Come rimuovere il cibo bruciato dalle pentole in ghisa

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le pentole in ghisa riscaldano gli alimenti in modo rapido e consentono una cottura uniforme. La ghisa, infatti, trattiene bene il calore e si conserva per molte generazioni, se si cura in modo adeguato. Quando il grasso bruciato si accumula sulla pentola, occorre rimuoverla con accuratezza dalla superficie, ma questo tipo di materiale non può essere trattato come gli altri tipi, perché può perdere la stagionatura, che resiste alla ruggine e crea una superficie antiaderente. Per fortuna, è possibile rimuovere lo sporco ostinato utilizzando qualche prodotto reperibile nella vostra casa. A questo proposito, vediamo riportati qui di seguito alcuni brevi passi che vi aiuteranno a capire come rimuovere il cibo bruciato dalle pentole in ghisa.

26

Occorrente

  • Acqua calda
  • Sapone
  • Lana d'acciaio
  • Grasso vegetale
  • Un forno
36

Per prima cosa, assicuratevi che la pentola in ghisa sia correttamente stagionata: questa è la chiave per prolungare la vita della vostra pentola a tempo indeterminato. Iniziate sgrassando l'interno della pentola utilizzando la lana di acciaio, dopodiché rivestitelo con olio vegetale o con la margarina. Cuocete in forno caldo per due ore, poi ripulite il grasso in eccesso. Occorre ripetere la procedura dopo ogni pulizia completa, almeno una volta al mese, per mantenere inalterate le proprietà antiaderenti del vostro recipiente di cottura.

46

Versate un po' d'acqua all'interno della pentola: se vi capita di bruciare del cibo all'interno della vostra padella in ghisa, la prima cosa da fare è aggiungere dell'acqua mentre è ancora calda. Questa operazione dovrebbe consentire al cibo bruciato di ammorbidirsi, che di conseguenza diventerà più facile da rimuovere. Risciacquate con dell'acqua tiepida e sapone, strofinando e raschiando l'interno della pentola con la lana d'acciaio ed un cucchiaio di legno, per rimuovere tutti i detriti. Pulite l'interno a fondo, e risciacquate fino a quando diventa pulita.

Continua la lettura
56

Ripete l'operazione di auto-pulitura in forno, se nessuno dei passaggi precedenti ha avuto buon esito. Le alte temperature in genere sono sufficienti a rimuovere il cibo bruciato e rendere la vostra pentola come nuova. Purtroppo molte persone, vedendo i primi segni di ruggine sulla pentola in ghisa, la gettano nella spazzatura col timore di ingerire la ruggine, ma se invece la stagionatura è effettuata periodicamente, è un utensile che dura per sempre e la ruggine non costituirà mai un problema. Per ovviare ai danni delle sostanze chimiche antiaderenti presenti sugli utensili da cucina moderni, invece, non si può fare nulla.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cucinare cibi grassi contribuisce alla stagionatura della pentola, rendendo i vostri piatti deliziosi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come usare una bistecchiera

La bistecchiera è un ottimo surrogato del barbecue, per gustare carne e verdura grigliate senza la necessità di trovarsi in una zona all'aperto. La cottura alla griglia è sana, leggera e adatta a chi è a dieta ma non vuole rinunciare al gusto. È...
Pulizia della Casa

Come pulire una padella in ghisa

In cucina si possono utilizzare pentole e padelle antiaderenti di ultima generazione. Queste padelle, possono essere di: ceramica, acciaio o di altro materiale. Esistono anche delle padelle in ghisa, cioè, quelle molto pesanti. Le padelle in ghisa, però,...
Pulizia della Casa

Come pulire le pentole antiaderenti

In cucina si utilizzano molteplici accessori per cucinare. Gli accessori più utilizzati oltre che piatti, bicchieri e posate, sono le pentole. Questo perché è l'accessorio che serve per cucinare le pietanze. Quando dobbiamo pulire le pentole antiaderenti,...
Pulizia della Casa

Come pulire le padelle in ghisa

La ghisa è una lega ferro-carbonio; materiale perfetto sia per la cottura alla piastra, sia per zuppe e stufati perché trattiene il calore e lo diffonde lentamente, distribuendolo in modo omogeneo. C'è da dire che la ghisa smaltata trattiene abbastanza...
Pulizia della Casa

Come pulire fornelli in ghisa

La cucina è forse l'ambiente dell'abitazione nel quale trascorriamo la maggior parte del nostro tempo quando appunto restiamo in casa. Chiaramente l'attività principale che viene effettuata in cucina è quella relativa la preparazione di ricette e pietanze....
Pulizia della Casa

Come eliminare la ruggine da una griglia in ghisa

Se abbiamo una griglia in ghisa, posizionata in modo fisso sul barbecue oppure da appoggio, possiamo eliminare l'eventuale ruggine, adottando diverse tecniche, a seconda dello stato con cui si presenta l'ossido. I metodi per eliminare la ruggine possono...
Pulizia della Casa

Come pulire una vasca in ghisa

La ghisa è una superficie altamente resistente, è suscettibile alle screpolature e presenta un ottundimento della finitura. Se si utilizzano i prodotti sbagliati, si accelera il degrado della superficie. Detergenti come polveri abrasive, aceto bianco...
Pulizia della Casa

Come pulire le pentole

Utilizzare il metodo migliore per pulire adeguatamente le pentole è davvero molto importante. Questi utensili vanno infatti puliti nel modo giusto affinché mantengano nel tempo la loro affidabilità in cucina. Le migliori pentole, quelle più affidabili,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.