accumula sulla pentola,...
Pulizia della Casa

Come pulire una vasca in ghisa

La ghisa è una superficie altamente resistente, è suscettibile alle screpolature e presenta un ottundimento della finitura. Se si utilizzano i prodotti sbagliati, si accelera il degrado della superficie. Detergenti come polveri abrasive, aceto bianco...
Pulizia della Casa

Come sgrassare le griglie in ghisa del fornello

Sgrassare le griglie in ghisa è un lavoro molto importante, in quanto crea una superficie antiaderente e previene la ruggine. Per riuscire a mantenere le griglie in buone condizioni è fondamentale prestare una particolare attenzione durante la pulizia:...
Pulizia della Casa

5 modi per pulire la ghisa del caminetto

La griglia del camino, a causa di un uso inappropriato, può spesso rovinarsi e sporcarsi. Quando cucinate della carne all'interno del camino per esempio, la griglia del camino può riempirsi di grasso, corrodersi e arrugginirsi rovinandosi completamente.Esistono...
Pulizia della Casa

Come pulire la ghisa del caminetto

Se abbiamo un caminetto in ghisa ed intendiamo pulire questa parte in modo accurato senza asportare la sua caratteristica patina rustica, possiamo usare alcuni prodotti naturali da preferire a quelli chimici poiché non nocivi. Inoltre sono necessari...
Pulizia della Casa

Come lavare le pentole di ghisa

La pulizia delle pentole di ghisa è molto semplice e facile da eseguire. E’ importante lavare le padelle con la massima cura e la massima attenzione, in quanto la ghisa, è un metallo che se non viene pulito correttamente, tende ad arrugginirsi. In...
Pulizia della Casa

Come pulire una piastra di ghisa

La piastra in ghisa è un elemento molto utilizzato in cucina per preparare deliziosi stuzzichini farciti, come toast, panini, piadine o carne di vario genere. La cottura è omogenea e molto veloce, quindi, nel caso in cui si ha una particolare voglia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.