Come ridare lucentezza ai gioielli

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Se il proprio anello di diamanti ha perso il suo lustro, o la collana in argento sta cominciando a mostrare segni di appannamento, non è necessario pagare cifre esorbitanti portandoli da un gioielliere o acquistano prodotti specifici per la pulizia e la lucentezza dei gioielli. Esistono infatti alcune soluzioni "fatte in casa" che sono in grado di ridare la lucentezza ai gioielli, riportandoli al loro stato originale. Vediamo allora come ridare lucentezza ai gioielli.

26

Occorrente

  • magnesia
  • guanti in lattice
  • aceto di mele e succo di limone
  • spazzolino a setole morbide
  • sapone per piatti
  • ammoniaca
  • candeggina
  • carta stagnola
36

Per eliminare l'opacità e ridonare lucentezza ai gioielli in oro, sarà sufficiente preparare in una ciotola una soluzione di sapone per i piatti, acqua ed ammoniaca e lasciare in ammollo per un'ora circa. Strofinate con uno spazzolino da denti a setole morbide, sciacquate ed asciugate con un panno in cotone.

46

Per l'argento, in una ciotola capiente versate mezzo litro di acqua calda, cinque cucchiaiate di magnesia (avendo cura che si sciolga completamente e non lasci residui sul fondo del contenitore), il succo di un limone ed un bicchiere d'aceto di mele. Indossate i guanti in lattice ed immergete tutti gli oggetti da ripulire evitando di ammassarli tra loro. Lasciate in ammollo per un'ora, un'ora e mezza circa. Lucidate con uno spazzolino per levar via le macchie di sporco e l'ossido; mentre per i punti più nascosti e le piccole venature utilizzate uno stuzzicadenti. Sciacquate ed infine asciugate con un panno morbido.

Continua la lettura
56

Per ridare brillantezza ai gioielli di perle basterà pulirli con un panno di camoscio. Tenete presente che essendo molto delicate possono danneggiarsi con molta più facilità rispetto ad altre pietre preziose, quindi si suggerisce di non immergerle in soluzioni che potrebbero corroderle o di strofinarle con spazzole. Nel caso dei diamanti, sarà sufficiente pulire le superfici con uno spazzolino e del dentifricio o schiuma da barba. Risciacquate ed asciugate con un tessuto morbido. Per cammei, zaffiri e rubini, invece pulite con acqua, sapone delicato e l'ausilio di una spazzola dalle setole morbide. Lavate sotto il rubinetto e tamponate accuratamente con un panno delicato.

66

Anche con un foglio di carta stagnola si possono pulire gioielli: foderare una ciotola con un foglio di alluminio e riempirla con dell'acqua calda e mescolare un cucchiaio di candeggina. Mettere i gioielli nella soluzione e lasciare in ammollo per un minuto, dopodiché risciacquarli bene ed asciugare all'aria aperta. Questa procedura fa uso del processo chimico noto come scambio ionico, che può anche essere utilizzato per pulire le posate.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire il rame con prodotti naturali

Il rame insieme all'argento e all'oro, fanno parte della cosiddetta categoria dei "metalli nobili", visto che interagiscono benissimo tra loro, per creare diverse carature, come nel caso dell'oro puro che grazie appunto al rame, da 24 carati scende...
Pulizia della Casa

Come lucidare una vasca da bagno

Con il passare del tempo anche lo smalto della vasca da bagno perde la lucentezza, che ne caratterizzava la superficie quando era ancora nuova. L'umidità ed il vapore presenti nel bagno contribuiscono, insieme all'impiego di prodotti per la pulizia,...
Pulizia della Casa

Come lavare e sterilizzare i peluche

I bambini sono dei veri collezionisti di piccoli animaletti di pezza, che accompagnano la loro infanzia per molto tempo. Spesso i peluche sono soggetti a mille peripezie, vengono sporcati, tirati, appoggiati in ogni dove e di tanto in tanto necessitano...
Pulizia della Casa

Come ravvivare i colori dei tessuti

Molti di voi si ritrovano diversi capi in casa che hanno perso intensità di colore per differenti cause (luce, tempo, ecc.). I colori dei tessuti vegetali per esempio il lino e il cotone con il passare del tempo, con i frequenti lavaggi e la continua...
Pulizia della Casa

Come pulire gli spartifiamma in alluminio

Molti fornelli delle cucine moderne hanno degli spartifiamma in alluminio, il che significa doverli pulire spesso poiché si ossidano, e talvolta nelle feritoie si presenta una patina nerastra che esteticamente non è bella da vedere. Per risolvere il...
Pulizia della Casa

Macchie ostinate sul marmo: errori da non commettere

Se in casa abbiamo un marmo, magari antico ed appoggiato su un mobile pregiato, per rimuovere delle macchie ostinate ci sono degli errori da non commettere, poiché non solo finirebbero per peggiorare ulteriormente la situazione, ma il rischio è di...
Pulizia della Casa

Come usare l'olio di lavanda per le pulizie di casa

Se per fare le pulizie di casa, intendiamo utilizzare dei prodotti naturali in grado di rilasciare nell'ambiente un gradevole e duraturo profumo, anzichè optare per i soliti detergenti del supermercato, possiamo usare invece l'olio di lavanda che sia...
Pulizia della Casa

Come pulire l'argento

Gli oggetti in argento sono estremamente raffinati ed arredano qualsiasi casa in maniera molto elegante. Tuttavia, essi col passare del tempo tendono ad annerirsi e a perdere la loro lucentezza originale. Esistono però diversi metodi davvero pratici...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.